Approfondimenti

Samir Amin, marxista, anticipò il futuro

samir amin

È morto nel fine settimana Samir Amin, economista marxista e militante politico franco-egiziano. Aveva 87 anni.

Nel 2013, in occasione del Forum Sociale di Tunisi, Samir Amin incontrò Radio Popolare. Espresse il suo pensiero critico sull’esito della ‘primavera egiziana’ del 2011:

“Su tutti i muri del Cairo da diversi mesi si può leggere uno slogan magnifico che riassume la situazione e dice: ‘la rivoluzione non ha cambiato il sistema ma ha cambiato il popolo’.
Bene, il sistema effettivamente, ha recuperato da elezioni affrettate in nome della sedicente democrazia. Si sa che delle elezioni affrettate non danno nessun risultato. Piuttosto, ci sarebbe stato bisogno di una lunga transizione, per permettere al popolo in rivolta di riorganizzarsi, di ripoliticizzarsi e di comprendere quali sono le vere poste in gioco.

Con delle elezioni frettolose si è voluto invece impedirgli di beneficiare della sua vittoria. Questo era fin dall’inizio il piano strategico dell’imperialismo per chiamarlo con il suo nome.
Se quindi niente è cambiato, la rivoluzione però ha cambiato il popolo. Vale a dire che ormai il popolo è politicizzato, ha gli occhi aperti, ha ripreso coraggio, sa che non gli si potrà imporre per troppo tempo un ritorno indietro, una stabilizzazione del sistema così com’è”.

Alfredo Somoza ricorda così Samir Amin

L’economista franco-egiziano Samir Amin è stato un pensatore che anticipò molti dei nodi fondamentali della seconda metà del ‘900. Marxista critico dell’Unione Sovietica, si contraddistinse per i suoi studi sul post-colonialismo e sul sottosviluppo.

Ispiratore del cosiddetto terzomondismo, le sue più lungimiranti pagine le dedicò alla globalizzazione, coniando il concetto di eurocentrismo per definirla. La sua teoria più nota fu quella dello sganciamento. Il bisogno cioè per i paesi periferici di uscire dal sistema-mondo modellato dall’Occidente per costruire un nuovo ordine Sud-Sud.

Secondo Amin si doveva lavorare per un nuovo equilibrio con la partecipazione di Pechino, Dehli e Brasilia, e questo anni prima della nascita dei paesi Brics. Europeo ma anche egiziano, Amin fu un critico feroce dell’Islam politico che invece di diventare movimento di liberazione è lo strumento reazionario delle oligarchie mediorientali.

Il pensiero di Amin restò sempre libero, interpretando il suo tempo, ma interrogando sempre il futuro.

samir amin

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 25/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 26/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 24/06/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 26/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 25/06/2022

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 26/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 25/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 26/06/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di sabato 25/06/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 26/06/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 25/06/2022

    La trasmissione è un appuntamento con l’arte e la fotografia e con le ascoltatrici e gli ascoltatori che vogliono avere…

    I girasoli - 26/06/2022

  • PlayStop

    Stay human di sabato 25/06/2022

    Ogni sabato dalle 16.30 alle 17.30, musica e parole che ci tirano su il morale in compagnia di Claudio Agostoni…

    Stay human - 26/06/2022

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 25/06/2022

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 26/06/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 25/06/2022

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 26/06/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 25/06/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 26/06/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 25/06/2022

    Il ricordo di Patrizia Cavalli con Paolo Massari; le sorelle terribili di Simenon; la festa del Naga; La maschera: un…

    Good Times - 26/06/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 25/06/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 26/06/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 26/06/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 26/06/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 25/06/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 26/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 24/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 26/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 24/06/2022

    1-Stati Uniti. Dopo una lunga crociata reazionaria abolito il diritto all’aborto federale. La sentenza della Corte suprema sarà applicata nella…

    Esteri - 26/06/2022

  • PlayStop

    The Game di venerdì 24/06/2022

    Puntata speciale dedicata alla memoria di Stefano Rodotà (1933-2017), il grande giurista e intellettuale morto il 23 giugno di cinque…

    The Game - 26/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 24/06/2022

    Dove si parla, e in alcuni casi si scopre, di come si possa parlare "corsivo". Ebbene sì. Poi ospitiamo lo…

    Muoviti muoviti - 26/06/2022

Adesso in diretta