Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mer 19/02 delle ore 19:31

    GR di mer 19/02 delle ore 19:31

    Giornale Radio - 19/02/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 19/02

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 19/02/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 19/02 delle 19:47

    Metroregione di mer 19/02 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 19/02/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 19/02 (seconda parte)

    Ora di punta di mer 19/02 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/02/2020

  • PlayStop

    Esteri di mer 19/02

    1-Intelligenza artificiale. Nel suo libro bianco l’unione europea chiede norme obbligatorie. Il riconoscimento facciale è tra i sistemi ad alto…

    Esteri - 19/02/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 19/02 (prima parte)

    Ora di punta di mer 19/02 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/02/2020

  • PlayStop

    Malos di mer 19/02 (seconda parte)

    Malos di mer 19/02 (seconda parte)

    MALOS - 19/02/2020

  • PlayStop

    Malos di mer 19/02 (prima parte)

    Malos di mer 19/02 (prima parte)

    MALOS - 19/02/2020

  • PlayStop

    Due di due di mer 19/02 (seconda parte)

    Due di due di mer 19/02 (seconda parte)

    Due di Due - 19/02/2020

  • PlayStop

    Due di due di mer 19/02 (prima parte)

    Due di due di mer 19/02 (prima parte)

    Due di Due - 19/02/2020

  • PlayStop

    Jack di mer 19/02 (seconda parte)

    Jack di mer 19/02 (seconda parte)

    Jack - 19/02/2020

  • PlayStop

    Jack di mer 19/02 (prima parte)

    Jack di mer 19/02 (prima parte)

    Jack - 19/02/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 19/02

    Considera l'armadillo mer 19/02

    Considera l’armadillo - 19/02/2020

  • PlayStop

    Radio Session 19-02-20

    a cura di Giordano Casiraghi, con Barbara Volpi.

    Radio Session - 19/02/2020

  • PlayStop

    Tazebao di mer 19/02

    Tazebao di mer 19/02

    Tazebao - 19/02/2020

  • PlayStop

    Memos di mer 19/02

    Quante “Italie” ci sono in Italia? E quali sono le differenze tra loro? E se quelle differenze sono dei veri…

    Memos - 19/02/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore 19/02/20

    MARCO PASTONESI - IL MIO CALCIO LIBERO - presentato da MATTEO SERRA

    Note dell’autore - 19/02/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 19/02 (seconda parte)

    ira rubini, cult, maurizio principato risonanze, cimitero monumentale, carla de bernardi, passeggiata con quiz, tiziana ricci, indifesa, contro la violenza…

    Cult - 19/02/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 19/02 (prima parte)

    ira rubini, cult, maurizio principato risonanze, cimitero monumentale, carla de bernardi, passeggiata con quiz, tiziana ricci, indifesa, contro la violenza…

    Cult - 19/02/2020

  • PlayStop

    Barrilete Cosmico di mer 19/02

    Il profilo di Socrates e la Democrazia Corintiana, la squalifica del Manchester City dalla Champions League, rubrici libri e sport…

    Barrilete Cosmico - 19/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 19/02 (terza parte)

    Prisma di mer 19/02 (terza parte)

    Prisma - 19/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 19/02 (seconda parte)

    Prisma di mer 19/02 (seconda parte)

    Prisma - 19/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 19/02 (prima parte)

    Prisma di mer 19/02 (prima parte)

    Prisma - 19/02/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

Siria, confermato l’uso di armi chimiche

Nell’attacco contro una cittadina nel nord della Siria, lo scorso aprile, sono state usate sostanze chimiche. Lo dice un rapporto dell’Organizzazione per la Prevenzione delle Armi Chimiche. La cittadina è Khan Sheikhun. L’attacco fu il 4 aprile. Pochi giorni dopo gli americani bombardarono la base militare siriana dalla quale potrebbero essere partiti i caccia siriani responsabili di quell’azione.

L’Organizzazione per la Prevenzione delle Armi Chimiche non si è pronunciata – non era nel suo mandato – sulle possibili responsabilità, ma ha confermato che sulla cittadina di Khan Sheikhun sono piovute munizioni con sostanze chimiche, vietate dal diritto internazionale, nello specifico il sarin.

Secondo il rapporto gli agenti chimici sarebbero usciti da un cratere, formatosi dopo l’impatto di un grosso proiettile. Alcune sostanze sono state trovate anche nei campioni di sangue e urine prelevati dalle vittime. Ci furono più di 100 morti e oltre 300 persone contaminate. Il rapporto sembra coincidere con il racconto dei testimoni, secondo i quali il sarin fuoriuscì proprio da un razzo o da un grosso proiettile lanciato da un caccia dell’aviazione siriana la mattina del 4 aprile.

Il regime di Damasco e il suo alleato russo sostengono invece che le sostanze fuoriuscirono da un deposito di armi dell’opposizione, colpito dall’aviazione siriana. Resoconti giornalistici hanno negato la presenza di depositi di armi in quella zona. Un’ulteriore inchiesta delle Nazioni Unite dovrà ora stabilire chi fu il responsabile di quell’attacco.

L’uso di armi chimiche è una delle tante questioni controverse della guerra siriana. Nel 2013 un grosso attacco alla periferia di Damasco fece almeno 1.300 morti e portò alla consegna – probabilmente solo parziale – dell’arsenale chimico del regime. La questione è proprio questa, consegna parziale, perché negli anni successivi ci sono stati altri attacchi, mai indagati a fondo ma per i quali è molto difficile escludere responsabilità del governo di Assad.

  • Autore articolo
    Emanuele Valenti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni