Approfondimenti

Gitanjali Rao la 15enne scienziata e mentore di altri bambini

Gitanjali Rao time cover

“Osserva, fai brainstorming, ricerca, costruisci e comunica”. È con queste parole, forse, che si potrebbe descrivere la ragione chiave per cui Gitanjali Rao è stata nominata Ragazza dell’anno dal Time. Rao, infatti, come dichiara la rivista statunitense non “si limita a ricercare strumenti scientifici e ad applicarli a problemi che riscontra nella vita di tutti i giorni” ma è anche una mentore che “mostra ad altri bambini come attingere alla loro curiosità, aspirando a creare una generazione di innovatori”.

Da giovane scienziata, Rao è stata ispirata da quelle parole, “osserva, fai brainstorming, ricerca, costruisci e comunica”, non solo nelle sue attività e progetti quotidiani ma anche nel tracciare le linee guida delle sue “sessioni di innovazione”, dei workshop in cui organizza laboratori e concorsi per gli studenti, suoi coetanei e non, che hanno recentemente raggiunto quota 30.000 partecipanti.

Si tratta di seminari in cui, come ha descritto la stessa Rao nell’intervista per il Time, basta dare una scintilla agli studenti, che se dapprima non sanno neanche da dove cominciare a lavorare, poi possono iniziare a progredire e tutta cambia. “Ciò”, come ha detto la giovane scienziata “significa che un’altra persona in questo mondo vuole inventarsi delle idee per risolvere i problemi”.

E di idee, Gitanjali Rao ne ha avute già parecchie nei suoi 15 anni di vita, investendo una moltitudine di campi di ricerca diversi. Per esempio, ha creato un dispositivo che permette di identificare il piombo nell’acqua potabile e ha ideato un’applicazione che mira a prevenire il cyberbullismo attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale.

Un servizio che rileva le frasi che possono rappresentare pericolo di bullismo e, prima che l’utente invii il messaggio, gli dà la possibilità di modificarlo. Il fine, infatti, non è quello di punire il mittente ma di permettergli di ripensare a ciò che ha scritto, di rileggerlo e di poter capire come e perché si trattasse di qualcosa di offensivo. Un modo di concepire la scienza per aiutare le persone a crescere e a migliorare. 

La stessa scienziata ha dichiarato come il suo obiettivo sia quello di ispirare gli altri a fare lo stesso. “Perché, per esperienza personale, non è facile quando non vedi nessun altro come te”, ha affermato, riferendosi al fatto che il tipo di scienziato proposto dalla televisione sia un uomo bianco e più anziano, nonché al fatto che consideri strano che alle persone siano assegnati dei ruoli prefissati in base al loro sesso, alla loro età e al colore della loro pelle.

Anche per questo modo di concepire la scienza, quindi, su oltre 5000 giovani candidati americani dagli 8 ai 16 anni, Rao ha vinto il premio Ragazza dell’anno nella prima edizione assoluta della gara, che vuole essere un “barometro per i leader emergenti della generazione più giovane d’America”. 

Un concorso a misura di bambino, potremmo dire, che il Time ha deciso di istituire quest’anno in collaborazione con Nickledeon, il famoso canale televisivo per bambini.

Ragazzi che, come Roa sta facendo attualmente, ambiscono a creare strumenti per rilevare agenti bio-contaminanti nell’acqua, strumenti che possano essere allo stesso tempo accurati ed economici in modo da permetterne l’utilizzo nei paesi più poveri. Oppure, ‘bambini’, come Jordan Reeves, che usa il design e la sua mentalità progettuale per rendere il mondo più accessibile alle persone disabili, per esempio creando protesi 3D stampabili per altri bambini con differenza di arti. O, ancora, come Tyler Gordon, che tiene lezioni di pittura virtuali su Instagram, cercando di mostrare ad altri bambini come superare le loro paure e difficoltà con l’arte, come lui stesso è riuscito a fare.

Esempi di ragazzi e ragazze che si sono fatti spazio, che sono riusciti ad usare le loro potenzialità per plasmare il modo secondo i loro ideali, che sfruttano la loro influenza per esortare i coetanei a fare altrettanto ma che, come ha sottolineato Gitanjali Rao nell’intervista al Time, si trova ad affrontare  vecchi “problemi che non abbiamo creato ma che ora dobbiamo risolvere, come il cambiamento climatico e il cyberbullismo”.

Diana Novelletto

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 25/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 25/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 24/06/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 25/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 25/06/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 25/06/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 25/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 24/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 25/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 24/06/2022

    1-Stati Uniti. Dopo una lunga crociata reazionaria abolito il diritto all’aborto federale. La sentenza della Corte suprema sarà applicata nella…

    Esteri - 25/06/2022

  • PlayStop

    The Game di venerdì 24/06/2022

    Puntata speciale dedicata alla memoria di Stefano Rodotà (1933-2017), il grande giurista e intellettuale morto il 23 giugno di cinque…

    The Game - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 24/06/2022

    Dove si parla, e in alcuni casi si scopre, di come si possa parlare "corsivo". Ebbene sì. Poi ospitiamo lo…

    Muoviti muoviti - 25/06/2022

  • PlayStop

    Intervista a Pierfrancesco Favino di Barbara Sorrentini

    Al Bardolino Film Festival che si è tenuto la scorsa settimana, Barbara Sorrentini ha intervistato Pierfrancesco Favino, in occasione della…

    Clip - 24/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 24/06/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 25/06/2022

  • PlayStop

    L'Europa in casa nostra di venerdì 24/06/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 25/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 24/06/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 25/06/2022

  • PlayStop

    Luca Crovi e Peppo Bianchessi, Il libro segreto di Long John Silver

    LUCA CROVI, PEPPO BIANCHESSI – IL LIBRO SEGRETO DI LONG JOHN SILVER – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 24/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 24/06/2022 delle 12:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 25/06/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 24/06/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: il Pesaro Film Festival 22, le nuove…

    Cult - 25/06/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 24/06/2022

    Fame nel mondo, quale è la reale situazione; i medici di medicina generale; cosa sta succedendo a livello di pandemia;…

    37 e 2 - 24/06/2022

  • PlayStop

    Varoufakis: l’austerità dell’Europa è una guerra ai lavoratori

    Intervista negli studi di Radio Popolare all'ex ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis, oggi portavoce del movimento Diem25 su guerra,…

    Clip - 24/06/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 24/06/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 10.30. Il venerdì dalle…

    Prisma - 25/06/2022

Adesso in diretta