Approfondimenti

Marcello Martini: un ragazzo nel lager

Marcello Martini nel 1940
Marcello Martini nel 1940

Marcello Martini aveva 14 anni quando finì nei lager: Fossoli, Mauthasen, Wiener Neustadt, Hinterbrühl. Ma perché è stato internato? Durante la guerra si cresce in fretta: successe anche a Marcello, nato e cresciuto in una famiglia antifascista, che nel 1944 fu arrestato insieme alla madre e alla sorella. Una vicenda che s’intreccia con la mitica Radio CoRa. “Mio padre – racconta – era il responsabile militare del Cln della zona di Prato, che era una zona importante dal punto di vista militare. Infatti nel giugno ’44 un gruppo di radiotelegrafisti venne paracadutato vicino a Prato: dovevano aiutare Radio CoRa a fornire indicazioni precise su dove gli Alleati dovevano bombardare. Insieme a mio fratello e mio padre andai a recuperare i paracaduti: uno non lo trovammo, probabilmente – ridacchia Marcello Martini – l’avrà trovato prima di noi un contadino, che si sarà fatto qualche bella camicia”. La trasmittente di Radio CoRa, la radio messa in piedi dal Partito d’Azione di Firenze, continuava ad essere spostata di casa in casa, ma proprio in quei giorni venne scoperta. I nazisti fecero una retata che azzerò l’esperienza di Radio CoRa. Così l’abbiamo raccontata nella trasmissione Radio Milano Liberata.

 

storia di radio cora

 

Per cercare di scagionare gli arrestati si consegna ai nazisti Italo Piccagli, capitano dell’Aeronautica, che aveva contribuito alla creazione, mesi prima, di Radio Bari, una delle emittenti che gli Alleati installavano mano a mano che conquistavano le città.  Ma anche il capitano Piccagli, insieme a paracadutisti inviati dall’8° Armata per rafforzare il gruppo clandestino di Radio CoRa e un ignoto partigiano cecoslovacco verranno fucilati. Con loro anche Anna maria Enriques Agnoletti. Il corpo dell’avvocato Enrico Bocci, l’altro responsabile di Radio CoRa non verrà mai ritrovato. Solo Gilda La Rocca riuscirà a salvarsi.

Gilda La Rocca dal documentario di Liliana Cavani per la Rai
Gilda La Rocca dal documentario di Liliana Cavani per la Rai

Ma torniamo a Marcello Martini. Arrestato dai nazisti finisce nei campi di concentramento, sopravvive anche alla marcia della morte. Un anno in cui ha conosciuto l’abisso della crudeltà scientificamente organizzata e il calore della solidarietà spontanea. La solidarietà che che l’ha salvato a Hinterbrühl, quando un incidente di lavoro poteva farlo finire nell’elenco degli incapaci di lavorare e quindi da eliminare.

 

nascosto in infermeria

 

“Ero il più giovane triangolo rosso di Mauthasen”, racconta con orgoglio Marcello Martini. Quel triangolo che vive come una medaglia per molti equivaleva ad uno stigma, se non ad una condanna a morte. Settant’anni sono un periodo abbastanza lungo per poter ricordare quei simboli anche con un po’ di leggerezza.

 

ci intendevamo a gesti

2 – continua

 

  • Autore articolo
    Danilo De Biasio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 27/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 27/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 27/06/2022 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 27/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 27/06/2022

    1--Attentati di Parigi. Dopo 9 mesi di udienze si è chiuso oggi il processo del secolo. Nella sua ultima dichiarazione,…

    Esteri - 27/06/2022

  • PlayStop

    The Game di lunedì 27/06/2022

    1) G7, colpire le entrate di Putin. E’ l’obiettivo di nuove sanzioni e dell’ipotesi del price cap. Il commento dell’economista…

    The Game - 27/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 27/06/2022

    Dove ci si interroga sulla suoneria del neo eletto sindaco di Verona Damiano Tommasi. E' Britney Spears o no? Poi…

    Muoviti muoviti - 27/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un Boh. Mal di mare e vermi del polistirolo

    Con Andrea Bellati e Gaia Grassi

    Di tutto un boh - 27/06/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 27/06/2022

    Si parla con Emanuele Biggi del suo ultimo libro Micromondi. Storie di animali, piante e forme di vita nascosti in…

    Considera l’armadillo - 27/06/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 27/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 27/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 27/06/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 27/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 27/06/2022 delle 12:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 27/06/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 27/06/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: la nuova edizione di Suoni Mobili a…

    Cult - 27/06/2022

  • PlayStop

    Carla De Bernardi, Storia di Milano. Guida per curiosi e ficcanaso

    CARLA DE BERNARDI - STORIA DI MILANO. GUIDA PER CURIOSI E FICCANASO – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 27/06/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 27/06/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 27/06/2022

  • PlayStop

    Prisma di lunedì 27/06/2022

    Commentiamo i risultati delle elezioni comunali con Daniela Preziosi, Carlo Galli e Claudio Jampaglia. Covid, la nuova ondata spiegata da…

    Prisma - 27/06/2022

  • PlayStop

    Guarda che Lune di lunedì 27/06/2022

    Il contenitore del lunedì mattina che vi racconta cosa raccontano i giornali, come comunica la politica, le aziende e i…

    Guarda che Lune - 27/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 27/06/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 27/06/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lunedì 27/06/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Rassegna stampa internazionale - 27/06/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di lunedì 27/06/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 27/06/2022

Adesso in diretta