Approfondimenti

L’ultima imperdibile puntata di Guarda che Lune!

Gustav Martner - greenpeace

Ritira il premio… Al Festival di Cannes della pubblicità, il più grande evento mondiale del settore (piccola curiosità, un tempo era a Venezia) sono state premiate molte campagne che vi abbiamo raccontato quest’anno (due su tutte: Google Real Tone e il quotidiano An Nahar) e sono successi due fatti: il primo è l’irruzione sul palco di Gustav Martner, che è un pubblicitario ma anche un attivista di Greenpeace, il quale ha sventolato uno striscione con su scritto “nessun premio per un pianeta morto”, restituendo i premi che aveva vinto in passato e chiedendo una legge che vieti la pubblicità e le sponsorizzazioni sui combustibili fossili.


Ovviamente è stato espulso dal festival ma GreenPeace è tornata a protestare sula spiaggia della Croisette.

L’ospite speciale del festival era ancora una volta il presidente Zelensky che attorniato dai pubblicitari ucraini ha chiarito il suo manifesto comunicativo e politico, un appello all’aiuto e alla libertà: “Ora potete portare la pace in Europa semplicemente applicando le vostre qualità professionali”. E qui c’è l’incaglio, perché questa pace di cui parla Zelensky è una vittoria militare.

Dopo l’appello a “essere coraggiosi come gli ucraini”, i discorsi ai Parlamenti e le campagne “se succedesse a voi”, la strategia comunicativa dell’Ucraina segnala una mutazione nel modo in cui un governo si rivolge al mondo e all’opinione pubblica (piaccia o meno). Il caso di Largo Murani a Milano dove l’Esselunga distrugge dei murales di 45 anni fa per costruire un suo supermercato e propone un’opera compensativa del collettivo Toilet Paper di Cattelan e Ferrari, ci pone il temadi come sia cambiate, invece, l’arte nello spazio pubblico. Il caso estremo del murales di Bosch sempre a Milano lo dimostra bene. Il business si sta mangiando la street art. Come i divani svizzeri Bailani si sono mangiati “Bella Ciao” in una deriva pop che fa storcere il naso. Il premio allora lo diamo noi, quello annuale al “comunicare senza potere” 2022 lo vince l’ex prigioniera politica filippina Cristina Bawagan, che ha protestato contro la candidatura alla presidenza del figlio del ex dittatore Marcos (70.000 persone imprigionate, 34.000 torturate e 3.240 uccise) mostrando alla stampa, l’abito che indossava il 27 maggio del 1981, nel giorno in cui era stata arrestata torturata e violentata dai soldati durante la legge marziale imposta dal dittatore (e lo ha raccontato quel giorno). Omaggiamo con lei tutti i senza potere che non smettono di mettere in comune, ossia di comunicare, la verità delle cose e della storia. Toccherà anche alle donne Usa per avere diritto all’interruzione volontaria di gravidanza.

Infine, grazie alle vostre segnalazioni (grazie a Mimosa in questo caso) che ci interroga sulla siccità: “zero discorso pubblico, zero coinvolgimento dei cittadini, zero comunicazione”. Se andate sul sito del gruppo Cap, gestore del servizio idrico di Milano, per esempio, vi dicono di scaricare un pdf, la solitudine del cittadino insomma. Eppure la Lombardia ha appena varato una gara da 47 milioni di euro, mica bruscolini, per i prossimi 4 anni di comunicazione istituzionale. Ma questa è materia per la ripresa di settembre. Per ora buona estate da Claudio Jampaglia, Giuseppe Mazza e Marta Zambon

  • Autore articolo
    Claudio Jampaglia
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 15/08/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 15/08/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    American Life di lunedì 15/08/2022

    Le poesie di Raymond Carver e le canzoni di Bruce Springsteen ci faranno da guida in un emozionante viaggio verso…

    American Life - 15/08/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 15/08/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 15/08/2022

  • PlayStop

    Not an ordinary Joe di lunedì 15/08/2022

    Il 21 agosto di quest’anno Joe Strummer avrebbe compiuto 70 anni. Ma se n’è andato di colpo il dicembre di…

    Not an ordinary Joe - 15/08/2022

  • PlayStop

    La Scatola Magica di lunedì 15/08/2022

    La scatola magica? una radio? una testa? un cuore? un baule? questo e altro, un'ora di raccolta di pensieri, parole,…

    La Scatola Magica - 15/08/2022

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di domenica 14/08/2022

    A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae Music…

    Reggae Radio Station - 15/08/2022

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di domenica 14/08/2022

    Prospettive musicali dà risalto a una serie di espressioni musicali che trovano generalmente poco spazio nelle programmazioni radiofoniche mainstream. Non…

    Prospettive Musicali - 15/08/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 14/08/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 15/08/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 14/08/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 15/08/2022

  • PlayStop

    Cosmic di domenica 14/08/2022

    Un titolo che richiama i primi lanci spaziali, vecchi film di fantascienza in bianco e nero, e ingenui giocattoli di…

    Cosmic - 15/08/2022

  • PlayStop

    Bollicine di domenica 14/08/2022

    Che cos’hanno in comune gli Area e i cartoni giapponesi? Quali sono i vinili più rari al mondo? Giunta alla…

    Bollicine - 15/08/2022

  • PlayStop

    Soulshine di domenica 14/08/2022

    Soulshine è un mix eclettico di ultime uscite e classici immortali fra soul, world music, jazz, funk, hip hop, afro…

    Soulshine - 15/08/2022

  • PlayStop

    Sister di domenica 14/08/2022

    SISTER - in cerca di alleatǝ - è una trasmissione musicale che tratta temi legati al femminismo attraverso la voce…

    Sister - 15/08/2022

  • PlayStop

    Mixtape di domenica 14/08/2022

    A compilation of favorite pieces of music, typically by different artists, recorded onto a cassette tape or other medium by…

    Mixtape - 15/08/2022

  • PlayStop

    Percorsi perVersi di domenica 14 agosto

    Ospite: Andrea De Alberti

    Percorsi PerVersi - 15/08/2022

  • PlayStop

    Walkman di domenica 14/08/2022

    Il decennio della Milano da bere raccontato in dieci puntate, attraverso le classifiche di vendita dei singoli e le storie…

    Walkman – Gli anni 80 su una C-60 - 15/08/2022

  • PlayStop

    Colazione a Pechino

    Siegmund Ginzberg corrispondente dalla Cina dal 1980 al 1987. Dopo averla ripensata e rimuginata a lungo, ha deciso di raccontarla…

    All you need is pop 2022 - 15/08/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 14/08/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 15/08/2022

  • PlayStop

    In carrozza - episodio 6

    Trans Europe express: un treno musicale europeo voci e musiche di: kraftwerk, beatles, becaud, adamo, theodorakis, hadjidakis, anders, anthony, lloyd…

    In carrozza! - 15/08/2022

  • PlayStop

    In carrozza - episodio 6

    Trans Europe express: un treno musicale europeo voci e musiche di: kraftwerk, beatles, becaud, adamo, theodorakis, hadjidakis, anders, anthony, lloyd…

    In carrozza! - 14/08/2022

Adesso in diretta