Approfondimenti

Nascoste in un muro, le carte dell’Olocausto

Una scoperta di straordinario valore, per ricostruire la storia degli ebrei ungheresi durante l’Olocausto.

E’ quella fatta in casa di una coppia di Budapest. Quest’estate Brigitte e Gabor Berdefy hanno deciso di ristrutturare il loro appartamento. Durante i lavori, un operaio ha per errore perforato un muro con un trapano. Nella cavità c’era un faldone piuttosto voluminoso di documenti. Molte pagine erano sul punto di sbriciolarsi. L’inchiostro, in molte parti, era così tenue da risultare illeggibile.

Le operazioni di restauro sono durate circa tre mesi. Il risultato sono 6300 documenti che dal 1944 arrivano a noi per raccontare le fasi della Soluzione Finale contro gli ebrei della capitale ungherese.

La cartella ritrovata, del peso di 61 chilogrammi, è infatti quella relativa al censo realizzato dai tedeschi a Budapest nel maggio 1944.

La città era stata occupata da due mesi e le operazioni di trasferimento degli ebrei verso i campi di concentramento erano cominciate immediatamente. Ai cittadini di Budapest venne chiesto di riempire un modulo. Gli ebrei furono così identificati, separati dai cristiani e preparati per essere raccolti in “edifici dalla stella di David“, prima del trasferimento definitivo nei campi di concentramento.

La comunità ebraica di Budapest era allora una delle più vivaci e numerose d’Europa. “Gli ebrei riempirono i moduli, si rifiutavano di credere a quello che sarebbe successo”, spiega Istvan Kenyeres, capo degli archivi di Budapest.

Subito dopo il censo, circa 200 mila ebrei vennero trasferiti in duemila “edifici della stella di David”. Gran parte di queste abitazioni si trovavano nel ghetto. Alcuni morirono di fame e privazioni; altri vennero assassinati in esecuzioni di gruppo vicino al Danubio.

L’arrivo delle truppe dell’Armata Rossa a Budapest, nel gennaio 1945, salvò il resto degli ebrei di Budapest dalla fine certa. Non ebbero la stessa fortuna quelli che vivevano fuori della capitale.

600 mila ebrei ungheresi vennero sterminati durante l’Olocausto, la gran parte ad Auschwitz.

I documenti ritrovati nell’appartamento del centro di Budapest, proprio di fronte al Parlamento, sono secondo Istvan Kenyeres “di valore inestimabile, perché ci aiutano a riempire una serie di falle storiche”.

Attraverso quei fogli, sarà ora possibile ricostruire la mappa della comunità ebraica della città. Dove gli ebrei vivevano, quanti erano, dove vennero trasferiti con l’inizio delle persecuzioni.

  • Autore articolo
    Roberto Festa
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sab 26/09

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 26/09/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 25/09 delle 19:47

    Metroregione di ven 25/09 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 26/09/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Pop Up di sab 26/09

    Pop Up di sab 26/09

    Pop Up Live - 26/09/2020

  • PlayStop

    Sidecar di sab 26/09

    Sidecar di sab 26/09

    Sidecar - 26/09/2020

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 26/09

    I Girasoli di sab 26/09

    I girasoli - 26/09/2020

  • PlayStop

    Sabato Libri di sab 26/09

    Sabato Libri di sab 26/09

    Sabato libri - 26/09/2020

  • PlayStop

    Itaca di sab 26/09

    Itaca di sab 26/09

    Itaca - 26/09/2020

  • PlayStop

    Itaca Rassegna di sab 26/09

    Itaca Rassegna di sab 26/09

    Itaca – Rassegna Stampa - 26/09/2020

  • PlayStop

    Mash-Up di sab 26/09

    Mash-Up di sab 26/09

    Mash-Up - 26/09/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di ven 25/09

    A casa con voi di ven 25/09

    A casa con voi - 26/09/2020

  • PlayStop

    Esteri di ven 25/09

    1-Francia. Attacco all’arma bianca vicino alla vecchia sede di Charlie Hebdo. ..Due feriti , fermato un giovane pakistano. ( Luisa…

    Esteri - 26/09/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di ven 25/09

    Ora di punta di ven 25/09

    Ora di punta – I fatti del giorno - 26/09/2020

  • PlayStop

    Follow Friday di ven 25/09

    Follow Friday di ven 25/09

    Follow Friday - 25/09/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di ven 25/09

    Uno di Due di ven 25/09

    1D2 - 26/09/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo

    Si parla con Massimo Vitturi, responsabile Animali selvatici della Lav, di Orsi in Trentino, di Orsi in Abruzzo, di convivenza,…

    Considera l’armadillo - 26/09/2020

  • PlayStop

    Jack di ven 25/09

    Jack di ven 25/09

    Jack - 26/09/2020

  • PlayStop

    Stay Human di ven 25/09

    Juliette Greco, Zucchero, Santigold, U2, Michael Kiwanuka,Pink Floid, Novità

    Stay human - 26/09/2020

  • PlayStop

    Memos di ven 25/09

    Il Covid e la fine della scuola. Una studentessa milanese denuncia: “a scuola non esistono più momenti di aggregazione, non…

    Memos - 26/09/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore - 25/09/20

    TIBOR FISCHER - LA GANG DEL PENSIERO - presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 26/09/2020

  • PlayStop

    Cult di ven 25/09

    Cult di ven 25/09

    Cult - 26/09/2020

  • PlayStop

    Ricominciamo

    Sara Capuzzo, presidente di è nostra, ci racconta (quasi) tutte le novità della cooperativa; ..Matteo Leonardi di REF-E presenta il…

    C’è luce - 26/09/2020

Adesso in diretta