Approfondimenti

Perché Gattuso ha distrutto Salvini

Gennaro Gattuso

Quando l’uomo politico che fa carriera cercando di rappresentare la pancia del popolo incontra l’uomo del popolo incazzato con lui, l’uomo politico è un uomo morto.

Gennaro Gattuso, l’allenatore del Milan, fino a oggi è il solo che sia riuscito a mettere in difficoltà Salvini. Ovviamente, sarebbe insensato attribuirgli intenzioni “politiche” nel senso che si dà abitualmente alla parola. Gattuso è un’icona del calcio italiano e tale rimarrà anche in futuro. Ma con la sua risposta al leader della Lega che lo criticava per non aver effettuato cambi nel secondo tempo della partita contro la Lazio è riuscito là dove nessun politico è riuscito: sconfiggere dialetticamente Salvini.

Salvini ha costruito la fortuna politica su un singolo principio comunicativo: lui è l’uomo del popolo che lotta contro l’élite e la sconfigge. Pensa come il popolo, parla come il popolo, prova i sentimenti del popolo e agisce come agirebbe il popolo. Chiunque, dal professore universitario all’esperto economista al politico in giacca e cravatta, esce triturato dal confronto.

Poi, arriva Gennaro Gattuso. Ha un accento regionale molto marcato, ha una prosa incerta e un vocabolario limitato con cui però ti manda a stendere. Pochi concetti, rozzi, chiari, comprensibili a tutti, condivisibili da tutti. Gattuso è realmente il mondo con cui Salvini tenta di identificarsi senza esserlo veramente.

Gattuso è l’uomo del bar cui Salvini, fino a oggi, si è rivolto. L’uomo del bar che dice a Salvini: non capisci niente, fatti gli affari tuoi, pensa a lavorare che è meglio. E così in un attimo, Gattuso ha strappato la maschera dal volto di Salvini svelandone la vera natura: un rappresentante di quella élite che, per pura convenienza politica, racconta di voler combattere.

Gennaro Gattuso
Foto dalla pagina FB dell’AC Milan https://www.facebook.com/ACMilan/
  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di martedì 07/02/2023

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 02/07/2023

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di martedì 07/02/2023 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 02/07/2023

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Doppio Click di martedì 07/02/2023

    Doppio Click è la trasmissione di Radio Popolare dedicata ai temi di attualità legati al mondo di Internet e delle…

    Doppio Click - 02/07/2023

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di martedì 07/02/2023

    I fatti più importanti della giornata sottoposti al dibattito degli ascoltatori e delle ascoltatrici.

    Quel che resta del giorno - 02/07/2023

  • PlayStop

    Esteri di martedì 07/02/2023

    Oggi in Esteri un’ampia pagina sul terremoto in Turchia e Siria ( Poalo Ferrara Tdh e Filipp Ciucciu- Ansa da…

    Esteri - 02/07/2023

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di martedì 07/02/2023

    (92 - 283) Dove si scopre che la sinistra deve ripartire dalla Mussolini. Per la rubrica di chi sposta le…

    Muoviti muoviti - 02/07/2023

  • PlayStop

    Di tutto un boh di martedì 07/02/2023

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 02/07/2023

  • PlayStop

    Saluti da Sanremo. La cartolina di Vittorio Cosma - 1

    Vittorio Cosma ci racconta come ci si prepara a dirigere l'orchestra della Kermesse più famosa d'Italia

    Clip - 02/07/2023

  • PlayStop

    The Weekly Report di martedì 07/02/2023

    Il grammy a Bonnie Raitt per la miglior canzone è di sicuro la notizia più assurda di questa settimana di…

    The Weekly Report - 02/07/2023

  • PlayStop

    Jack di martedì 07/02/2023

    Primo appuntamento con "Saluti da Sanremo", la cartolina quotidiana dalla Kermesse Nazionale. Quest'anno a raccontarci tutto c'è Vittorio Cosma, dall'alto…

    Jack - 02/07/2023

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di martedì 07/02/2023

    Oggi con Nicolò Calandri, fondatore di 3bee parliamo del Festival di Sanremo, di api, di impollinatori, di Fantasanremo, di Isola…

    Considera l’armadillo - 02/07/2023

  • PlayStop

    Poveri ma belli di martedì 07/02/2023

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 02/07/2023

  • PlayStop

    Cult di martedì 07/02/2023

    Oggi a Cult: Arturo Cirillo racconta il suo "Cyrano de Bergerac" ispirato alla versione musicale di Domenico Modugno all'Elfo Puccini;…

    Cult - 02/07/2023

  • PlayStop

    Pubblica di martedì 07/02/2023

    A chi conviene un’Italia fatta di tante piccole "repubbliche"? Com’è possibile che un progetto come quello dell’autonomia regionale - pensato…

    Pubblica - 02/07/2023

  • PlayStop

    Tutto scorre di martedì 07/02/2023

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 02/07/2023

  • PlayStop

    ANGELA MAURO - EUROPA SOVRANA. LA RIVINCITA DEI NAZIONALISMI

    ANGELA MAURO - EUROPA SOVRANA. LA RIVINCITA DEI NAZIONALISMI - presentato da Lorenza Ghidini

    Note dell’autore - 02/07/2023

  • PlayStop

    Prisma di martedì 07/02/2023

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 8.30 alle 10.00, il venerdì dalle…

    Prisma - 02/07/2023

  • PlayStop

    Il demone del tardi di martedì 07/02/2023

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 02/07/2023

Adesso in diretta