Approfondimenti

Regeni è stato ucciso nel centro del Cairo

Giulio Regeni sarebbe stato ucciso in un appartamento al centro del Cairo. Sono le ultime notizie diffuse dal quotidiano egiziano Al Masry Al Youm Regeni era atteso per una cena di compleanno di un amico in un ristorante delle città. Doveva impiegarci 25 minuti a raggiungere il luogo dell’incontro dalla sua casa nel quartiere El Dokki. Invece non è mai arrivato.

Immediate le richieste d’aiuto degli amici, che per prima hanno avvisato l’Ambasciata italiana al Cairo. “Non hanno fornito altri dettagli. È tutto molto vago”, riporta a Radio Popolare una giornalista del quotidiano. “Non ho idea di come verrà condotta questa indagine, ma ci sarà e sarà oggettiva”, dice la reporter.

Quest’ultimo particolare emerso dall’indagine egiziana apre altri interrogativi. Infatti resta valida la ricostruzione delle torture subite da Regeni dopo il 25 gennaio, data della sua scomparsa. Dall’Egitto anche l’opinione pubblica esclude la pista di ambienti vicini al regime: “Non è ancora emerso nessun dettaglio sugli uccisori”, dicono.

Le indagini procedono con un team congiunto di investigatori, sette dei quali italiani. Il computer di Regeni si trova ora nelle mani degli inquirenti italiani. Mentre le istituzioni italiane chiedono verità e giustizia, in Egitto la polizia sta interrogando una serie di persone sospette nonché uomini con precedenti per sequestro di persona, secondo il quotidiano Egypt Daily News.

Secondo le ultime notizia riportate da Al Masry Al Youm, riportate anche da Il Fatto quotidiano, il telefono di Regeni era già intercettato. Secondo la procura di Giza, inoltre, il suo cellulare sarebbe sparito. Le informative egiziane richieste dai procuratori italiani confermano l’assenza di particolari che possano far pensare ad una rapina, eppure, come ha ribadito anche l’ambasciatore egiziano in Italia Amr Helmy in un’intervista a Radio Anch’io, Regeni “non è mai stato sotto la custodia della nostra polizia, e noi non siamo cosi “naif” da uccidere un giovane italiano e gettare il suo corpo il giorno della visita del Ministro Guidi al Cairo”.

  • Autore articolo
    Lorenzo Bagnoli
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 07/10/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 07/10/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Camere Oscure di venerdì 07/10/2022

    Camere Oscure è la trasmissione che Radio Popolare dedica alla campagna elettorale. Da lunedì 12 a venerdi' 24 settembre, tutti…

    Camere Oscure - 10/07/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 07/10/2022

    1-Vicini all’apocalisse, Il mondo secondo Joe Biden, ma per la Cnn il monito del presidente americano a Putin sull’uso dell’atomica…

    Esteri - 10/07/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 07/10/2022

    (19 - 210) Dove si scoprono le nuove frontiere del marketing dello spaccio e ci si lamenta delle novità che…

    Muoviti muoviti - 10/07/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 07/10/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 10/07/2022

  • PlayStop

    Jack Box di venerdì 07/10/2022

    Jack Box è lo scatolone musicale di Jack del venerdi, dal quale estraiamo i suoni che hanno caratterizzato la settimana,…

    Jack Box - 10/07/2022

  • PlayStop

    Gian Mario Villalta ospite di Ira Rubini

    Gianmario Villalta, poeta e direttore di PordenoneLegge, era in giuria al Premio Hemingway quando il riconoscimento fu assegnato ad Annie…

    Clip - 10/07/2022

  • PlayStop

    Gian Mario Villalta ospite di Ira Rubini

    Gianmario Villalta, poeta e direttore di PordenoneLegge, era in giuria al Premio Hemingway quando il riconoscimento fu assegnato ad Annie…

    Clip - 10/07/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 07/10/2022

    Nuove uscite e notizie musicali.

    Jack - 10/07/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di venerdì 07/10/2022

    Con Telmo Pievani abbiamo parlato del suo libro "La natura è più grande di noi, Storie di microbi, di umani…

    Considera l’armadillo - 10/07/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 07/10/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 10/07/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 07/10/2022

    Oggi a Cult: Cecilia Di Lieto presenta il suo "Me l'ha detto l'armadillo" (ed. Altreconomia); la rubrica di lirica a…

    Cult - 10/07/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 07/10/2022

    Torniamo a parlare di pandemia attraverso la presentazione del libro “Dissenso informato”; prosegue il nostro viaggio negli ospedali lombardi: oggi…

    37 e 2 - 10/07/2022

  • PlayStop

    Thomas Gunzig. Il sangue delle bestie.

    THOMAS GUNZIG – IL SANGUE DELLE BESTIE – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 10/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 07/10/2022

    LA BOMBA SOCIALE DEI RISCALDAMENTI CENTRALIZZATI, TRA BOLLETTE TRIPLICATE ED I PRIMI DISTACCHI Leonardo Caruso, presidente Anaci – Associazione Nazionale…

    Prisma - 10/07/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 07/10/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 10/07/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 07/10/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 10/07/2022

Adesso in diretta