Approfondimenti

Roma, l’oblio e gli “scontrini fumanti”

Che cosa insegna la vicenda di Roma di questi ultimi mesi: dalle dimissioni del sindaco Marino, tornando indietro all’inchiesta “mafia-capitale”, alle elezioni romane del 2013?

Memos lo ha chiesto a Christian Raimo, giornalista scrittore e insegnante, romano. «Quella di Roma – dice – è una vicenda che mette insieme molte delle debolezze della politica italiana: la debolezza di una città grande, estesa, difficile da amministrare; la debolezza dei partiti (pd, sel) che non riescono a fare da traduttore di quelle che sono le istanze di cambiamento; la debolezza di una riforma morale della politica che non può essere fatta a colpi d’accetta; e infine, la debolezza di una domanda di politica dal basso che però non riesce a trovare una sintesi».

Raimo descrive Roma come una città con due facce: «c’è una città con il centro storico, sempre più turistica, gentrificata, più disneyland, in cui vivono poco meno di un milione di persone; c’è poi un’altra città, di due milioni di abitanti, che è un’immensa periferia che ormai arriva ai confini del Lazio.

Christian Raimo
Christian Raimo

Negli ultimi anni c’è stata un’emigrazione enorme verso la periferia, con una conseguente cementificazione, senza che fosse accompagnata da una rete di trasporti e di servizi». Chi ha amministrato Roma, il sindaco Marino, conosceva questa città? «Marino aveva toccato punti importanti: la lotta all’abusivismo commerciale, il contrasto alla mafia, alla corruzione e al consociativismo. Non è che non ha fatto nulla. Però non ha toccato i centri nevralgici dei problemi: la disuguaglianza, ad esempio. Se vado a Boccea (periferia romana, ndr) e chiedo a dei ragazzi cosa fanno il sabato pomeriggio loro mi rispondono che vanno “a Roma” e non “in centro”. C’è quindi un’idea che la città sia altro, e quest’idea riguarda due milioni di persone».

Ascolta la puntata di Memos

  • Autore articolo
    Raffaele Liguori
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di dom 20/09

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 21/09/2020

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Sacca del Diavolo di dom 20/09

    Sacca del Diavolo di dom 20/09

    La sacca del diavolo - 21/09/2020

  • PlayStop

    Yes Weekend di dom 20/09

    Yes Weekend di dom 20/09

    Yes Weekend! - 21/09/2020

  • PlayStop

    Bollicine di dom 20/09

    Bollicine di dom 20/09

    Bollicine - 21/09/2020

  • PlayStop

    Pop Cast di dom 20/09

    Pop Cast di dom 20/09

    PopCast - 21/09/2020

  • PlayStop

    Italian Girl di dom 20/09

    Italian Girl di dom 20/09

    Italian Girl - 21/09/2020

  • PlayStop

    Avenida Brasil di dom 20/09

    Avenida Brasil di dom 20/09

    Avenida Brasil - 21/09/2020

  • PlayStop

    Camera Sud del dom 20/09

    Camera Sud del dom 20/09

    Camera a sud - 21/09/2020

  • PlayStop

    Onde Road di dom 20/09

    Onde Road di dom 20/09

    Onde Road - 21/09/2020

  • PlayStop

    Favole al microfono di dom 20/09

    Favole al microfono di dom 20/09

    Favole al microfono - 21/09/2020

  • PlayStop

    Snippet di sab 19/09

    Snippet di sab 19/09

    Snippet - 21/09/2020

  • PlayStop

    Conduzione Musicale di sab 19/09

    Conduzione Musicale di sab 19/09

    Conduzione musicale - 21/09/2020

  • PlayStop

    Domino di sab 19/09

    Domino di sab 19/09

    Domino - 21/09/2020

  • PlayStop

    Passatel di sab 19/09

    Passatel di sab 19/09

    Passatel - 21/09/2020

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 19/09

    I Girasoli di sab 19/09

    I girasoli - 21/09/2020

  • PlayStop

    Sabato Libri di sab 19/09

    Sabato Libri di sab 19/09

    Sabato libri - 21/09/2020

  • PlayStop

    Itaca di sab 19/09

    Itaca di sab 19/09

    Itaca - 21/09/2020

Adesso in diretta