Approfondimenti

L’accordo sul clima al G7, il dibattito sulla vaccinazione eterologa e le altre notizie della giornata

G7

Il racconto della giornata di domenica 13 giugno 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Si è chiuso oggi il G7 in Cornovaglia con l’impegno contro il cambiamento climatico e per la global tax. Ancora caos in Lombardia sui richiami degli under 60 vaccinati col siero di AstraZeneca, mentre Draghi ostenta sicurezza e la grana Johnson&Johnson potrebbe scoppiare presto. Chiusa l’era di Pablo Iglesias Podemos ha una nuova leader: Ione Belarra, attuale ministra dei Diritti Sociali nel governo spagnolo. Infine l’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia.

G7, accordo sul clima e sulla global tax

Oltre alla lotta alla pandemia, per cui di nuovo è stata fatta la promessa di dare un miliardo di dosi ai paesi poveri, al G7 che si è concluso oggi in Cornovaglia l’impegno quantomeno a parole, è stato contro il cambiamento climatico e per la global tax.
Firmiamo un accordo per azzerare le emissioni nette entro il 2050 e contenere l’aumento delle temperature entro 1,5 gradi” – ha detto la presidente della Commissione Europea, Von Der Leyen.
Sulla global tax, ribadita l’intenzione di introdurre una tassa minima del 15% per le corporations. Ma i passaggi per renderla concreta saranno lunghi, complessi e niente affatto scontati. Il nostro collaboratore Andrea Di Stefano:

Sul piano geopolitico un’altra importante conclusione riguarda i rapporti tra Occidente e Cina. È passata la stretta voluta da Biden. Il presidente USA ha ottenuto una dichiarazione sui diritti umani e soprattutto sulla via della seta, la rete di relazioni politiche e commerciali tra Europa e Pechino di cui l’italia era stata capofila negli anni in cui a Washington c’era Trump.
“Esamineremo con attenzione il dossier”, ha detto Draghi alla fine. Andrea Di Stefano:


 

Favorevoli e contrari alla vaccinazione eterologa

Ha retto poche ore l’appello del Ministro Speranza alle Regioni sul mix di vaccini per le seconde dosi dopo lo stop di AstraZeneca agli under 60. Il presidente della Campania Vincenzo De Luca ha detto che la sua regione non somministrerà vaccini diversi da quelli usati per la prima dose. E ha anche detto che non somministrerà più AstraZeneca in tutte le fasce di età, non rispettando, anche su questo punto, le indicazioni del governo che parlano invece della somministrare di AstraZeneca agli over 60. Si rischia quindi ancora un po’ di confusione, anche se dal G7 Draghi ha detto di essere tranquillo, la campagna vaccinale proseguirà senza troppi intoppi.

La vaccinazione eterologa – il mix di vaccini – è già utilizzata da Paesi importanti come la Germania da diverse settimane e i risultati sono incoraggianti, ha detto il ministro della Salute Speranza. “Vi sono alcuni studi che testimoniano come la risposta immunitaria sia addirittura migliore di quella con due dosi dello stesso vaccino” ha detto il ministro.
Favorevole anche il professor Massimo Galli, virologo dell’ospedale Sacco di Milano:

A breve però potrebbe scoppiare la grana Johnson&Johnson. Nel CTS ci sono opinioni diverse sul suo utilizzo negli under 60. Il comitato di esperti ne ha raccomandato l’utilizzo solo per chi ha più di 60 anni. Per il momento è ancora in vigore questa raccomandazione, il ministero non lo ha vietato. Alle quattro regioni che avevano già deciso di stopparlo – Piemonte, Liguria, Puglia e Sardegna – si aggiunge anche la Lombardia che ha sospeso la somministrazione di Johnson&Johnson per chi ha meno di 60 anni.

Le cancellazioni dei richiami per gli under 60 in Lombardia

(di Luca Parena)

Dopo la confusione e l’incertezza di sabato pomeriggio, le cancellazioni. Cancellazioni che rimandano a nuove comunicazioni, ma dopo i tentennamenti di ieri Regione Lombardia si adeguerà alle direttive ministeriali. Per ora ha annullato gli appuntamenti degli under 60 che, dopo aver ricevuto la prima dose di AstraZeneca, avrebbero dovuto fare il richiamo in queste ore. Ha comunicato che il vaccino monodose Johnson&Johnson sarà riservato a chi ha più di 60 anni. Al momento, queste sono le uniche certezze. 
Oggi nei centri vaccinali più grandi di Milano, alla Fiera e a Palazzo delle Scintille, gli appuntamenti erano principalmente per prime dosi con Pfizer o Moderna. Ora però chi ha meno di 60 anni e ha fatto la prima dose con AstraZeneca lo scorso marzo, attende al più presto da Regione una nuova prenotazione per il richiamo secondo la cosiddetta “vaccinazione eterologa”, quindi con Pfizer o Moderna.

Spagna. Ione Belarra è la nuova leader di Podemos

Chiusa l’era di Pablo Iglesias Podemos ha una nuova leader: Ione Belarra, attuale ministra dei Diritti Sociali nel governo spagnolo, ha vinto le primarie del partito nato dal movimento degli Indignados. Belarra ha ottenuto l’85% dei voti.


 

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mercoledì 18/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 19/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 18/05/2022 delle 19:49

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 19/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di mercoledì 18/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mercoledì 18/05/2022

    I suoni dell’architettura. A cura di Roberto Centimeri e Riccardo Salvi.

    Gimme Shelter - 19/05/2022

  • PlayStop

    Il giusto clima di mercoledì 18/05/2022

    Con Fabio Ciconte parliamo della grande industria agricola e alimentare mondiale, con Samantha Pilati, meteorologa dell'Osservatorio Milano Duomo, dell’ondata di…

    Il giusto clima - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    The Game di mercoledì 18/05/2022

    1) Indipendenti da Mosca, ma non ancora dal nucleare e dal carbone. Il piano europeo Re-PowerEu punta a ridurre la…

    The Game - 19/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di mercoledì 18/05/2022

    Dove si parla della lettera dell'assessore al turismo della regione Liguria Gianni Berrino a Google perché le recensioni dei ristoranti…

    Muoviti muoviti - 19/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mercoledì 18/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 19/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di mercoledì 18/05/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 19/05/2022

  • PlayStop

    Jack di mercoledì 18/05/2022

    Live di Bandabardò e Cisco, Live di Galeffi

    Jack - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gianumberto Accinelli, Dagli animali si impara. Le invenzioni tecnologiche che abbiamo copiato dal regno animale

    GIANUMBERTO ACCINELLI - DAGLI ANIMALI SI IMPARA. LE INVENZIONI TECNOLOGICHE CHE ABBIAMO COPIATO DAL REGNO ANIMALE - presentato da CECILIA…

    Note dell’autore - 18/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di mercoledì 18/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 19/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 18/05/2022

    il Festival di Cannes, l'intervista ad Arianna Bacheroni protagonista della serie “Bang Bang Baby“, il libro “Il custode del bosco”…

    Cult - 19/05/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 18/05/2022

    il Festival di Cannes, l'intervista ad Arianna Bacheroni protagonista della serie “Bang Bang Baby“, il libro “Il custode del bosco”…

    Cult - 19/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 18/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 19/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 18/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 19/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 18/05/2022

    GUERRA IN UCRAINA, AGGIORNAMENTI E ANALISI Con Nico Piro, inviato speciale Rai, in Afghanistan, ora di ritorno dalla Russia, che…

    Prisma - 19/05/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di mercoledì 18/05/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 19/05/2022

Adesso in diretta