Approfondimenti

Stresa: quel cavo che non si doveva tranciare

magistrati strage Stresa funivia

Perché una funivia rifatta da testa a piedi cinque anni fa è caduta?
La notte  di  Stresa, nel Verbano, è stata illuminata dalle luci delle foto elettriche, a oltre mille metri di altezza, nei boschi del Mottarone. Si è lavorato senza sosta durante la notte per cercare le prove o anche solo gli indizi. Il cavo trainante si è spezzato e fino a ieri sera non c’era una versione univoca.

Si è tranciato il cavo portante, diceva il comandante dei Carabinieri. Il cavo portante è quello che regge il peso della cabina e dei suoi passeggeri. Ha ceduto il cavo trainante, quello che fa muovere la cabina, tirandola verso l’alto o verso il basso, secondo la versione fornita dal comandante dei Vigili del Fuoco.
Una cosa è chiara, secondo gli investigatori. Riguarda i sistemi di sicurezza. O non c’erano o non funzionavano o non sono stati sufficienti.
Eppure l’impianto era nuovo e tutti erano increduli, sgomenti. La sindaca di Stresa, Marcella Severino, della Lega, che non riusciva a dire che c’erano dei bambini morti, si interrompeva, si commuoveva, piangeva. L’impianto è del comune, i proprietari della società di gestione non si son fatti vedere, ha scritto una nota il loro avvocato per dire che i controlli erano a posto poi quel che è successo è tutto da verificare. Controlli sulle funi appena fatti, dovevano durare, dice la società.
La funivia ha ceduto nel punto di massima tensione, a poche centinaia di metri dalla vetta. Uno, due tonfi secchi dopo il volo nel vuoto, lo schianto, il sibilo dell’enorme cavo nell’aria come una frustata. Questo ha sentito la testimone che stava in un maneggio a due chilometri dal punto dell’incidente, il cavo ha sfiorato la sua proprietà e lei mostrava le foto della fune d’acciaio a terra.
Per noi è finita, avevamo appena riaperto, si dispera il ristoratore all’imbarcadero.
La sicurezza, indaghiamo su quello, dicevano i Carabinieri nei boschi di Mottarone mentre transitavano i furgoni che portavano a valle i morti.
La funivia era appena stata rifatta. La funivia è caduta. E non può essere caduta senza un perché

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 25/10/21 delle 19:48

    Metroregione di lun 25/10/21 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 26/10/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Indie-Re di mar 26/10/21

    Indie-Re di mar 26/10/21

    Radio Muse Indie-re - 26/10/2021

  • PlayStop

    Jazz Anthology di lun 25/10/21

    Jazz Anthology di lun 25/10/21

    Jazz Anthology - 26/10/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di lun 25/10/21

    News Della Notte di lun 25/10/21

    News della notte - 26/10/2021

  • PlayStop

    La pillola va giu di lun 25/10/21

    La pillola va giu di lun 25/10/21

    La Pillola va giù - 26/10/2021

  • PlayStop

    Il Suggeritore di lun 25/10/21

    Il Suggeritore di lun 25/10/21

    Il Suggeritore Night Live - 26/10/2021

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di lun 25/10/21

    Quel che resta del giorno di lun 25/10/21

    Quel che resta del giorno - 26/10/2021

  • PlayStop

    Esteri di lun 25/10/21

    1- L’Africa di fronte ai suoi vecchi demoni. ..Tre colpi di stato in due mesi. Dopo Mali e Guinea oggi…

    Esteri - 26/10/2021

  • PlayStop

    The Game di lun 25/10/21

    //Mps-Unicredit, stop alla trattativa. Il venditore (Mef) obbligato a vendere il suo 64% in Mps e così il compratore (Unicredit)…

    The Game - 26/10/2021

  • PlayStop

    Muoviti muoviti di lun 25/10/21

    Muoviti muoviti di lun 25/10/21

    Muoviti muoviti - 26/10/2021

  • PlayStop

    Di tutto un boh di lun 25/10/21

    Di tutto un boh di lun 25/10/21

    Di tutto un boh - 26/10/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 25/10/21

    Si parla con Massimo Vacchetta del Centro recupero Ricci La Ninna, del suo ultimo libro Raccontami qualcosa di bello, Storie…

    Considera l’armadillo - 26/10/2021

  • PlayStop

    Mixtape di dom 24/10/21

    CANZONI DAL 1994 - OASIS- LIVE FOREVER..REM- STRANGE CURRECIES..JEFF BUCKLEY - LOVER..PORTISHEAD - ROADS..BEASTIE BOYS- GET IT TOGETHER..PAVEMENT- CUT YOUR…

    Mixtape - 26/10/2021

  • PlayStop

    Jack di lun 25/10/21

    intervista a Giovanni Sparani, direttore artistico del Barezzi Festival

    Jack - 26/10/2021

  • PlayStop

    De cuius

    Poveri ma belli di lun 25/10/21

    Poveri ma belli - 26/10/2021

  • PlayStop

    Va Pensiero di dom 24/10/21

    Va Pensiero di dom 24/10/21

    Va Pensiero - 26/10/2021

  • PlayStop

    Piero Verni, Il sorriso e la saggezza

    PIERO VERNI - IL SORRISO E LA SAGGEZZA – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 25/10/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di lun 25/10/21 delle 12:47

    Seconda pagina di lun 25/10/21 delle 12:47

    Seconda pagina - 26/10/2021

  • PlayStop

    Giocare col fuoco #6 - 24 ottobre 2021

    Libri: ..Ernest Hemingway, Il vecchio e il mare (trad. Silvia Pareschi, Mondadori)..Jesmyn Ward, Sotto la falce (trad. Gaja Cenciarelli, NN…

    Giocare col fuoco - 26/10/2021

  • PlayStop

    Cult di lun 25/10/21

    ira rubini, cult, carolina cametti, bob rapsodhy, elfo puccini, tiziana ricci, donne e fotografia , fondazione matalon milano, silvia camporesi,…

    Cult - 26/10/2021

  • PlayStop

    Tutto scorre di lun 25/10/21

    Tutto scorre di lun 25/10/21

    Tutto scorre - 26/10/2021

  • PlayStop

    Prisma di lun 25/10/21

    QUIRINALE E RIFORMA ELETTORALE, LA PARTITA E GIA APERTA con i politologi Carlo Galli e Roberto D'Alimonte. - IL DISAGIO…

    Prisma - 26/10/2021

Adesso in diretta