Approfondimenti

Il mondo si interroga sull’Afghanistan, la Sicilia in giallo, il rave di Viterbo e le altre notizie della giornata

Il racconto della giornata di mercoledì 18 agosto 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. “Accogliamoli, ma non in Europa”. Come è già accaduto con la crisi siriana, il tentativo dell’Unione europea pare essere quello di “esternalizzare” i confini. La commissaria europea Ylva Johansson è stata chiara: “Non dobbiamo aspettare che le persone arrivino alle porte dell’Unione europea attraverso rotte migratorie sicure e illegali”. Intanto il nuovo regime di Kabul continua a mostrare la sua facciata moderata e si parla di un governo “inclusivo” mentre le milizie sparano sui manifestanti nella città di Jalalabad. Ultima per copertura vaccinale, prima ad aver superato la soglia di rischio nei reparti di terapia intensiva: la Sicilia è ormai un problema per la diffusione del Covid. Conclusa la prima missione per la nave umanitaria ResQ People, che sbarca in serata con 166 persone. Quinto giorno di rave party nel Viterbese, ma sembra che nessuno abbia idea di come intervenire. Infine, l’andamento della pandemia di Covid in Italia.

L’Unione europea tenta (ancora una volta) di “esternalizzare” i confini

Il mondo si interroga su cosa fare con l’Afghanistan talebano, se interrompere i contatti o meno, e quindi in qualche modo riconoscerne la legittimità. Se da una parte ci sono paesi come il Canada di Justin Trudeau che dice che non tratterà mai con i talebani, altri aprono. “Dobbiamo giudicare i talebani secondo le loro azioni, non in base alle parole” dice Boris Johnson, premier britannico. “Un riconoscimento del governo talebano deve avvenire in modo unitario a opera della comunità internazionale, non a livello bilaterale” ha aggiunto. E quella comunità internazionale si riunisce domani, nel G7 dei ministri degli esteri. L’Europa sta invece cominciando a tratteggiare quella che potrebbe essere la sua politica per dare soccorso a chi scappa dall’Afghanistan.

Accogliamoli, ma non in Europa. Come già fatto con la Turchia e la crisi Siriana, l’Unione Europea pensa di esternalizzare i confini anche con la crisi afghana, finanziare i paesi limitrofi affinchè accolgano lì le persone in fuga. Alla riunione con i ministri degli interni europei del pomeriggio, la commissaria dell’unione Ylva Johanson è stata chiara: “Non dobbiamo aspettare che le persone arrivino alle porte dell’Unione Europea, in modo illegale e vittime dei trafficanti, non aspettiamo che le persone arrivino alle frontiere dell’Ue, lavoriamo con i paesi della regione per dare l’assistenza necessaria”. In questo senso si starebbe già muovendo la Germania, perché la cancelliera Angela Merkel oggi ha parlato al telefono col presidente uzbeko Mirziyoyev per concordare voli umanitari per l’evacuazione dei cittadini afgani.

Oggi l’ex presidente afghano Ashraf Ghani ha annunciato che “parlerà alla nazione”. Ora si trova negli Emirati Arabi con la famiglia. Sarebbe fuggito da Kabul con 169 milioni di dollari sottratti alle casse dello stato, questa almeno l’accusa arrivata dall’ambasciatore dell’Afghanistan in Tagikistan. Il nuovo regime di Kabul continua a mostrare la sua facciata moderata, parla di “governo inclusivo” ma non è chiaro con chi. Ma a Jalalabad le milizie sparano sulle prime proteste e ci sono tre morti. All’aeroporto continua la calca di chi cerca di scappare. Come le donne afghane, tutt’altro che rassicurate dalle prime dichiarazioni. “Si nascondono per paura di perdere tutto” racconta a Radio Popolare Gabriella Gagliardo, presidente di Cisda, il coordinamento italiano per il sostegno alle donne afghane.

La ResQ People sbarca a Siracusa

Concluse le operazioni di sbarco dalla nave umanitaria ResQ People. Stamattina ha attraccato ad Augusta, in provincia di Siracusa con a bordo 166 migranti soccorsi nei giorni scorsi nel Mediterraneo. Sentiamo la testimonianza di Cecilia Strada, che era a bordo della nave.

Intanto la Geo Barents di Medici senza frontiere è ancora in attesa di un porto sicuro. A bordo ci sono 322 persone salvate da diverse imbarcazioni in difficoltà nel Mediterraneo.

La Sicilia è l’ultima per vaccinati e la prima per ricoveri

La Sicilia è la prima regione a superare le soglie di rischio sia per i ricoveri in terapia intensiva, sia per i posti letto occupati da malati covid. Le rianimazioni hanno raggiunto il 10%, i reparti il 17%. Cala invece la Sardegna che con la creazione di nuovi posti in rianimazione è scesa al 9, continuano a crescere Toscana e Calabria al 7%. In generale si conferma il dato per cui sono le regioni con afflussso turistico a portare in alto il numero dei contagi. Ma la Sicilia è un caso, non solo per i contagi, ma è anche la regione in coda per copertura vaccinale. L’assessore della Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza, sottolinea proprio questo dato: il 90% di ricoverati sono non vaccinati. L’assessore ha anche annunciato un aumento dei posti letto e nuovi parametri per le dimissioni dei pazienti. E nel pieno della stagione, scagiona il turismo: non è colpa loro, dice. Ma con questi dati sarà la prima regione a tornare in zona gialla, con obbligo mascherine all’aperto e regole più stringenti per i locali pubblici.

Il rave party che va avanti da cinque giorni

La procura ha aperto un fascicolo di indagine sulla morte del ragazzo di 25 anni avvenuta al rave party nelle campagne di Valentano (in provincia di Viterbo). Nel fascicolo si procede per morte come conseguenza di altro reato. Intanto l’evento non autorizzato, a cui stanno partecipando migliaia di persone arrivate da tutta Europa, è al suo quinto giorno consecutivo. Una “situazione fuori controllo, nessuna trattativa possibile”, ha detto l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. “Va ripristinato il corretto ordine pubblico, identificate le persone e individuate le responsabilità di un simile assembramento”, ha aggiunto. La polizia, i carabinieri e la guardia di finanza controllano da giorni la zona a ridosso del terreno per impedire nuovi accessi. Non ci sono stati tentativi di sgombero e non è chiaro, per il momento, come e se ci sarà un intervento per mettere fine al rave. Secondo l’agenzia stampa Ansa, che cita fonti del Viminale, polizia, carabinieri e guardia di finanza “stanno lavorando con grande senso di responsabilità ed equilibrio per ripristinare la legalità nel più breve tempo possibile”.

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

Tornano a Salire i casi quotidiani di Covid: sono 7.162 i positivi ai test nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Il tasso risale al 3,2%. Continua a salire la curva dei morti, 69 quelli registrati oggi, così come le ospedalizzazioni. 19 in più i posti letto occupati nelle rianimazioni con 50 nuovi ingressi, 87 in più nei reparti ordinari. Si conferma il quadro di un’Italia divisa in 2 con le regioni con la più alta concentrazione di turismo in crescita.

https://twitter.com/MinisteroSalute/status/1428039042067742724

Foto | Una donna indossa un burqa durante una mobilitazione in supporto alle vittime della guerra in Afghanistan, a Bruxelles

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di giovedì 18/08/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 19/08/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di giovedì 18/08/2022 delle 21:00

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 19/08/2022

  • PlayStop

    Popsera di giovedì 18/08/2022

    Popsera è lo spazio che dedicheremo all’informazione nella prima serata per tutta l’estate. Si comincia alle 18.35 con le notizie…

    Popsera - 19/08/2022

  • PlayStop

    La Portiera di giovedì 18/08/2022

    Dopo aver rivoltato la redazione della radio come un calzino durante le vacanze invernali, Cinzia Poli ritorna in portineria per…

    La Portiera - 19/08/2022

  • PlayStop

    Democrazia, maneggiare con cura. Una difesa preventiva di valori e principi fondamentali

    Ospiti di Lele Liguori: Ota De Leonardis, sociologa, ha insegnato all’Università Bicocca, fa parte del comitato scientifico del Centro per…

    All you need is pop 2022 - 19/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Ben Harper

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista Ben Harper

    Jack - 19/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Ben Harper

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista Ben Harper

    Jack meets - 19/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Ben Harper

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista Ben Harper

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: The Zen Circus

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci ospita gli The Zen Circus

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Africa Unite

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista gli Africa Unite

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Emeli Sandé

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Emeli Sandé ospite di Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Bloc Party

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. I Bloc Party ospiti di Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Fantastic Negrito

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Fantastic Negrito ospite di Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Xavier Rudd

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Xavier Rudd intervistato da Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Selah Sue

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista Selah Sue

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di giovedì 18/08/2022 delle 15:34

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 19/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Cypress Hill

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. I Cypress Hill ospiti di Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Franz Ferdinand

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Franz Ferdinand

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack Meets: Giovanni Truppi

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Giovanni Truppi

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Alt-J

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Alt-J

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Litfiba

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Litfiba

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Samuele Bersani

    Le interviste del magazine musicale di Radio popolare. Samuele Bersani

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Cimafunk

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Cimafunk

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Carmen Consoli

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Carmen Consoli

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Puntata 4 - Factory/In cerca di lavoro

    B. Springsteen, Working on the Highway, Factory, Highway Patrolman (Johnny Cash) W.A. Mozart, Concerto per flauto in Sol maggiore, op.…

    American Life - 19/08/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di giovedì 18/08/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 19/08/2022

Adesso in diretta