Approfondimenti

L’inaspettata ascesa di Marine Le Pen

marine le pen

Ben 89 seggi. Un risultato così non se lo aspettava nessuno. Persino i dirigenti del Rassemblement National pensavano di ottenere esagerando 60 deputati perché, storicamente, l’estrema destra si è sempre scontrata con il cosiddetto “soffitto di vetro”, a causa del sistema maggioritario e del famoso Front Republicain che la penalizzava al secondo turno. Invece, la formazione di Marine Le Pen è ormai il primo partito d’opposizione.

Cosa è successo? Per alcuni esperti, è il segno che l’RN è ormai radicato nel territorio, in particolare nel Sud e nel Nord del paese. Altri evidenziano l’astensione altissima, diventata ormai strutturale, a cui si è aggiunto il crollo del Front Republicain a livello locale.
In questi giorni i macronisti hanno impostato una campagna anti Nupes, mettendo spesso sullo stesso piano l’unione delle sinistre e l’ex Front National. E a sinistra si è puntato molto sul sentimento anti-Macron. Basti pensare che l’RN ha vinto 62 duelli che la contrapponevano alla coalizione presidenziale su 108 e 33 sui 61 in cui ha affrontato la Nupes.

Da un lato, i candidati della sinistra esclusi dal ballottaggio hanno in gran parte chiesto agli elettori di fare “barrage” ma non sono stati ascoltati. I dati dicono che si sono astenuti o hanno votato bianco o scheda nulla. Dall’altro, gli appelli dei candidati della macronia sono stati meno chiari e meno numerosi e si calcola che i loro elettori si siano astenuti nel 72% dei casi, che il 16% abbia votato Nupes ma il 12% abbia scelto l’RN. Un dato impensabile fino a poco tempo fa, per un partito che è nato per fare da baluardo contro l’estrema destra. In questi duelli, il numero di schede bianche o nulle aumenta ancora più vertiginosamente.
Le uniche occasioni in cui l’astensione non ha favorito l’RN sono quelle in cui si scontrava con la destra dei Republicains. Che hanno vinto 24 duelli su 26.

Tra i due litiganti, insomma, il terzo gode. Marine Le Pen ha continuato a fare una campagna discreta e, anche più di metà del suo elettorato della presidenziale non è andato a votare, è riuscita a sfruttare efficientemente la lotta tra macronisti e Nupes. Se guardiamo al numero di voti, infatti, lo scarto positivo rispetto a 5 anni fa è di poco più di un milione di elettori ma in percentuale oggi l’RN rappresenta il 18% dei voti espressi.
L’astensione, che sfiora il 54%, riguarda soprattutto gli operai, le classi popolari urbane e periurbane e i giovani. Due terzi degli elettori di meno di 24 anni non vanno a votare, per disinteresse, mancanza di rappresentatività o sfiducia nel sistema. Da questo punto di vista Mélenchon, che puntava a risconvolgere gli elettori di sinistra, e in particolare i giovani, ha perso la sua scommessa.  Come per Marine Le Pen, più della metà dei suoi elettori alla presidenziale non sono andati a votare.

  • Autore articolo
    Luisa Nannipieri
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 02/07/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 07/02/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 01/07/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 01/07/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 07/01/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 01/07/2022

    1-La lezione di Odessa. L’Ucraina è diventata il teatro della nuova guerra fredda e alla fine muoiono i civili. L’attacco…

    Esteri - 07/01/2022

  • PlayStop

    Lezioni antimafia: Alberto Guariso e Gianfranco Schiavone

    Nono e ultimo incontro di “Lezioni di antimafia”. Gli ospiti sono Alberto Guariso, avvocato ASGI (Associazione Studi Giuridici Immigrazione) e…

    Lezioni di antimafia - 01/07/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 01/07/2022

    Dove non si saluta solo l'ultima puntata di "Muoviti, muoviti" ma anche un po' tutte le ultime puntate di oggi…

    Muoviti muoviti - 07/01/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 01/07/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 07/01/2022

  • PlayStop

    L'Europa in casa nostra di venerdì 01/07/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 07/01/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 01/07/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 07/01/2022

  • PlayStop

    Gianluca Alzati, Volevo fare la corridora. La vita, la passione, le battaglie della campionessa di ciclismo Morena Tartagni

    GIANLUCA ALZATI – VOLEVO FARE LA CORRIDORA. LA VITA, LA PASSIONE, LE BATTAGLIE DELLA CAMPIONESSA DI CICLISMO MORENA TARTAGLI –…

    Note dell’autore - 07/01/2022

  • PlayStop

    I risparmi de Maria Cazzetta

    quando chiediamo agli ascoltatori dei loro vani tentativi di risparmiare piccole cifre per poi finire a spenderne di maggiori, tra…

    Poveri ma belli - 07/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 01/07/2022 delle 12:46

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 07/01/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 01/07/2022

    a Welcome to Socotra i Cantieri Teatrali Koreja propongono „Alessandro „, La mostra „Luna Park dell‘anima, Coney Island“ di Maurizio…

    Cult - 07/01/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 01/07/2022

    I conflitti d’interesse in medicina; la vita di una persona disabile a Sesto S. Giovanni; cosa sta accadendo nelle RSA;…

    37 e 2 - 07/01/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 01/07/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 10.30. Il venerdì dalle…

    Prisma - 01/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 01/07/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 10.30. Il venerdì dalle…

    Prisma - 07/01/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 01/07/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 07/01/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 01/07/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 07/01/2022

Adesso in diretta