Approfondimenti

Tillerson, la sfida con Mosca

Doveva essere l’incontro del riavvicinamento, dopo la tensione degli anni di Barack Obama.

E invece il meeting di oggi tra il segretario di stato USA Rex Tillerson e la sua controparte russa Sergey Lavrov sarà uno dei più tesi degli ultimi anni.

Il caso Siria e l’attacco americano alla base aerea di Shayrat hanno totalmente mutato lo scenario. Tillerson – da sempre amico fidato dei russi, tanto da essere insignito da Vladimir Putin nel 2012 dell’Ordine dell’amicizia per la collaborazione tra ExxonMobil, di cui Tillerson era CEO, e la compagnia petrolifera di stato Rosneft – ha detto che Mosca, nella sua gestione di Assad, è stata nel migliore dei casi “incompetente”, per non aver fermato la mano del presidente Assad, nel peggiore “corresponsabile”.

Contro Mosca in questi giorni si sono sentiti accenti che ricordano quelli degli anni della Guerra Fredda; con la vecchia guardia dei falchi repubblicani, da Lindsay Graham a John McCain, che hanno chiesto una politica più dura, di contrapposizione e contenimento, nei confronti delle ambizioni russe.

Donald Trump, per il momento, resta in silenzio e affida al suo portavoce Sean Spicer la dichiarazione ufficiale: con la difesa nei confronti del regime siriano, la Russia si sarebbe “messa al di fuori del concerto internazionale”. Le posizioni nell’amministrazione restano però alquanto divergenti e spesso confuse. James Mattis, il segretario alla Difesa, ha detto che gli Stati Uniti non cercano in Siria alcun regime change; la necessità del regime change è invece stata enfatizzata dall’ambasciatrice statunitense all’ONU, Nikky Haley.

Nelle ultime ore è emerso anche un documento di quattro pagine preparato dal National Security Council in cui, sulla base di informazioni di intelligence, si dice che le forze del governo di Assad, sotto pressione e in minoranza numerica, hanno coscientemente usato il gas sarin contro i ribelli e la popolazione; e che il governo di Mosca si è impegnato a coprire il crimine presso la comunità internazionale.

Un’accusa gravissima, di cui sicuramente si discuterà oggi durante l’incontro tra Tillerson e Lavrov.

  • Autore articolo
    Roberto Festa
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 25/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 25/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 24/06/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 25/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Stay human di sabato 25/06/2022

    Ogni sabato dalle 16.30 alle 17.30, musica e parole che ci tirano su il morale in compagnia di Claudio Agostoni…

    Stay human - 25/06/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 25/06/2022

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 25/06/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 25/06/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 25/06/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 25/06/2022

    Il ricordo di Patrizia Cavalli con Paolo Massari; le sorelle terribili di Simenon; la festa del Naga; La maschera: un…

    Good Times - 25/06/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 25/06/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 25/06/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 25/06/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 25/06/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 25/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 24/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 25/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 24/06/2022

    1-Stati Uniti. Dopo una lunga crociata reazionaria abolito il diritto all’aborto federale. La sentenza della Corte suprema sarà applicata nella…

    Esteri - 25/06/2022

  • PlayStop

    The Game di venerdì 24/06/2022

    Puntata speciale dedicata alla memoria di Stefano Rodotà (1933-2017), il grande giurista e intellettuale morto il 23 giugno di cinque…

    The Game - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 24/06/2022

    Dove si parla, e in alcuni casi si scopre, di come si possa parlare "corsivo". Ebbene sì. Poi ospitiamo lo…

    Muoviti muoviti - 25/06/2022

  • PlayStop

    Intervista a Pierfrancesco Favino di Barbara Sorrentini

    Al Bardolino Film Festival che si è tenuto la scorsa settimana, Barbara Sorrentini ha intervistato Pierfrancesco Favino, in occasione della…

    Clip - 25/06/2022

  • PlayStop

    Intervista a Pierfrancesco Favino di Barbara Sorrentini

    Al Bardolino Film Festival che si è tenuto la scorsa settimana, Barbara Sorrentini ha intervistato Pierfrancesco Favino, in occasione della…

    Clip - 24/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 24/06/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 25/06/2022

  • PlayStop

    L'Europa in casa nostra di venerdì 24/06/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 25/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 24/06/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 25/06/2022

Adesso in diretta