Approfondimenti

Tra Macbettu e Čechov. Intervista al regista Alessandro Serra

  • Play
  • Tratto dal podcast
    Cultura |
Alessandro Serra Macbettu

Il Macbettu di Alessandro Serra è giunto in questi giorni alla sua duecentesima replica alla Triennale di Milano, dove resterà fino al 14 dicembre, mentre il regista sarà impegnato dal 18 al 21 dicembre nel portare in scena, sempre alla Triennale, il suo nuovo spettacolo, Il giardino dei ciliegi di Anton Čechov.

Abbiamo parlato con Alessandro Serra proprio di quello spettacolo-fenomeno che è il Macbettu, a partire dalla sua genesi, e ci siamo fatti dare qualche anticipazione anche sul nuovo lavoro che andrà in scena tra pochi giorni.

L’intervista di Ira Rubini a Cult.

Ormai il Macbettu è quasi patrimonio dell’umanità e non poteva che essere così. Penso che possa essere apprezzato anche dai peggiori critici britannici di scuola shakespeariana.

Lo scopriremo presto, perchè a maggio saremo a Londra con quattro repliche. Siamo pronti ad affrontare anche gli inglesi.

Ci vuole raccontare come è nata l’idea di Macbettu?

Io ho un amore particolare per Shakespeare come altri miei colleghi, non è difficile amarlo. Questo però un testo che mi ha sempre affascinato proprio da un punto di vista filosofico, perchè si è soliti pensare che sia Amleto il personaggio che pensa, in realtà quei rari momenti in cui Macbeth riflette raggiunge delle vette filosofiche altissime. Mi hanno sempre affascinato sia il testo che il personaggio e confesso che molti anni fa, con una mia compagnia, avevamo pensato di metterlo in scena, ma alla fine non sono riusciti a trovare la chiave per la scrittura di scena. Nel 2006, tornando a casa in Barbagia e con la scusa di fotografare i carnevali tradizionali. In quei quattro o cinque giorni vidi diversi di questi carnevali Mamoiada, incluso quello più carico e potente di Mamoiada, ma anche delle ricostruzioni teatrali, lo dico con molto rispetto. Fotografando, passeggiando, anche un po’ bevendo e riascoltando il suono della lingua di mio padre le imagini continuavano ad andare lì. E confesso che tornando a casa e rielaborando quelle immagini scrissi un progetto molto strutturato – con danze, musiche, suoni e colori – e per molti anni ho cercato di convincere qualcuno ad investire in questa avventura. Ci jo messo dieci anni a trovare qualcuno che potesse credere che si potesse recitare in sardo un’opera impronunciabile, come dicono gli inglesi.

Parliamo del sardo o dell’inglese?

Parliamo dell’inglese! Sapete che non si può nominare la parola Macbeth. Anche i teatranti italiani restano comunque terrorizzati, lo chiamano il dramma di stampo scozzese. E c’è un perchè. All’epoca c’era Giacomo I, che era succeduto ad Elisabetta, ad era un appassionato di stregoneria al punto che scrisse addirittura un trattato di stregoneria. Shakespeare in quest’opera gli rende omaggio in vari modi, riempiendolo di malefici e stregonerie vere e proprie.

In questa Barbagia c’è tutta la Scozia che di deve essere e vi raccomandiamo di andarlo a vedere. Una parola sul Giardino dei Ciliegi?

Non saprei cosa dire se non che è un autore che io amo profondamente ed è per me un maestro di scrittura di scena. È uno dei pochissimi autori che riesce a compiere lo straordinario attraverso l’ordinario. È un testo che io amo tantissimo ed è lontanissimo da Macbeth e da Shakespeare. Se dovessi usare un esempio musicale direi che Macbeth è una sinfonia, la Quinta di Beethoven, e Čechov può essere un quartetto d’archi. La differenza è questa, non si può paragonare il jazz alla musica sinfonica.

Foto | Triennale Milano Teatro

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 16/05/2022 delle 19:47

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 17/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    From Genesis To Revelation di martedì 17/05/2022

    From Genesis to Revelation è una trasmissione dedicata al rock-progressive: sebbene sporadicamente attiva già da molti anni, a partire dall’estate…

    From Genesis To Revelation - 17/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di lunedì 16/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 17/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 16/05/2022

    1- Guerra in Ucraina. Dopo la Finlandia anche la Svezia chiederà di fare parte della Nato. Putin afferma che la…

    Esteri - 16/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di lunedì 16/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 17/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di lunedì 16/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 17/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di lunedì 16/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 17/05/2022

  • PlayStop

    The Game di lunedì 16/05/2022

    1) L’Europa rallenta la sua crescita, la Commissione rivede al ribasso tutte le sue previsioni economiche. Per il 2022 un…

    The Game - 17/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 16/05/2022

    Dove si scopre che una signora a Mandello del Lario ha trovato una bomba a mano sgomberando il box e…

    Muoviti muoviti - 17/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di lunedì 16/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 17/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 16/05/2022

    Si parla con Tommaso Lisa del suo ultimo libro Insetti delle tenebre, coleotteri troglobi e specie relitte, Exorma edizioni, ma…

    Considera l’armadillo - 17/05/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 16/05/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 17/05/2022

  • PlayStop

    Bidoni raccogli acqua

    quando ci ergiamo a campioni del risparmio energetico, elargiamo biglietti capibara, disquisiamo di biciclette e infine impariamo la lezione orwelliana…

    Poveri ma belli - 17/05/2022

  • PlayStop

    Il porto di Genova. O della multinazionale MSC?

    Sempre più mega-container e sempre più immense navi crociera. Genova sembra ormai destinata a una vera e propria invasione dal…

    Omissis - 16/05/2022

  • PlayStop

    Zoja Svetova, Gli innocenti saranno colpevoli. Appunti di un'idealista. La giustizia ingiusta nella Russia di Putin

    ZOYA SVETOVA - GLI INNOCENTI SARANNO COLPEVOLI. APPUNTI DI UN'IDEALISTA. LA GIUSTIZIA INGIUSTA NELLA RUSSIA DI PUTIN – presentato da…

    Note dell’autore - 17/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 16/05/2022 delle 12:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 17/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 16/05/2022 delle 12:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 17/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 16/05/2022 delle 12:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 17/05/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 16/05/2022

    Dario Leone sullo spettacolo “Bum ha i piedi bruciati” al Teatro Franco Parenti, dedicato a Giovanni Falcone, la mostra su…

    Cult - 17/05/2022

  • PlayStop

    Il porto di Genova. O della multinazionale MSC?

    Sempre più mega-container e sempre più immense navi crociera. Genova sembra ormai destinata a una vera e propria invasione dal…

    Omissis - 17/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 16/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 17/05/2022

Adesso in diretta