Approfondimenti

Addio allo scrittore Philip Roth

Philip Roth

Philip Roth è morto a 85 anni in una clinica di Manhattan, circondato dai suoi amici, per un infarto, come ha detto il suo agente.

Aveva iniziato la sua carriera di scrittore come uno dei casi e degli scandali più clamorosi della letteratura americana e l’ha conclusa nel silenzio, con un ritiro dalla scrittura che lui, superati gli 80 anni, aveva imposto e che aveva sempre rispettato.

Philip Roth ha raccontato almeno 50 anni di storia americana attraverso questioni come il desiderio sessuale maschile, la morale, la mortalità, la sua identità inquieta, davvero inquieta, di ebreo americano.

Successo e polemiche hanno accolto il suo primo libro, “Goodbye, Columbus“, nel 1959, che raccontava gli ebrei americani dei sobborghi, una middle class spezzata tra assimilazioni e inquietudini. Un libro che gli guadagnò l’epiteto di “ebreo che si odiava e che odiava i suoi simili“.

Poi ci fu il “Lamento di Portnoy“, con un protagonista erotomane, nevrotico e morbosamente attaccato alla madre, in un monologo fiume al suo analista. Altro libro indimenticabile, divertente e disperato, altro scandalo letterario che consolidò la fama di Roth. Poi ci fu la creazione di alter ego letterari, in particolare Nathan Zuckerman che appare ne “Lo scrittore fantasma” e poi ritorna nel ruolo di narratore o di protagonista nella grande trilogia americana – “Pastorale americana“, lo stupendo e commovente “Ho sposato un comunista” e “La Macchia Umana” – per uscire di scena poi in “Exit Ghost” nel 2007.

Attraverso Zuckerman, Roth esplora i temi della fama, della letteratura, delle costruzione del mito americano. È stato un autore al centro di molte polemiche anche sulla sua vita privata, ad esempio quelle con la moglie Claire Bloom che poi lo lasciò. Un’attrice inglese che Philip Roth sposò e che lei lasciò con accuse anche di crudeltà psicologica. Accuse che poi gli hanno sempre precluso – o almeno questa è una delle tesi più affermate – il Nobel per la letteratura.

È stato un autore che ha magistralmente eretto la biografia ad arte, a strumento per conoscere il Mondo. Negli ultimi anni si era ritirato nella sua casa in Connecticut. Aveva detto in un’intervista recente di avvicinarsi alla morte con uno spirito positivo e che invecchiare era come scommettere ogni giorno, vivendo ogni giorno di più e quindi vincere anche contro le aspettative fino all’entrata nella temibile valle delle ombre.

Philip Roth
Foto dalla pagina Facebook di Philip Roth https://www.facebook.com/PhilipRothAuthor/
  • Autore articolo
    Roberto Festa
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di giovedì 30/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 30/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di giovedì 30/06/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 30/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    The Game di giovedì 30/06/2022

    Soldi, lavoro, avidità, disoccupazioni: il grande gioco dell’economia smontato ogni giorno da Raffaele Liguori.

    The Game - 30/06/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 25/06/2022

    Speciale AGENDA BRASIL - Festival Internazionale di Cinema Brasiliano 2022 alla sua nona edizione milanese dal 6 all'8 luglio. Ospiti…

    Avenida Brasil - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di giovedì 30/06/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 30/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di giovedì 30/06/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 30/06/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di giovedì 30/06/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 30/06/2022

  • PlayStop

    Snippet di sabato 25/06/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 25/06/2022

  • PlayStop

    Jack di giovedì 30/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 30/06/2022

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mercoledì 29/06/2022

    Jazz Ahead 179 - Playlist: 1. Earthlings, Anteloper, Pink Dolphins, International Anthem, 2022 2. Delfin Rosado, Anteloper, Pink Dolphins, International…

    Jazz Ahead - 29/06/2022

  • PlayStop

    Raul Montanari, Il Cristo zen

    RAUL MONTANARI – IL CRISTO ZEN – presentato da SANDRO GILIOLI

    Note dell’autore - 30/06/2022

  • PlayStop

    Frigoriferi in bolla

    quando gli ascoltatori danno prova di grande sapienza domestica, salutiamo Gilberto Dindini della Cedola e continuiamo a tenere una sciarpa…

    Poveri ma belli - 30/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di giovedì 30/06/2022 delle 12:50

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 30/06/2022

  • PlayStop

    Cult di giovedì 30/06/2022

    A Bari “Lungomare di libri” in collaborazione col Salone del Libro di Torino, “Timpani”il laboratorio di ascolto musicale di “Welcome…

    Cult - 30/06/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di giovedì 30/06/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 30/06/2022

  • PlayStop

    Prisma di giovedì 30/06/2022

    IL VERTICE NATO SACRIFICA I CURDI. Orietta Moscatelli analista della rivista di geopolitica Limes, Eddi Marcucci attivista e combattente con…

    Prisma - 30/06/2022

  • PlayStop

    La NATO abbandona gli alleati curdi nelle mani di Erdogan

    La data del 29 giugno 2022 ha come filo conduttore l’ISIS, perché a Parigi è arrivata la sentenza del processo…

    Clip - 30/06/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di giovedì 30/06/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 30/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di giovedì 30/06/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 30/06/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di giovedì 30/06/2022

    Il Caffè Nero Bollente del giovedì con musica, sfoglio dei giornali e i libri della settimana consigliati da Arianna Montanari…

    Caffè Nero Bollente - 30/06/2022

Adesso in diretta