Approfondimenti

La guerra comune dei populismi

Steve King e Geert Wilders. Un deputato repubblicano del’Iowa e il leader dei populisti olandesi. Che cosa hanno in comune due personaggi, due politici, che sino a qualche tempo fa avremmo considerato molto lontani, espressione di mondi non assimilabili?

Quello che King e Wilders hanno in comune l’ha spiegato lo stesso deputato repubblicano, Steve King. Che in un tweet, domenica, ha scritto: “Wilders capisce che la cultura e la demografia sono il nostro destino. Non possiamo restaurare la nostra civiltà con i bambini degli altri“.

steve-king-tweet-0060-1489370065

Steve King non è nuovo alle polemiche e alle prese di posizione clamorose. In un’intervista si è chiesto che cosa i non bianchi hanno dato alla storia della civiltà. Niente, è stata la sua risposta. Ma King è passato alle cronache anche per aver detto che i gay andranno all’inferno. Tra le sue prese di posizione, anche quelle contro gli anticoncezionali, che a suo giudizio spediscono le ragazze direttamente sulla strada dello stupro.

Ora arriva questo tweet di appoggio a Wilders. Il tweet in cui King sostanzialmente dice è meglio non ammettere in Occidente gli stranieri, che a suo parere non solo non fanno niente per la civiltà ma fanno anche molti figli, che a loro volta non faranno nulla per la civiltà.

Steve King è stato, in questi mesi, un deciso sostenitore di Donald Trump e delle sue posizioni anti immigrati. Il tweet su Wilders dimostra però una cosa, ormai molto chiara. E cioè che c’è un ponte diretto tra i populisti americani e quelli europei. C’è un tentativo di usare il tema stranieri non soltanto per far crollare l’Unione Europea ma anche per svuotare il pensiero conservatore classico, tradizionale, portandolo su posizioni di estrema destra. Non è un caso che negli Stati Uniti il tweet di King, di appoggio a Wilders, sia stato salutato con gioia da David Duke, l’ex leader del Ku Klux Klan, vicino a posizioni apertamente naziste.

Geert Wilders ha preso in questi anni posizioni apertamente razziste, xenofobiche. Il mese scorso ha definito i marocchini olandesi “feccia”. Non è un mistero che le elezioni in Olanda, mercoledì, saranno giocate sul tema stranieri e immigrazione. Le elezioni olandesi serviranno però anche a qualcos’altro. A capire se i conservatori olandesi, e poi quelli europei, francesi, tedeschi, riusciranno a creare un argine alla destra populista e razzista. Negli Stati Uniti i repubblicani, per calcoli elettorali e di potere, si sono consegnati alla destra populista di Trump. Da Olanda, Francia e Germania dovrà, potrà, forse, arrivare il segno che la destra europea – nelle sue varie sfaccettature – liberale, cristiana, capitalista, è comunque qualcosa di diverso da razzisti e xenofobi.

  • Autore articolo
    Roberto Festa
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di domenica 22/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 22/05/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    L'artista della settimana di domenica 22/05/2022

    Ogni settimana Radio Popolare sceglierà un o una musicista, un gruppo, un progetto musicale, a cui dare particolare spazio nelle…

    L’Artista della settimana - 22/05/2022

  • PlayStop

    Mixtape di domenica 22/05/2022

    A compilation of favorite pieces of music, typically by different artists, recorded onto a cassette tape or other medium by…

    Mixtape - 22/05/2022

  • PlayStop

    Bollicine di domenica 22/05/2022

    Che cos’hanno in comune gli Area e i cartoni giapponesi? Quali sono i vinili più rari al mondo? Giunta alla…

    Bollicine - 22/05/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di domenica 22/05/2022

    Una trasmissione che parla di donne e altre stranezze. Attualità, cultura, approfondimenti. Tutte le domeniche dalle 15.35 alle 16.30. A…

    Sui Generis - 22/05/2022

  • PlayStop

    Giocare col fuoco di domenica 22/05/2022

    Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie di e con Fabrizio Coppola Un contenitore di musica e letteratura senza alcuna preclusione…

    Giocare col fuoco - 22/05/2022

  • PlayStop

    Rap Criminale di domenica 22/05/2022

    - Chi ha sparato a Tupac Shakur? - Chi ha ucciso Notorious B.I.G.? Perché si sono sciolti i NWA? -…

    Rap Criminale - 22/05/2022

  • PlayStop

    Comizi d’amore di domenica 22/05/2022

    Quaranta minuti di musica e dialoghi cinematografici trasposti, isolati, destrutturati per creare nuove forme emotive di ascolto. Ogni domenica dalle…

    Comizi d’amore - 22/05/2022

  • PlayStop

    C'è di buono di domenica 22/05/2022

    La cucina, la gastronomia, quello che mangiamo…hanno un ruolo fondamentale nella vita di tutti noi. Il cibo che scegliamo ci…

    C’è di buono - 22/05/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 22/05/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 22/05/2022

  • PlayStop

    La domenica dei libri di domenica 22/05/2022

    La domenica dei libri è la trasmissione di libri e cultura di Radio Popolare. Ogni settimana, interviste agli autori, approfondimenti,…

    La domenica dei libri - 22/05/2022

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 22/05/2022

    30 anni fa, 30 anni dopo, la strage di Capaci. Cosa sappiamo realmente del perché c'è stata? Cosa sappiamo di…

    Va Pensiero - 22/05/2022

  • PlayStop

    Apertura musicale classica di domenica 22/05/2022

    Scaletta: 1. Pyotr Ilyich Tchaikovsky - Souvenir de Florence, Op. 70: II. Adagio cantabile e con moto (Jascha Heifetz, Gregor…

    Apertura musicale classica - 22/05/2022

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 21/05/2022

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 22/05/2022

  • PlayStop

    Snippet di sabato 21/05/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 22/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 21/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 22/05/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 21/05/2022

    La trasmissione di musica brasiliana di Radio Popolare in onda dal 1995! Da nord a sud, da est ad ovest;…

    Avenida Brasil - 22/05/2022

  • PlayStop

    Speciale Musica di Chris Cornell

    a cura di Niccolò Vecchia

    Gli speciali - 22/05/2022

  • PlayStop

    Speciale Musica di Chris Cornell

    a cura di Niccolò Vecchia

    Gli speciali - 22/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di sabato 21/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 22/05/2022

  • PlayStop

    Pop Up Live di sabato 21/05/2022

    PopUp Live! Alberto Nigro e Andrea Frateff-Gianni – storici conduttori di PopUp – daranno vita a una trasmissione itinerante con…

    Pop Up Live - 22/05/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 21/05/2022

    - GALLERIE D'ITALIA si espande. Oggi si apre un nuovo museo a Napoli e una ha aperto a Torino con…

    I girasoli - 22/05/2022

Adesso in diretta