Approfondimenti

Sparatoria in una moschea di Quebec City

E’ un attacco terroristico contro i musulmani la sparatoria avvenuta ieri sera in una moschea di Quebec City, in Canada. Ne è convinto il primo ministro Justin Trudeau, che ha subito condannato l’assalto via Twitter. Secondo la ricostruzione della polizia, intorno alle 20 (ora locale ndr) tre uomini sono entrati nel Centro Islamico di Saint-Foy e hanno cominciato a sparare sui fedeli che erano riuniti per la preghiera. I morti sono sei, i feriti otto, ma il bilancio potrebbe essere provvisorio. “Siamo vicini alle famiglie delle vittime” – ha subito twittato Trudeau mentre il capo del governo del Quebec, Philippe Couillard, ha sottolineato che il suo esecutivo è mobilitato per garantire la sicurezza della popolazione.

Il presidente della moschea Mohamed Yangui, che non era all’interno al momento dell’assalto, ha parlato di una barbarie avvenuta in un luogo sacro. “Perché sta accadendo questo?” – ha chiesto, raccontando di aver ricevuto telefonate di persone sconvolte che erano all’interno della moschea proprio nel momento dell’attacco. Yangui ha riferito che non c’erano state minacce nei giorni scorsi e che c’è un ottimo rapporto tra i frequentatori della moschea e il quartiere.

La polizia ha detto di aver arrestato due persone e ha smentito che ve ne sia una terza in fuga, ipotesi che era fatta largo nelle prime ore. Non ci sono state, per ora, delle rivendicazioni ma l’attacco potrebbe essere una reazione alle parole di Trudeau che eri, in risposta alle politiche di Donald Trump, ha aperto le porte del Canada a tutti i rifugiati, di qualsiasi fede. Anche Greg Fergus, deputato del Quebec, ha scritto su Twitter che si tratta di un atto di terrorismo, il “risultato di anni di demonizzazione dei musulmani”.

La moschea era già stata oggetto di un attacco islamofobo lo scorso giugno, all’inizio del Ramadan, quando fu lasciata davanti all’ingresso una testa di maiale. La folta comunità islamica di Quebec City si è stretta attorno alle famiglie delle vittime dell’attacco alla moschea, una delle più grandi della zona con quasi cinquemila fedeli. In segno di rispetto, i politici canadesi stanno ora pensando di mettere a mezz’asta le bandiere all’assemblea nazionale.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 28/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 28/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 27/05/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 27/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 28/05/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 28/05/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 28/05/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 28/05/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 28/05/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 28/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 27/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 28/05/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 27/05/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 28/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 27/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 28/05/2022

  • PlayStop

    Ep. 10 – Life After Death – Una realtà inaccettabile

    Life After Death – Una realtà inaccettabile

    Who shot ya - 28/05/2022

  • PlayStop

    Ep. 7 – Our Side Till We Die – Conflitto Tra Coste

    Our Side Till We Die – Conflitto Tra Coste

    Who shot ya - 28/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 27/05/2022

    1- Egitto. Lo sciopero della fame di Alaa Abdel Fattah, una sfida lanciata al Presidente Al Sisi. Da 56 giorni…

    Esteri - 28/05/2022

  • PlayStop

    Lezioni di antimafia di venerdì 27/05/2022

    “Giustizia, Diritti e Memoria” È il titolo del nuovo e sesto ciclo di lezioni di antimafia che inizia martedì 15…

    Lezioni di antimafia - 28/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 27/05/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 28/05/2022

  • PlayStop

    Ep. 2 – All Eyez On Me – Chi era Tupac Amaru Shakur

    All Eyez On Me – Chi era 2Pac Amaru Shakur

    Who shot ya - 28/05/2022

  • PlayStop

    I premi dell'Operazione Primavera - Scuola di Arte Applicata

    La Scuola di Arte Applicata di Milano mette a disposizione tre corsi online per una persona, relativi alla tecnica di…

    Clip - 27/05/2022

  • PlayStop

    I premi dell'Operazione Primavera - Viaggi&Miraggi

    L'agenzia Viaggi&Miraggi mette in palio un viaggio a Lanzarote per 2 persone, il nostro primo premio. Al1 e Disma hanno…

    Clip - 27/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di venerdì 27/05/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 28/05/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 27/05/2022

    Tommaso Toma ricorda Andy Fletcher, Intervista a Cathy Lucas ( Vanishing Twins)

    Jack - 28/05/2022

  • PlayStop

    Ramen Remix

    quando il dj emergente Niccolò Guffanti presenta il nuovo remix di Noi siamo i Robot da lui stesso eseguito, poi…

    Poveri ma belli - 28/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 27/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 28/05/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 27/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare: l'ultimo collegamento da Cannes con Barbara Sorrentini, Tiziana Ricci parla della…

    Cult - 28/05/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 27/05/2022

    Torniamo a parlare dei Medici di Medicina generale; le ultime decisioni prese dalla Regione in materia sanitaria; ci spostiamo a…

    37 e 2 - 28/05/2022

Adesso in diretta