Approfondimenti

Milano verso il Sala bis: M5S resterà all’opposizione

Movimento 5 Stelle Milano - M5S Sala

M5S e le alleanze per il Sala bis. In questi giorni a Prisma stiamo ospitando alcune delle forze politiche del centrosinistra interessate dalla ricandidatura di Beppe Sala alle comunali del 2021.

La coalizione che sosterrà Sala sarà larga e dovrebbe contenere la lista civica del sindaco, il Pd, una lista di sinistra e una lista con dentro Azione, Italia Viva, +Europa e Radicali. I Verdi non hanno ancora deciso se entrare o no nella coalizione che sosterrà Sala, Milano in Comune resterà all’opposizione. Fuori anche il Movimento 5 Stelle con un suo candidato sindaco.

Il Movimento 5 Stelle resterà all’opposizione, al secondo turno non ci saranno apparentamenti ufficiali. L’intervista a Gianluca Corrado consigliere comunale di M5S.

Come l’ha presa M5S la conferma della ricandidatura di Sala?

Noi come Movimento in maniera diversa, c’era chi ci sperava e chi no. Io onestamente sono rimasto stupito perché la mia idea, avendo conosciuto Sala in questi anni, era che avesse deciso di fare altro. Anche il fatto che l’avesse rinviata più volte mi aveva portato a pensare questa cosa. Credo che sia una salvezza per le forze che lo appoggiano, perché oggettivamente non erano riuscite a produrre nessun’altra ipotesi di candidatura al di là di quello che ha fatto Sala, in bene o in male, a seconda dei punti di vista. Per quanto ci riguarda, non possiamo essere tra le forze che lo appoggiano. Chiunque ipotizza questa cosa non conosce la storia del Movimento milanese, non sa le battaglie che abbiamo fatto contro Sala e la sua visione di urbanizzazione, che a nostro avviso sta riempiendo la città di cemento invece di donarle quello di cui avrebbe bisogno. Mancano spazi ampi di socializzazione, spazi verdi anche interni, e tante altre cose che servirebbero per rendere Milano più vivibile. Li abbiamo contestati sotto talmente tante questioni perché portavamo una voce diversa da parte dei cittadini, quei 54.000 che hanno votato il Movimento e me come sindaco. Credo che noi dobbiamo proporre quell’idea aggiornata che già da un anno stiamo costruendo, e anche soprattutto un’idea che porti prospettive nuove. Siamo fermamente convinti che la società, soprattutto in metropoli come Milano e dopo l’esperienza COVID, sarà molto diversa.

Non potrebbe succedere che da Roma, visto l’attuale assetto del governo, proveranno a spingere per un’unione, magari in vista di un possibile ballottaggio?

Nel Movimento ci sto dal 2012, quando andavamo in giro e ci guardavano con tanta aria di sufficienza. Io non sono mai stato forzato a fare nulla: a Milano avevamo scelto una candidata sindaca, che ha deciso di ritirarsi e sono stato scelto io, e abbiamo lavorato fianco a fianco in questi anni come una squadra. Né io, né il gruppo di Milano, abbiamo mai subito pressioni. Noi non andremo in maggioranza con Sala. Potrebbe esserci una scelta tra due candidati sindaci e potrebbe essere a favore o contro di Sala, a seconda di quello che succederà. Nel 2016 dissi che il Movimento non si sarebbe schierato assolutamente. Questa volta potremmo decidere, anche in base agli equilibri nazionali, di dire una parola. Questo forse è il massimo che, per ragioni di serietà, il gruppo milanese si può permettere. Poi è ovvio che ci siano delle gerarchie, ma dubito che succederà, conoscendo le persone con cui lavoro da anni. Una presa di posizione avverrebbe anche nel tentativo di ottenere qualcosa che sia corrispondete ai temi che i cittadini portano e ripongono in noi, se non dovessimo andare noi al ballottaggio. In politica può succedere di tutto, e anche se oggi a Milano sembriamo tutt’altro che forti, da oggi a tra sei mesi potrebbe succedere di tutto.

Ci sarà un candidato Sindaco del M5S, o potrebbe esserci l’ipotesi con alleanze che non sosterranno Sala?

Credo che ci sarà un candidato sindaco del M5S, ma soprattutto ci sarà un programma, un’idea di città che eventualmente potrebbe anche essere appoggiata da altre liste civiche, da altre forze sul territorio. Penso al mondo dei comitati, con i quali lavoriamo da anni. Se un gruppo di comitati ci propone di fare una lista a supporto del nostro candidato, potrebbe essere un’idea percorribile. È difficile, perché siamo molto avanti nel tempo, ma se parliamo di ipotesi potrebbe essere percorribile. Credo che a Milano ci sarà un candidato Sindaco appoggiato da una lista del M5S, come nel 2016.

Foto dalla pagina Facebook di Gianluca Corrado

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR mercoledì 24/07 19:30

    Le notizie. I protagonisti. Le opinioni. Le analisi. Tutto questo nelle 16 edizioni quotidiane del Gr. Un appuntamento con la redazione che vi accompagna per tutta la giornata. Annunciati dalla “storica” sigla, i nostri conduttori vi racconteranno tutto quello che fa notizia, insieme alla redazione, ai corrispondenti, agli ospiti. La finestra di Radio Popolare che si apre sul mondo, a cominciare dalle 6.30 del mattino. Da non perdere per essere sempre informati.

    Giornale Radio - 24-07-2024

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mercoledì 24/07/2024

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra in profondità, scova notizie curiose, evidenzia punti di vista differenti e scopre strane analogie tra giornali che dovrebbero pensarla diversamente.

    Rassegna stampa - 24-07-2024

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di martedì 23/07/2024 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione ai fatti che riguardano la politica locale, le lotte sindacali e le questioni che riguardano i nuovi cittadini. Da Milano agli altri capoluoghi di provincia lombardi, senza dimenticare i comuni più piccoli, da dove possono arrivare storie esemplificative dei cambiamenti della nostra società.

    Metroregione - 23-07-2024

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Poveri ma in ferie di mercoledì 24/07/2024

    Quando l'esaurimento è dietro l'angolo quindi non resta che fare delle lunghe e vitali abluzioni nel Grunge. Tra una lavatura e l'altra grazie al nostro Toni Gorgonzola si apre un ampio dibattito sulla dieta druidica e sulle varie erbe da addomesticare. E non ci facciamo mancare certamente un bel pianto commemorando i morti del grunge.

    Poveri ma belli - 24-07-2024

  • PlayStop

    Parla con lei di mercoledì 24/07/2024

    Ospite della puntata la poliedrica Miriam Camerini, regista teatrale, attrice,cantante nonché studiosa di ebraismo, fra le poche donne al mondo che ha intrapreso il percorso da rabbino. Con lei si parla di teatro iddish, di cultura ebraica, di ebrei erranti e di cucina e precetti religiosi. Insolita e imperdibile.

    Parla con lei - 24-07-2024

  • PlayStop

    ABNE ep.20 - L'altro lato della medaglia

    Si naviga verso l'isola d'Elba, ma non solo per motivi turistici. Nella puntata del 23 luglio, infatti, abbiamo avuto il piacere di ospitare la giornalista Alice Facchini, che attraverso una serie di articoli su slow-news.com, ha indagato su diverse problematiche della più famosa isola minore italiana passando dall'istruzione, alla sanità, fin anche ai trasporti.

    Clip - 24-07-2024

  • PlayStop

    Conduzione musicale di mercoledì 24/07/2024 delle 14:32

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che serve!

    Conduzione musicale - 24-07-2024

  • PlayStop

    Il Filo della Storia - Hoodie

    Hoodie: un cappuccio, mille narrazioni. A cura di Alba Solaro

    Il Filo della Storia - 24-07-2024

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 24/07/2024

    Oggi a Cult Estate: Filippo Andreatta presenta "Feminist Futures" a Centrale Fies di Dro; Mariano Dammacco parla di "La morte ovvero il pranzo della domenica", con Serena Balivo, visto al Kilowatt Festival di Sansepolcro; alla Biennale Danza 2024 l'artista svizzera Nicole Seiler introduce "Human in the Loop", in cui i performer danzano su istruzione dell'A.I; al Monte Verità di Ascona "Winding and unwinding, the cool couple" ispirata a Olga Frobe Kapteyn...

    Cult - 24-07-2024

  • PlayStop

    Giorni migliori di mercoledì 24/07/2024

    A cura di Mattia Guastafierro e Massimo Alberti. Il primo comizio di Kamala Harris da candidata alle presidenziali statunitensi con Roberto Festa. Il giorno più caldo di sempre con Francesco Pasi, climatologo e meteorologo del consorzio Lamma. L'inasprimento delle operazioni israeliana a Gaza con Cecilia Dalla Negra, direttrice del sito di informazione sul mondo arabo-musulmano Orient XXI Italia. La visita del ministro degli esteri ucraino in Cina con Luigi De Biase del Manifesto. Il fenomeno true crime, dalla strage di Erba al caso di Yara Gambirasio: quando le tesi innocentiste diventano revisioniste con Piero Colaprico.

    Giorni Migliori – Intro - 24-07-2024

  • PlayStop

    Apertura Musicale di mercoledì 24/07/2024

    a cura di Barbara Sorrentini. Scampia, la storia di un rione maledetto. Parigi 2024 per i diritti sociali e delle donne. Kamala Harris icona pop tra i Simpson e il rap. I film che vedremo a Venezia 81.

    Apertura musicale - 24-07-2024

Adesso in diretta