Approfondimenti

“Letter to you”, il tanto atteso ritorno del Boss

Letter to you - Bruce Springsteen

Dodici canzoni, sessanta minuti del più classico rock and roll, prevedibile – se si vuole – ma certamente potente. Springsteen rimette insieme, in uno studio, i vecchi amici e compagni di strada della E Street Band, e il risultato viene da sé. “Letter to you” é un album con un filo conduttore, il tempo che scorre, introdotto subito dal primo brano “One minute you’re here” e svolto fino al pezzo di chiusura “I’ll see you in my dreams“, in cui Springsteen si rivolge agli amici lasciati per strada, come il sassofonista Clarence Clemons e l’organista Danny Federici.

C’è tanta malinconia in “Letter to you“, ma anche tanta gioia di tornare a fare musica insieme, sognando il ritorno sul palco. Springsteen ha detto che il suo brano preferito di questo disco é “The house of a thousand guitars“, la casa delle mille chitarre, perché parla del suo rapporto col pubblico.

E di chitarre ce ne sono moltissime in questo album, in cui Bruce ha inserito tre vecchie canzoni degli anni ’70, reincise. Tre bellissimi pezzi: “Janey needs a shooter“, “Song for orphans” e “If I was the priest“. Quest’ultima, pensate, era tra quelle da lui portate al provino per la Columbia Records, nel 1972. Come ha fatto a rimetterla nel cassetto fino ad oggi, lo sa solo lui…

Non manca una canzone politica, in questo album che Bruce ha voluto uscisse prima delle elezioni per la Casa Bianca. “Rainmaker” è il mago della pioggia, un demagogo a cui la gente ha bisogno di credere, si spaccia per l’uomo dei miracoli ma ti porta via tutto. Comunque, Trump perderà, si é mostrato sicuro Springsteen in una delle tante interviste per l’uscita del disco. E speriamo che non si sbagli.

In questo “Letter to you”, come canta nella title track, il Nostro mette nero su bianco i suoi sogni e le sue paure, le sue certezze e i suoi dubbi, l’angoscia per essere rimasto l’unico in vita dei Castiles, il suo gruppo giovanile (è la storia del brano “Last man standing “) ma anche la voglia di guardare al futuro, sognando San Siro, come dice nel film di Thom Zimney uscito su AppleTV+ contestualmente al disco e con lo stesso titolo.

Quattro serate a San Siro, il sogno della E Street Band, che freme per poter ripartire.
Perche, come ha scritto Alessandro Portelli sul manifesto, “Bruce Springsteen é stato il primo a capire che il rock and roll non appartiene a un solo momento, a una fase adolescenziale della vita, ma é capace di accompagnare il tempo e intridersi di storia e memoria“.

  • Autore articolo
    Lorenza Ghidini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di ven 04/12/20

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 12/04/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 04/12/20 delle 07:16

    Metroregione di ven 04/12/20 delle 07:16

    Rassegna Stampa - 12/04/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Ora di punta di ven 04/12/20

    Ora di punta di ven 04/12/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 12/04/2020

  • PlayStop

    Follow Friday di ven 04/12/20

    Follow Friday di ven 04/12/20

    Follow Friday - 12/04/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di ven 04/12/20

    Uno di Due di ven 04/12/20

    1D2 - 12/04/2020

  • PlayStop

    Jack di ven 04/12/20

    Jack di ven 04/12/20

    Jack - 12/04/2020

  • PlayStop

    Stay Human di ven 04/12/20

    Stay Human di ven 04/12/20

    Stay human - 12/04/2020

  • PlayStop

    Memos di ven 04/12/20

    Covid-19, tra vaccini e cause profonde. Utilizzare i primi, senza rimuovere le seconde. L’arrivo più o meno certificato dei primi…

    Memos - 12/04/2020

  • PlayStop

    Massimo Filippi ed Enrico Bonacelli, Divenire invertebrato

    MASSIMO FILIPPI ED ENRICO BONACELLI - DIVENIRE INVERTEBRATO - presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 12/04/2020

  • PlayStop

    Cult di ven 04/12/20

    Cult di ven 04/12/20

    Cult - 12/04/2020

  • PlayStop

    C'e' Luce di ven 04/12/20

    Agnese Bertello, facilitatrice, esperta di progettazione partecipata, dibattito pubblico e processi deliberativi, ci spiega come lavora la convenzione dei cittadini…

    C’è luce - 12/04/2020

  • PlayStop

    Prisma di ven 04/12/20

    Prisma di ven 04/12/20

    Prisma - 12/04/2020

  • PlayStop

    Il Giorno Delle Locuste di ven 04/12/20

    Il Giorno Delle Locuste di ven 04/12/20

    Il giorno delle locuste - 12/04/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di ven 04/12/20

    Il demone del tardi - copertina di ven 04/12/20

    Il demone del tardi - 12/04/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di ven 04/12/20

    Fino alle otto di ven 04/12/20

    Fino alle otto - 12/04/2020

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 03/12/20

    Rotoclassica di gio 03/12/20

    Rotoclassica - 12/04/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 03/12/20

    con Alessandro Diegoli. - punto con metro..- il panettone equo e solidale del Garabombo..- Margherita Redaelli da Bruxelles..- Marco Schiaffino…

    A casa con voi - 12/03/2020

Adesso in diretta