Approfondimenti

Motta e il suo primo disco da solo: punk e felicità

Francesco Motta è tornato a trovarci. L’ultima volta era stato per promuovere il secondo album della band di cui era voce e chitarra, i Criminal Jokers. Questa volta, invece, è venuto da solo.

Da solo fatto anche il suo disco La fine dei vent’anni, un album che sta riscuotendo un grande, meritatissimo, interesse in queste settimane. Ma lui, nell’intervista che ha accompagnato il suo minilive in diretta su Popolare Network, che potete riascoltare per intero qui sotto, mi ha corretto: “Non sono mai stato da solo, lavorando su questo disco. In particolare con me c’era Riccardo Senigallia, uno che citerò spesso in questa intervista”.

Il musicista e produttore romano, oltre a essere un uomo dalla grandissima esperienza, ha anche più volte dimostrato di saper fare emergere le caratteristiche migliori degli artisti con cui lavora. Anche nei modi meno prevedibili: “Una sera io e Riccardo eravamo usciti a bere qualcosa. Stavamo parlando di colonne sonore e gli ho citato un disco di canti mozambicani contro la resistenza portoghese di quando mio padre era un comunista. E lui mi ha risposto: ‘scrivi un pezzo che si chiami Mio padre era un comunista‘. Per cui possiamo dire che quel pezzo sia un’idea sua”.

Francesco Motta spiega con poche parole anche la decisione di fare un disco solista, senza i Criminal Jokers: “In realtà avevo bisogno di incanalare il mio modo di scrivere canzoni in un’altra maniera, quello che c’era prima era una specie di adolescenza, c’era una magia che piano piano è sfumata per lasciare posto ad altro”. E se gli si chiede di quel suono aggressivo e punk che caratterizzava la band, aggiunge: “Io mi sento più punk adesso, ora che riesco a incanalare quell’energia in modo più consapevole. Ci sono più dinamiche in questo disco, ora che ci sono sia piano che forte, il forte è diventato fortissimo”.

Questo e molto altro nell’intervista con Francesco Motta, che ci ha anche suonato tre canzoni in versione acustica, chitarra e voce. Potete ascoltare la puntata di MiniSonica integrale (25 min.) cliccando sul play qui sotto

 

MiniSonica Motta minilive e intervista

  • Autore articolo
    Niccolò Vecchia
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 07/10/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 07/10/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 07/10/2022

    1-Vicini all’apocalisse, Il mondo secondo Joe Biden, ma per la Cnn il monito del presidente americano a Putin sull’uso dell’atomica…

    Esteri - 10/07/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 07/10/2022

    (19 - 210) Dove si scoprono le nuove frontiere del marketing dello spaccio e ci si lamenta delle novità che…

    Muoviti muoviti - 10/07/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 07/10/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 10/07/2022

  • PlayStop

    Jack Box di venerdì 07/10/2022

    Jack Box è lo scatolone musicale di Jack del venerdi, dal quale estraiamo i suoni che hanno caratterizzato la settimana,…

    Jack Box - 10/07/2022

  • PlayStop

    Gian Mario Villalta ospite di Ira Rubini

    Gianmario Villalta, poeta e direttore di PordenoneLegge, era in giuria al Premio Hemingway quando il riconoscimento fu assegnato ad Annie…

    Clip - 10/07/2022

  • PlayStop

    Gian Mario Villalta ospite di Ira Rubini

    Gianmario Villalta, poeta e direttore di PordenoneLegge, era in giuria al Premio Hemingway quando il riconoscimento fu assegnato ad Annie…

    Clip - 10/07/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 07/10/2022

    Nuove uscite e notizie musicali.

    Jack - 10/07/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di venerdì 07/10/2022

    Con Telmo Pievani abbiamo parlato del suo libro "La natura è più grande di noi, Storie di microbi, di umani…

    Considera l’armadillo - 10/07/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 07/10/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 10/07/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 07/10/2022

    Oggi a Cult: Cecilia Di Lieto presenta il suo "Me l'ha detto l'armadillo" (ed. Altreconomia); la rubrica di lirica a…

    Cult - 10/07/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 07/10/2022

    Torniamo a parlare di pandemia attraverso la presentazione del libro “Dissenso informato”; prosegue il nostro viaggio negli ospedali lombardi: oggi…

    37 e 2 - 10/07/2022

  • PlayStop

    Thomas Gunzig. Il sangue delle bestie.

    THOMAS GUNZIG – IL SANGUE DELLE BESTIE – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 10/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 07/10/2022

    LA BOMBA SOCIALE DEI RISCALDAMENTI CENTRALIZZATI, TRA BOLLETTE TRIPLICATE ED I PRIMI DISTACCHI Leonardo Caruso, presidente Anaci – Associazione Nazionale…

    Prisma - 10/07/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 07/10/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 10/07/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 07/10/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 10/07/2022

Adesso in diretta