Approfondimenti

Stati Uniti, attacco contro una clinica di Planned Parenthood

Tre persone sono state uccise in una clinica di Planned Parenthood a Colorado Springs. L’omicida, un uomo che era entrato sparando con un fucile nella clinica, è stato arrestato dopo essersi barricato per ore nella struttura sanitaria.

Le vittime sono due civili e un agente di polizia, Garrett Swasey, che lavorava nella vicina University of Colorado e che è stato tra i primi a rispondere alla richiesta di intervento della centrale. Alcuni membri dello staff sanitario si sono salvati rifugiandosi nelle aree di sicurezza appositamente designate per attacchi di questo tipo.

I primi colpi di arma da fuoco si sono uditi alle 11.38 ora locale nella clinica. Entro le 4 del pomeriggio, la polizia aveva evacuato la struttura. Poco dopo l’uomo si è arreso. Secondo alcune testimonianze, oltre a un fucile aveva con sé anche una bombola di gas propano.

Non sono ancora chiari i motivi del gesto, ma Vicki Cowart, presidente della sede di Planned Parenthood di Rocky Mountains, parla di un clima di tensione e rancore intorno al tema dell’aborto negli Stati Uniti, ciò che favorirebbe il verificarsi di episodi di violenza come questi.

“Come molti americani, siamo preoccupati perché gli estremisti stanno creando un ambiente avvelenato che nutre il terrorismo interno” ha detto la Cowart.

La clinica di Colorado Springs è stata negli ultimi anni l’oggetto di ripetute manifestazioni e proteste da parte degli attivisti anti-aborto, tanto da dover cambiare sede e trasferirsi in una struttura più volte descritta come una fortezza, per le misure di sicurezza e i controlli che la clinica ha dovuto mettere in atto per evitare possibili attacchi.

Planned Parenthood è un gruppo che offre servizi legati alla salute delle donne – tra cui l’aborto, che non è comunque l’attività principale delle sue strutture sanitarie. I repubblicani vogliono da tempo cancellare i fondi federali per il gruppo.

L’estate scorsa il gruppo è stato al centro di una polemica violenta.

Con una videocamera nascosta e montata sulle camicie, fingendosi rappresentanti di un’azienda che commercia in tessuti umani per la ricerca scientifica, attivisti anti-aborto  hanno ripreso lunghe conversazioni con membri di Planned Parenthood.

In nessuno di questi video i membri di Planned Parenthood affermano di commerciare parti dei feti degli aborti – ciò che è proibito dalla legge degli Stati Uniti; ma nel video parlano comunque, in modo piuttosto libero, dei feti e del fatto che Planned Parenthood fa pagare una quota per la loro conservazione e la spedizione agli istituti di ricerca (cosa consentita dalla legge).

In un frammento di girato, un medico di Planned Parenthood dice che gli aborti vengono realizzati in modo da mantenere il feto intatto per futuri scopi di ricerca.

“In nessun momento delle registrazioni emerge qualcosa di illegale”, ha detto Cecile Richards, presidente di Planned Parenthood. La furia di repubblicani, conservatori, gruppi cristiani è comunque esplosa in modo plateale.

La Richards ha dovuto testimoniare davanti al Congresso. Da più parti sono arrivate le richieste di de-finanziare il gruppo. Lo scontro, ancora una volta, è stato reso più aspro dall’imminente campagna per la presidenza 2016.

Recentemente, Radio Popolare ha trasmesso, nell’ambito della trasmissione Candide, un reportage da Wichita, Kansas, dove esistono alcuni dei gruppi anti-abortisti più forti e radicali d’America

candide-antiabortisti

  • Autore articolo
    Roberto Festa
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 23/09

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 23/09/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 23/09 delle 19:49

    Metroregione di mer 23/09 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 23/09/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 23/09

    Ora di punta di mer 23/09

    Ora di punta – I fatti del giorno - 23/09/2020

  • PlayStop

    Esteri di mer 23/09

    1- La commissione presenta il nuovo patto su migrazione e asilo...Secondo il gruppo dei verdi al Parlamento europeo la riforma…

    Esteri - 23/09/2020

  • PlayStop

    Malos di mer 23/09

    Malos di mer 23/09

    MALOS - 23/09/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di mer 23/09

    Uno di Due di mer 23/09

    1D2 - 23/09/2020

  • PlayStop

    Jack di mer 23/09

    Vito War, Bob Marley, Ultimo Concerto, Pittsburgh 1980

    Jack - 23/09/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 23/09

    Considera l'armadillo mer 23/09

    Considera l’armadillo - 23/09/2020

  • PlayStop

    Stay Human di mer 23/09

    Ray Chareles, Bruce Springsteen, Gulino, Paul Mac Cartney, Leggende metropolitane, Musica Maledetta

    Stay human - 23/09/2020

  • PlayStop

    Music Revolution 11

    Playlist: 01 Bob Dylan – Don’t Think Twice, It’s All Right - Album: “The Freewhilin’ Bob Dylan”..02 Led Zeppelin –…

    Music Revolution - 23/09/2020

  • PlayStop

    Memos di mer 23/09

    Un parlamento più piccolo, con 345 deputati e senatori in meno, dopo la vittoria dei SI al referendum. Cosa cambia…

    Memos - 23/09/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore - 23/09/20

    ANDREA FRANZOSO - VIVA LA COSTITUZIONE - presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 23/09/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 23/09

    ira rubini, cult, maurizio principato risonanze, festival verdi 2020, teatro regio parma, anna maria meo, vitaliano trevisan, il delirio del…

    Cult - 23/09/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 23/09

    Prisma di mer 23/09

    Prisma - 23/09/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 23/09

    Rassegna stampa internazionale di mer 23/09

    Rassegna stampa internazionale - 23/09/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 23/09

    Il demone del tardi - copertina di mer 23/09

    Il demone del tardi - 23/09/2020

Adesso in diretta