Approfondimenti

India e decarbonizzazione, un “problema da ricchi” rimandato al 2070

decarbonizzazione

Il primo ministro indiano Narendra Modi ha indicato la data entro la quale il suo paese azzererà le emissioni di gas serra. L’India, il terzo inquinatore al mondo dopo Cina e Usa, raggiungerebbe il traguardo della decarbonizzazione solo nel 2070, venti anni dopo la data limite indicata alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici di Glasgow. A questo proposito Emanuele Valenti ha intervistato Francesca Marino, giornalista, scrittrice ed esperta di India.

Potete riascoltare l’intervista integrale nel podcast della puntata di Prisma di mercoledì 3 novembre 2021

Ci possiamo fidare di Modi quando promette che in futuro taglierà le emissioni?

Direi che il Governo va in quella direzione. È vero che l’India, come altri Paesi di quell’area, utilizza fonti di energia non rinnovabili come il carbone, ma è anche vero che sono economie in forte crescita che mirano a raggiungere lo stesso livello di sviluppo dei paesi occidentali. La loro spiegazione non ufficiale per lo slittamento della deadline per il taglio delle emissioni al 2070 è questa: noi occidentali abbiamo consumato e inquinato per diversi secoli. Per raggiungere il nostro livello di sviluppo i paesi come l’India avranno bisogno, ancora per qualche anno, di sfruttare fonti di energia che noi possiamo permetterci di dismettere.

Le questioni ambientali e la decarbonizzazione sono tra le priorità del governo e del primo ministro?

Senz’altro si, ma le questioni ambientali vanno di pari passo alla questione dello sviluppo. Non scordiamoci che l’India è un continente e che al suo interno ci sono popolazioni e villaggi che vivono in modo molto diverso da come si vive nelle grandi città come Delhi. Modi ha vinto le ultime elezioni anche perché ha iniziato una campagna di fornitura capillare di bombole a gas per uso domestico e di costruzione di bagni. In India esistono ancora posti in cui, mancando i sanitari, la popolazione è costretta ad andare nei campi per fare i propri bisogni. Di fronte a queste situazioni il problema dell’energia rinnovabile e della transizione energetica diventa un problema “da ricchi”.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 07/12/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 12/07/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 07/12/21 delle 19:50

    Metroregione di mar 07/12/21 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 12/07/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Gli speciali di Radio Popolare di mar 07/12/21

    Edizione speciale di Muoviti, muoviti con Luca Gattuso e Davide Facchini sulla prima della Scala con collegamenti dalla piazza e…

    Gli speciali - 12/07/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mar 07/12/21

    Si parla con Sonny Richichi di IHP Onlus Italian Horse Protection, della situazione dei cavalli maltrattati, di sport equestri, di…

    Considera l’armadillo - 12/07/2021

  • PlayStop

    Vauro Senesi, La regina di Kabul

    VAURO SENESI - LA REGINA DI KABUL – presentato da ALESSANDRO GILIOLI

    Note dell’autore - 07/12/2021

  • PlayStop

    Jack di mar 07/12/21

    Jack di mar 07/12/21

    Jack - 12/07/2021

  • PlayStop

    Laura Boldrini, Questo non è normale. Come porre fine al potere maschile sulle donne

    LAURA BOLDRINI - QUESTO NON È NORMALE. COME PORRE FINE AL POTERE MASCHILE SULLE DONNE – presentato da LORENZA GHIDINI

    Note dell’autore - 06/12/2021

  • PlayStop

    Patrick Zaki sarà scarcerato, ma non assolto

    Il commento del portavoce di Amnesty Italia Riccardo Noury alla scarcerazione di Patrick Zaki in diretta nel giornale radio di…

    Clip - 07/12/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di mar 07/12/21 delle 12:50

    Seconda pagina di mar 07/12/21 delle 12:50

    Seconda pagina - 12/07/2021

  • PlayStop

    Cult di mar 07/12/21

    Cult di mar 07/12/21

    Cult - 12/07/2021

  • PlayStop

    Tutto scorre di mar 07/12/21

    Tutto scorre di mar 07/12/21

    Tutto scorre - 12/07/2021

  • PlayStop

    Crisi Russia - Ucraina. Il vertice tra Vladimir Putin e Joe Biden

    Oggi ci sarà un delicatissimo vertice tra Vladimir Putin e Joe Biden sulla crisi in Ucraina e sui rapporti sempre…

    Clip - 07/12/2021

  • PlayStop

    Prisma di mar 07/12/21

    Prisma di mar 07/12/21

    Prisma - 12/07/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mar 07/12/21

    Il demone del tardi - copertina di mar 07/12/21

    Il demone del tardi - 12/07/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di mar 07/12/21 delle 07:51

    Seconda pagina di mar 07/12/21 delle 07:51

    Seconda pagina - 12/07/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mar 07/12/21

    Rassegna stampa internazionale di mar 07/12/21

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 12/07/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mar 07/12/21

    Rassegna stampa internazionale di mar 07/12/21

    Rassegna stampa internazionale - 12/07/2021

  • PlayStop

    Caffe nero bollente di mar 07/12/21

    Il Caffè Nero Bollente del martedì con musica, sfoglio dei giornali e il consiglio televisivo di Roberta Talia.

    Caffè Nero Bollente - 12/07/2021

Adesso in diretta