Approfondimenti

Profughi da settembre al campo base Expo

Da settembre i rifugiati saranno sistemati nell’ex campo base Expo. La conferma dopo il vertice questa mattina in Prefettura con il sindaco Beppe Sala e l’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino e il prefetto Alessandro Marangoni, assieme al sottosegretario all’Interno Domenico Manzione e il capo dipartimento per l’immigrazione del Viminale, Mario Morcone.

Vertice che ha in qualche modo chiuso la vicenda, che si trascinava da molti mesi. Contro l’ipotesi di utilizzare l’ex campo base di Expo ci sono state le proteste della destra, in prima fila il governatore lombardo Maroni.

“Maroni se ne faccia una ragione, noi i profughi lì ce li metteremo”, così il sindaco Sala oggi. Oppure, ha aggiunto, Maroni faccia in modo che ci sia più equilibrio tra Milano e le altre città sul numero di migranti ospitati

Mario Morcone sostiene che “se tutti partecipassero, non ci sarebbero problemi. Il primo dovere che abbiamo è rispettare le persone”. Lo sforzo dovrebbe essere nazionale.

Ascolta Mario Morcone

Mario Morcone

Milano al momento ha in carico 3.150 profughi. Una situazione ormai al limite. E questa mattina Sala e Majorino hanno chiesto lo stop di nuovi arrivi su Milano, senza però, ha sottolineato il sindaco, mettere in discussione il criterio per cui il 14 per cento dei migranti vengono destinati alla Regione Lombardia. Il nodo è la distribuzione sul territorio.

Il Comune sta vagliando anche l’ipotesi di utilizzare altri luoghi sul territorio, come le caserme. E di impiegare i richiedenti asilo, sul base volontaria, per pulizia ed attività anti-degrado nei quartieri.

Un’altra delle questioni che hanno tenuto banco in questi mesi e quante persone andranno nell’ex campo base. Per ora si parla di 150 persone. Un numero che però potrebbe salire, dice l’assessore Majorino. Che incalza: tutti devono fare la propria parte, basta con i sindaci che impediscono di accogliere sul proprio territorio.

Ascolta Pierfrancesco Majorino

majorino per sito

  • Autore articolo
    Flavia Mosca Goretta
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di domenica 26/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 26/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 24/06/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 26/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 26/06/2022

    Viaggio a bocce ferme nel tema politico della settimana.

    Va Pensiero - 26/06/2022

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 25/06/2022

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 26/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 25/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 26/06/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di sabato 25/06/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 26/06/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 25/06/2022

    La trasmissione è un appuntamento con l’arte e la fotografia e con le ascoltatrici e gli ascoltatori che vogliono avere…

    I girasoli - 26/06/2022

  • PlayStop

    Stay human di sabato 25/06/2022

    Ogni sabato dalle 16.30 alle 17.30, musica e parole che ci tirano su il morale in compagnia di Claudio Agostoni…

    Stay human - 26/06/2022

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 25/06/2022

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 26/06/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 25/06/2022

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 26/06/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 25/06/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 26/06/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 25/06/2022

    Il ricordo di Patrizia Cavalli con Paolo Massari; le sorelle terribili di Simenon; la festa del Naga; La maschera: un…

    Good Times - 26/06/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 25/06/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 26/06/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 26/06/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 25/06/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 26/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 24/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 26/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 24/06/2022

    1-Stati Uniti. Dopo una lunga crociata reazionaria abolito il diritto all’aborto federale. La sentenza della Corte suprema sarà applicata nella…

    Esteri - 26/06/2022

  • PlayStop

    The Game di venerdì 24/06/2022

    Puntata speciale dedicata alla memoria di Stefano Rodotà (1933-2017), il grande giurista e intellettuale morto il 23 giugno di cinque…

    The Game - 26/06/2022

Adesso in diretta