Approfondimenti

Per vincere al ballottaggio Macron dovrà conquistare la sinistra francese

Macron

Emmanuel Macron è arrivato in testa al primo turno dell’elezione presidenziale con il 27,8% dei voti. Quasi cinque punti in più di Marine Le Pen, ferma al 23,15.
In un nuovo duello tra i due candidati dopo quello di cinque anni fa, però, questa volta Macron parte meno favorito. L’ipotesi peggiore lo dà vincente con 2 soli punti di vantaggio. La Le Pen, in effetti, può contare su una buona riserva di voti, in particolare tra gli elettori di Zemmour, che è arrivato quarto con il 7%, mentre la scomparsa dei partiti tradizionali, che a destra come a sinistra sono pronti a unirsi in un fronte repubblicano contro l’estrema destra, di fatto rende le sue, di riserve di voti, molto limitate.

Questa volta l’ago della bilancia saranno il 26% di astensionisti, che bisogna convincere a votare, e gli elettori di Jean Luc Mélenchon. Quasi il 22 percento dei votanti che entrambi i candidati sono convinti di poter in parte recuperare, per motivi diversi. La Le Pen spingerà soprattutto sul voto di protesta ma per Macron le cose sono più complicate. Partiamo da alcuni fatti: il suo programma, presentato a poche settimane dal voto, è chiaramente sbilanciato a destra e la sua campagna elettorale è stata quasi inesistente. Anche se sono scelte strategiche, che gli hanno permesso di captare gran parte dell’elettorato della destra tradizionale, scesa dal 20% di cinque anni fa a meno del 5, e di apparire come un uomo di Stato riconosciuto sul piano internazionale durante la crisi Ucraina, sono scelte che potrebbero alienargli molti voti necessari al secondo turno. Aggiungiamo al quadro cinque anni di governo di destra, in cui si sono accumulati rancori e collere sociali e politiche solo in parte mitigate dal “costi quello che costi” che ha tenuto a galla la Francia durante la pandemia. Ed ecco che capiamo che l’appello a far fronte comune per battere un partito razzista e fascista potrebbe non bastare a smuovere gli elettori. Conscio del problema, Macron ha subito cambiato rotta, spiegando che il suo progetto politico deve essere arricchito, soprattutto in materia di ecologia e lavoro, e difendendo le sue proposte per migliorare il potere d’acquisto dei francesi, come i bonus in busta paga. La campagna tra i due turni, inoltre, sarà di “tutto terreno”.

Oggi era nel Nord e domani sarà ad Est, sulle terre del Rassemblement national, con un passaggio a Strasburgo, dove Melenchon è arrivato primo. E poi un grande meeting a Marsiglia, altra città dove il candidato della France Insoumise ha stravinto. In realtà, Macron Marsiglia l’aveva nel mirino già dal primo turno: voleva lanciare qui la sua campagna e ha cercato di farne un laboratorio politico, con le scuole del futuro e un grande piano di riabilitazione finanziato dallo stato con un miliardo e mezzo di euro. Degli esempi di investimenti da mettere in avanti, per addolcire la pillola a degli elettori che lo detestano ma che hanno troppa paura di una Le Pen presidente.

  • Autore articolo
    Luisa Nannipieri
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mercoledì 25/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 25/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 25/05/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 25/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Puntata di mercoledì 25/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 25/05/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 25/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: torniamo al Festival di Cannes, l’artista Patrizio…

    Cult - 25/05/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 25/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: torniamo al Festival di Cannes, l’artista Patrizio…

    Cult - 25/05/2022

  • PlayStop

    Oleksij Cherepanov, Il custode del bosco

    Oleksij Cherepanov - IL CUSTODE DEL BOSCO - presentato da SARA MILANESE

    Note dell’autore - 25/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 25/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 25/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 25/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 25/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 25/05/2022

    La strage in una scuola elementare in Texas riapre il dibattito sulle armi negli Usa? Con Roberto Festa. GUERRA IN…

    Prisma - 25/05/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di mercoledì 25/05/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 25/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mercoledì 25/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 25/05/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di mercoledì 25/05/2022

    ....Il Caffè Nero Bollente del mercoledì con musica, sfoglio dei giornali e la serie tv della settimana consigliata da Paolo…

    Caffè Nero Bollente - 25/05/2022

  • PlayStop

    Hexagone di mercoledì 25/05/2022

    Un viaggio alla scoperta della musica francofona con Alberto Visconti. Alberto Visconti, già voce e leader del gruppo L’Orage, propone…

    Hexagone - 25/05/2022

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di martedì 24/05/2022

    A Milano, per la prima volta in Italia, sarà istituito un Registro per il riconoscimento del genere di elezione dedicato…

    Jailhouse Rock - 24/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di martedì 24/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 25/05/2022

  • PlayStop

    L'altro martedì di martedì 24/05/2022

    A Milano, per la prima volta in Italia, sarà istituito un Registro per il riconoscimento del genere di elezione dedicato…

    L’Altro Martedì - 24/05/2022

  • PlayStop

    Doppio Click di martedì 24/05/2022

    eccola qui: La formidabile e improbabile app ucraina che sta distruggendo l’esercito russo, gli attacchi ransomware della settimana e i…

    Doppio Click - 24/05/2022

  • PlayStop

    What's going on? 24/05/2022

    a cura di Luigi Ambrosio

    Gli speciali - 25/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di martedì 24/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 25/05/2022

Adesso in diretta