Approfondimenti

Madonna di via Gadames, tutt’altra storia

A Milano, sul balcone di uno stabile occupato, è stata posizionata la statua di una Madonna. Appeso sotto uno striscione. E’ scoppiato il caso, con l’accusa di sacrilegio e blasfemia e le richieste al Comune di intervenire e sgomberare il palazzo (sfitto) di proprietà dei Padri Passionisti. E’ intervenuta anche la Curia di Milano. Siamo andati a vedere. Via Gadames è una lunga strada industriale in zona Certosa, a pochi metri dagli imbocchi dell’autostrada.

La statua è ancora lì, in via Gadames 94.  Ma non è imbavagliata, né bendata, come si è detto.

Ha invece un fazzoletto nero sulla bocca e sul naso, a mo’ di protezione. In mano tiene la riproduzione di una bottiglia molotov. Sotto di lei lo striscione è cambiato: “Il peccato è negli occhi di chi giudica”. Questa mattina lo striscione era attorcigliato dal vento. Lo si poteva leggere in controluce. Sotto, nel balcone del piano sottostante, un altro striscione, più tradizionalmente antifascista. Avvicinandosi allo stretto cancello di ingresso si notava un cartello, scritto al computer, protetto da un involucro plastificato. Il titolo era lo stesso dello striscione: “Il peccato è negli occhi di chi giudica”.

Il cartello spiega: “E’ la Madonna degli oppressi e degli emarginati, come la Madonna di Guadalupe” che appare nell’iconografia latino americana proprio così: col bavaglio e la molotov . Ed è considerata la protettrice degli oppressi. Ed ecco le foto delle due Madonne, accostate: in effetti la simbologia è la stessa: anche la Madonna di Guadalupe ha un fazzoletto sulla bocca e il naso (rosso) e un ordigno in mano.

Il cartello è firmato: “Comunità apostolica dulciniana“. “Abbiamo scelto di vivere in povertà – scrivono – come gli apostoli e non possiamo che occupare le casse che i ricchi decidono di tenere vuote”. L’origine ideale di questo gruppo è dunque da ricercare nella vicenda di Fra Dolcino, il frate ribelle che a cavallo del 300 si scontrò con il Vaticano. Lui e i suoi seguaci vennero sterminati nella crociata lanciata dal vescovo di Vercelli, con il benestare di papa Clemente V. Ne raccontò anche Dario Fo nel suo Mistero Buffo.

E lo striscione considerato blasfemo e a “sfondo sessuale”, denunciato dai giornali e sempre censurato nelle fotografie pubblicate in questi giorni?  Non c’è più. Sopra c’era scritto: “Ve lo faremo sucare”: rivolto allo sgombero prevedibile:  è spiegato anche questo nel cartello, non era certo rivolto alla Madonna, assunta anzi a simbolo della iniziativa.

  • Autore articolo
    Alessandro Principe
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 22/04/21 delle 19:50

    Metroregione di gio 22/04/21 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 23/04/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Serve And Volley di ven 23/04/21

    Serve And Volley di ven 23/04/21

    Serve&Volley - 23/04/2021

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 22/04/21

    Rotoclassica di gio 22/04/21

    Rotoclassica - 23/04/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di gio 22/04/21

    News Della Notte di gio 22/04/21

    News della notte - 23/04/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 22/04/21

    A casa con voi di gio 22/04/21

    A casa con voi - 23/04/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 22/04/21

    Ora di punta di gio 22/04/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 23/04/2021

  • PlayStop

    Esteri di gio 22/04/21

    1- Giornata della Terra. Per far dimenticare gli anni Trump, gli Stati Uniti hanno promesso di ridurre le emissioni di…

    Esteri - 23/04/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di gio 22/04/21

    Sunday Blues di gio 22/04/21

    Sunday Blues - 23/04/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di gio 22/04/21

    Uno di Due di gio 22/04/21

    1D2 - 23/04/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 22/04/21

    Considera l'armadillo gio 22/04/21

    Considera l’armadillo - 23/04/2021

  • PlayStop

    Jack di gio 22/04/21

    Jack di gio 22/04/21

    Jack - 23/04/2021

  • PlayStop

    Lezioni di antimafia: Gianrico Carofiglio

    Settimo incontro del nuovo ciclo di “Lezioni di antimafia” ideato dalla Scuola di Formazione “Antonino Caponnetto” e coordinato da Raffaele…

    Lezioni di antimafia - 23/04/2021

  • PlayStop

    Stay Human di gio 22/04/21

    Stay Human di gio 22/04/21

    Stay human - 23/04/2021

  • PlayStop

    Memos di gio 22/04/21

    Quali segnali arrivano dalla Germania della grande transizione politica, del passaggio da Angel Merkel ai suoi eredi? Memos è tornato…

    Memos - 23/04/2021

  • PlayStop

    Tiziano Tussi, Storia senza memoria

    TIZIANO TUSSI- STORIA SENZA MEMORIA - presentato da CLAUDIO AGOSTONI

    Note dell’autore - 23/04/2021

  • PlayStop

    Cult di gio 22/04/21

    ira rubini, cult, marco cacciola, massimo menunni, legge delega spettacolo, fotografia sociale, casa delle donne, tiziana ricci, bergamo film meeting,…

    Cult - 23/04/2021

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 22/04/21

    37 e 2 di gio 22/04/21

    37 e 2 - 23/04/2021

  • PlayStop

    Prisma di gio 22/04/21

    La giornata mondiale della terra con Stefano Caserini ed Emanuele Bompan. Novità del decreto Covid, microfono aperto . Che fine…

    Prisma - 23/04/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 22/04/21

    Rassegna stampa internazionale di gio 22/04/21

    Rassegna stampa internazionale - 23/04/2021

Adesso in diretta