Approfondimenti

Tim Cook, Apple e l’Fbi

Da cosa nasce cosa e da una tragedia come quella della strage di San Bernardino può nascere un dibattito sulla privacy che coinvolge l’Fbi e alcune tra le più potenti multinazionali del Globo. Gli attori in campo all’inizio erano un paio, un giudice federale che ha chiesto per conto dell’Fbi a Apple di poter accedere ai dati contenuti in un telefono di proprietà di uno degli attentatori di San Bernardino, rinvenuto sulla scena del crimine, e Apple.

Tim Cook, per conto di Apple, con una dichiarazione pubblica ha detto no al giudice, all’Fbi e indirettamente alle politiche securitarie del governo americano. I dati all’interno del cellulare resteranno, per quanto riguarda Apple, all’interno del cellulare. Dagli ingegneri di Cupertino non arriverà alcun aiuto informatico per aprire il cellulare e ricavarne dati più o meno utili alle indagini. In seguito alla dichiarazione del numero uno della Mela sono intervenuti nel dibattito anche altri grandi del settore come Google, Twitter e Whatsapp, sostenendo la presa di posizione di Tim Cook.

Secondo Tim Cook dare accesso all’Fbi ai dati contenuti nel telefono creerebbe un precedente pericoloso. Ovviamente Cook, come i vari Ceo coinvolti nel dibattito, sostiene che bisogna proteggere la cittadinanza dal terrorismo, ma aggiunge che rendere possibili degli hacking sui telefoni darebbe in mano al governo le chiavi ai dati personali di milioni di americani e non solo. Il dibattito e le dichiarazioni dei big della Silicon Valley lo si può seguire tranquillamente su Twitter, dove si sono palesati più o meno tutti quelli coinvolti nella storia. Infine, anche Zuckerberg per conto di Facebook si è schierato con i suoi colleghi. Sono principi politici o mosse di marketing? Probabilmente entrambe le cose.

A Maramao abbiamo approfondito il tema con Paolo Dal Checco, informatico forense dello studio Difob, che per lavoro in passato si è trovato in una posizione simile a quella del giudice americano, ossia nella situazione di dover accedere ai contenuti di un iPhone per un caso avvenuto in Italia. Oltre a raccontarci la sua esperienza con l’azienda americana, ci chiarisce meglio gli aspetti tecnici e giuridici del caso.

Ascolta qui sotto l’intervista a Paolo Dal Checcho trasmessa a Maramao

Paolo dal checco informatico forense parla di Tim Cook , Apple e governo americano

  • Autore articolo
    Disma Pestalozza
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di giovedì 30/06/2022 delle 19:47

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 01/07/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Serve & Volley di venerdì 01/07/2022

    Musica e parole per chiudere in bellezza il palinsesto dei giovedì! Con Marco Sambinello e Niccolò Guffanti.

    Serve&Volley - 07/01/2022

  • PlayStop

    News della notte di giovedì 30/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 01/07/2022

  • PlayStop

    Chassis di giovedì 30/06/2022

    Dal 2002 va in onda Chassis-Il contenitore di pellicole di Radio Popolare. Un programma pensato per informare ed evocare con…

    Chassis - 01/07/2022

  • PlayStop

    Esteri di giovedì 30/06/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 01/07/2022

  • PlayStop

    The Game di giovedì 30/06/2022

    Soldi, lavoro, avidità, disoccupazioni: il grande gioco dell’economia smontato ogni giorno da Raffaele Liguori.

    The Game - 01/07/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 25/06/2022

    Speciale AGENDA BRASIL - Festival Internazionale di Cinema Brasiliano 2022 alla sua nona edizione milanese dal 6 all'8 luglio. Ospiti…

    Avenida Brasil - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di giovedì 30/06/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 01/07/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di giovedì 30/06/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 01/07/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di giovedì 30/06/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 01/07/2022

  • PlayStop

    Snippet di sabato 25/06/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 25/06/2022

  • PlayStop

    Jack di giovedì 30/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 01/07/2022

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mercoledì 29/06/2022

    Jazz Ahead 179 - Playlist: 1. Earthlings, Anteloper, Pink Dolphins, International Anthem, 2022 2. Delfin Rosado, Anteloper, Pink Dolphins, International…

    Jazz Ahead - 29/06/2022

  • PlayStop

    Raul Montanari, Il Cristo zen

    RAUL MONTANARI – IL CRISTO ZEN – presentato da SANDRO GILIOLI

    Note dell’autore - 01/07/2022

  • PlayStop

    Frigoriferi in bolla

    quando gli ascoltatori danno prova di grande sapienza domestica, salutiamo Gilberto Dindini della Cedola e continuiamo a tenere una sciarpa…

    Poveri ma belli - 01/07/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di giovedì 30/06/2022 delle 12:50

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 01/07/2022

  • PlayStop

    Cult di giovedì 30/06/2022

    A Bari “Lungomare di libri” in collaborazione col Salone del Libro di Torino, “Timpani”il laboratorio di ascolto musicale di “Welcome…

    Cult - 01/07/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di giovedì 30/06/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 01/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di giovedì 30/06/2022

    IL VERTICE NATO SACRIFICA I CURDI. Orietta Moscatelli analista della rivista di geopolitica Limes, Eddi Marcucci attivista e combattente con…

    Prisma - 30/06/2022

  • PlayStop

    La NATO abbandona gli alleati curdi nelle mani di Erdogan

    La data del 29 giugno 2022 ha come filo conduttore l’ISIS, perché a Parigi è arrivata la sentenza del processo…

    Clip - 30/06/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di giovedì 30/06/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 01/07/2022

Adesso in diretta