Approfondimenti

Primi nomi per il nuovo governo inglese

Restano alcune caselle ancora da riempire. Chi sarà il segretario alla Salute? Chi si occuperà di Educazione? Chi di Lavoro e Pensioni?

Ma ci sono già i primi nomi per il nuovo governo inglese, quello che, con Theresa May come primo ministro, dovrà presiedere all’uscita del Paese dall’Unione Europea. Boris Johnson, l’ex sindaco di Londra e tra i maggiori sostenitori della Brexit, è stato nominato agli Esteri. Philip Hammond, ex segretario agli Esteri, diventa Cancelliere dello Scacchiere, quindi il responsabile delle questioni economiche e finanziarie. Amber Rudd va agli Interni e l’euroscettico David Davis si occuperà delle questioni legate all’addio all’Europa.

Il governo che si va a costituire sembra avere un solido orientamento conservatore.

Dopo il primo giorno da premier britannico, sui media inglesi si cerca intanto di interpretare la figura politica di Theresa May, ripercorrendo il suo passato e interrogandosi sulle sue mosse di governo future.

Quello che sembra interessare di più è il modo in cui procederà al “cabinet reshuffle”, il rimpasto di governo. L’Independent annuncia che “Theresa May formerà il governo con più donne nella storia del partito conservatore”. Rispetto, alla “lady di ferro”, Margaret Thatcher, che aveva preferito circondarsi di uomini, la nuova leader ha intenzione invece di circondarsi di donne. “È stata proprio Theresa a lanciare una campagna per eleggere più deputate donna in Parlamento, perché ha sempre creduto che le donne dovrebbero ricoprire delle cariche più importanti nel governo”, ha detto un portavoce della May all’Independent.

“Theresa May nominerà alleate donne per ricoprire posizioni importanti nel governo”, scrive il Guardian. La nuova premier ha intenzione di promuovere un paio di colleghe del partito conservatore, tra cui Amber Rudd, attuale ministro dell’Energia, e Justine Greening, ministro per lo Sviluppo internazionale.  Secondo il Guardian, “con queste nomine si vuole creare un governo più bilanciato dal punto di vista dei sessi”.

Mentre sui media ci si chiede quali saranno le priorità di Theresa May come nuovo premier, sempre sul Guardian si legge tra le opinioni “Theresa May non è liberale, e non c’è da festeggiare per la sua carica di primo ministro”. “Come ministro dell’Interno è stata zelante nel perseguire le politiche di governo più dure. Perché come premier dovrebbe essere diverso?”, riporta il giornale. In particolare le politiche di immigrazione da lei perseguite come ministro dell’Interno, miranti alla riduzione del numero di immigrati in Gran Bretagna, sono “marcatamente illiberali”.

Questi i primi commenti sul nuovo PM britannico, “imprevedibile e moralistico”, come lo  aveva definito il Guardian, che si ritrova già con un’agenda piena. Nei prossimi giorni dovrà occuparsi di formare il governo e presenziare alle prime riunioni di Gabinetto. Non mancheranno, poi, gli incontri con i leader internazionali, con la cancelliera tedesca Merkel e il presidente francese Hollande, e la prima conversazione ufficiale con il presidente americano Obama. Ma, prima di tutto, a lei spetterà l’arduo compito di negoziare gli accordi per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea.

  • Autore articolo
    Simona Saccaro
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 15/08/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 15/08/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di domenica 14/08/2022

    A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae Music…

    Reggae Radio Station - 15/08/2022

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di domenica 14/08/2022

    Prospettive musicali dà risalto a una serie di espressioni musicali che trovano generalmente poco spazio nelle programmazioni radiofoniche mainstream. Non…

    Prospettive Musicali - 15/08/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 14/08/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 15/08/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 14/08/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 15/08/2022

  • PlayStop

    Cosmic di domenica 14/08/2022

    Un titolo che richiama i primi lanci spaziali, vecchi film di fantascienza in bianco e nero, e ingenui giocattoli di…

    Cosmic - 15/08/2022

  • PlayStop

    Bollicine di domenica 14/08/2022

    Che cos’hanno in comune gli Area e i cartoni giapponesi? Quali sono i vinili più rari al mondo? Giunta alla…

    Bollicine - 15/08/2022

  • PlayStop

    Soulshine di domenica 14/08/2022

    Soulshine è un mix eclettico di ultime uscite e classici immortali fra soul, world music, jazz, funk, hip hop, afro…

    Soulshine - 15/08/2022

  • PlayStop

    Sister di domenica 14/08/2022

    SISTER - in cerca di alleatǝ - è una trasmissione musicale che tratta temi legati al femminismo attraverso la voce…

    Sister - 15/08/2022

  • PlayStop

    Mixtape di domenica 14/08/2022

    A compilation of favorite pieces of music, typically by different artists, recorded onto a cassette tape or other medium by…

    Mixtape - 15/08/2022

  • PlayStop

    Percorsi perVersi di domenica 14 agosto

    Ospite: Andrea De Alberti

    Percorsi PerVersi - 15/08/2022

  • PlayStop

    Walkman di domenica 14/08/2022

    Il decennio della Milano da bere raccontato in dieci puntate, attraverso le classifiche di vendita dei singoli e le storie…

    Walkman – Gli anni 80 su una C-60 - 15/08/2022

  • PlayStop

    Colazione a Pechino

    Siegmund Ginzberg corrispondente dalla Cina dal 1980 al 1987. Dopo averla ripensata e rimuginata a lungo, ha deciso di raccontarla…

    All you need is pop 2022 - 15/08/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 14/08/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 15/08/2022

  • PlayStop

    In carrozza - episodio 6

    Trans Europe express: un treno musicale europeo voci e musiche di: kraftwerk, beatles, becaud, adamo, theodorakis, hadjidakis, anders, anthony, lloyd…

    In carrozza! - 15/08/2022

  • PlayStop

    In carrozza - episodio 6

    Trans Europe express: un treno musicale europeo voci e musiche di: kraftwerk, beatles, becaud, adamo, theodorakis, hadjidakis, anders, anthony, lloyd…

    In carrozza! - 14/08/2022

  • PlayStop

    Blue Lines di sabato 13/08/2022

    Conduzione musicale a cura di Chawki Senouci

    Blue Lines - 15/08/2022

  • PlayStop

    Snippet di sabato 13/08/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 15/08/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 13/08/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 15/08/2022

  • PlayStop

    Il sabato del villaggio di sabato 13/08/2022

    Il sabato del villaggio... una trasmissione totalmente improvvisata ed emozionale. Musica a 360°, viva, legata e slegata dagli accadimenti. Come…

    Il sabato del villaggio - 13/08/2022

Adesso in diretta