Approfondimenti

Lo scivolone di Sala

La precisazione di Giuseppe Sala è arrivata dopo alcune ore, per cercare di smorzare il caso che ormai era scoppiato.

Quello di ieri, però, rimarrà lo scivolone del candidato di centrosinistra nella campagna elettorale.

Sala ha partecipato alla presentazione di un libro scritto a quattro mani dal segretario del Pd milanese, Pietro Bussolati e da Nicolò Mardegan, il candidato sindaco di estrema destra che ha nelle sue liste i dirigenti milanesi e lombardi di CasaPound.

Già solo l’opportunità che Bussolati abbia presentato in campagna elettorale, a due settimane dal voto, un libro scritto a quattro mani con Mardegan – un dialogo sul futuro della città – ha destato più di una perplessità.

Non bastasse, Sala si è speso in lodi per Mardegan, definito “simpatico, giovane e coraggioso”, riportano le cronache.

Fossi stato a destra non mi sarei perso uno come lui e trovo strano che non trovi lo spazio giusto. Mi piacerebbe che facesse una scelta di campo più precisa perché trovo strano citare nel libro don Sturzo e poi aprire a CasaPound” ha aggiunto.

Poi ha delineato una futura attenzione nei suoi confronti:

“Io faccio una semplice promessa: se sarò sindaco lavorerò con grande devozione per questa città e cercherò di essere il sindaco di tutti e ascolterò certamente Nicoló”.

Tutto questo accadeva a Milano, nel giorno in cui a Roma i militanti di CasaPound attraversavano la Capitale con un corteo in cui centinaia di persone inneggiavano al fascismo tra i saluti romani.

La reazione da sinistra è stata immediata, da Basilio Rizzo (“Sala dice che ascolterà Mardegan ma che un sindaco parli con chiunque è un’ovvietà, dirlo adesso ha invece un altro significato”) alla lista SinistraXMilano che è nella coalizione di centrosinistra e sostiene Sala:

“Pur condividendo la necessità di ascoltare tutte le voci della nostra città, SinistraXMilano chiede al suo candidato sindaco Beppe Sala di ribadire con nettezza la distanza da tutto il mondo che Nicolò Mardegan rappresenta, a partire dagli esponenti di CasaPound presenti nella sua lista”.

Che la questione venga considerata seria anche nel Partito Democratico lo dimostra il successivo intervento del deputato Emanuele Fiano:

“Il Pd e Beppe Sala non hanno nessuna intenzione né oggi né mai di dialogare con CasaPound. Sia noi che Sala siamo antifascisti nel Dna e su questo non ammettiamo dubbi o critiche. Altro è dire che Sala dialoghi o ascolti un altro candidato, ma non siamo e non saremo alleati della sua lista che contiene per noi una rappresentanza della destra delle celtiche con cui noi non dialogheremo mai”.

Alcune ore dopo le aperture a Mardegan, Sala ha scritto una nota:

Ci tengo a precisare le mie parole: da sindaco ascolterò tutti i cittadini, anche quelli che hanno opinioni e ideologie diametralmente opposte alle mie. Fra costoro, c’è anche Nicolò Mardegan. In nessun modo ciò diminuisce la mia distanza assoluta e irremovibile dall’ideologia sostenuta e veicolata da CasaPound e dalle posizioni prese da Mardegan in questa campagna. E’ il lavoro di un sindaco in democrazia. I presenti oggi hanno ascoltato la mia dura stigmatizzazione della scelta di Mardegan di farsi supportare da CasaPound”.

Se Sala ha sentito la necessità di ribadirlo è perché lo scivolone rischia di creare una ulteriore distanza nei suoi confronti a sinistra, nelle fila di un elettorato già in tensione per la strategia adottata fino a oggi dal candidato sindaco, il quale ha dedicato molta più attenzione a coltivare il consenso al centro.

Una cosa però sono le aperture al centro e un’altra le manifestazioni di interesse, seppur tra i distinguo e le prese di distanza da CasaPound, verso i rappresentanti della destra, in una campagna elettorale dove l’unico sussulto fino a oggi era stato il caso, sollevato da Radio Popolare, dei fascisti nelle fila della Lega a sostegno del candidato di centrodestra Stefano Parisi.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 26/10/20 delle 19:47

    Metroregione di lun 26/10/20 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 27/10/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    From Genesis to Revelation di mar 27/10/20

    From Genesis to Revelation di mar 27/10/20

    From Genesis To Revelation - 27/10/2020

  • PlayStop

    Jazz Anthology di lun 26/10/20

    Jazz Anthology di lun 26/10/20

    Jazz Anthology - 27/10/2020

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di lun 26/10/20

    Jailhouse Rock di lun 26/10/20

    Jailhouse Rock - 27/10/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di lun 26/10/20

    A casa con voi di lun 26/10/20

    A casa con voi - 27/10/2020

  • PlayStop

    Esteri di lun 26/10/20

    1-” La storia è nostra e la fanno i popoli” , si è avverata la profezia di Salvador Allende... In…

    Esteri - 27/10/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 26/10/20

    Ora di punta di lun 26/10/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 27/10/2020

  • PlayStop

    La pillola va giu di lun 26/10/20

    La pillola va giu di lun 26/10/20

    La Pillola va giù - 27/10/2020

  • PlayStop

    Gimme Shelter di lun 26/10/20

    Gimme Shelter di lun 26/10/20

    Gimme Shelter - 27/10/2020

  • PlayStop

    Jack di lun 26/10/20

    Jack di lun 26/10/20

    Jack - 27/10/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 26/10/20

    Considera l'armadillo lun 26/10/20

    Considera l’armadillo - 27/10/2020

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 26/10/20

    Senti un po' di lun 26/10/20

    Senti un po’ - 27/10/2020

  • PlayStop

    DOC di lun 26/10/20

    DOC di lun 26/10/20

    DOC – Tratti da una storia vera - 27/10/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 26/10/20

    Note dell'autore di lun 26/10/20

    Note dell’autore - 27/10/2020

  • PlayStop

    Cult di lun 26/10/20

    ira rubini, cult, tommaso sacchi, assessore cultura firenze, dpcm, chiusura teatri, andree shammah, teatro franco parenti, lettera aperta franceschini, tiziana…

    Cult - 27/10/2020

  • PlayStop

    Sui Generis di lun 26/10/20

    Rachele Borghi, docente di Geografia all’Università Sorbona di Parigi, per la collana Culture Radicali di Meltemi editore ha pubblicato il…

    Sui Generis - 27/10/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 26/10/20

    Prima parte: in giro per bar e ristoranti di Milano con Valerio Sforna, all'indomani della decisione di chiuderli alle 18.…

    Prisma - 27/10/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 26/10/20

    Fino alle otto di lun 26/10/20

    Fino alle otto - 27/10/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 26/10/20

    Rassegna stampa internazionale di lun 26/10/20

    Rassegna stampa internazionale - 27/10/2020

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 26/10/20

    Di Lunedi di lun 26/10/20

    DiLunedì - 27/10/2020

Adesso in diretta