Approfondimenti

Le testimonianze subito dopo la tragedia

Ponte crollato a Genova
    Nei concitati momenti che hanno seguito il crollo di una parte di ponte Morandi a Genova, Radio Popolare ha raccolto alcune testimonianze e ha mandato in onda le parole di Luigi Leone, ex direttore responsabile della tv locale Primo Canale, che più volte in passato aveva denunciato la pericolosità della struttura:

    Questa è una tragedia annunciata. Sono davvero incazzato nero, questa è una tragedia che tutti sapevamo. Sono anni che noi giornalisti scriviamo “guardate che il Ponte Morandi non ce la fa più”. C’era l’alternativa della gronda, si potevano fare altri mille progetti. Non è ammissibile che si sia dovuto aspettare il crollo del ponte, provocando chissà quante vittime. È una cosa pazzesca. Poi ovviamente questo è accaduto d’estate, nel momento peggiore perchè ovviamente avremo migliaia di persone che saranno bloccate nel ponente ligure, mentre dovrebbero sicuramente poi spostarsi verso levante. È davvero il momento peggiore. Però ripeto, la cosa che più mi indigna e mi fa veramente arrabbiare è che questa non è affatto una tragedia dovuta al caso, ma è una tragedia ampiamente annunciata.

    Il custode di un’azienda metalmeccanica situata nei pressi del ponte, nella zona industriale che lo oltrepassa, ha così raccontato a Radio Popolare quando si è reso conto dell’accaduto:

    Ho sentito un rumore, ma lavorando in un’azienda metalmeccanica pensavo fosse qualcosa di normale. Poi mi sono reso conto degli elicotteri che passavano, sono uscito fuori e ho visto che mancava un pezzo del ponte. Mi sono affacciato pochi minuti dopo quello che è successo. Ora stiamo chiudendo l’azienda e ce ne stiamo andando da lì, anche perchè un piccolo pezzo del ponte è sopra di noi e per evitare pericoli stiamo evacuando tutto.

    La dipendente di un’azienda che si occupa della distribuzione di bevande, e che ha sede a pochi decine di metri dal punto in cui il ponte Morandi è crollato, ha spiegato:

    Devo dire la verità, non ci siamo accorti subito. Eravamo in ufficio e c’era un violento temporale con dei forti lampi. Noi siamo vicini alla ferrovia e abbiamo sentito soltanto i cavi dell’alta tensione e dei treni toccarsi e fare scintille. Poi ci siamo accorti che mancava un’intera campata. Da qui non si vede bene tutto.

    Questa, invece, è la testimonianza dell’azienda Basko, proprietaria del camion rimasto sul ponte dopo il crollo:

    L’autista lo abbiamo sentito più volte, diciamo che sta bene. È sotto shock. È riuscito a scappare di corsa appena si è accorto di quello che stava succedendo. Ha inchiodato, ha tentato di mettere la retromarcia e alla fine è sceso lasciando tutto lì. Noi abbiamo circa 150 mezzi e siamo coinvolti nel traffico e nella problematica. Ne avevamo 3 o 4 lì in zona, uno nella galleria successiva e uno al di sotto del ponte, poco prima del disastro. L’autista è una persona di Genova.

    Ponte crollato a Genova
    Foto dei Vigili del Fuoco
  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 01/07/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 01/07/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 01/07/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 07/01/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 01/07/2022

    1-La lezione di Odessa. L’Ucraina è diventata il teatro della nuova guerra fredda e alla fine muoiono i civili. L’attacco…

    Esteri - 07/01/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 01/07/2022

    Dove non si saluta solo l'ultima puntata di "Muoviti, muoviti" ma anche un po' tutte le ultime puntate di oggi…

    Muoviti muoviti - 07/01/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 01/07/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 07/01/2022

  • PlayStop

    L'Europa in casa nostra di venerdì 01/07/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 07/01/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 01/07/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 07/01/2022

  • PlayStop

    Gianluca Alzati, Volevo fare la corridora. La vita, la passione, le battaglie della campionessa di ciclismo Morena Tartagni

    GIANLUCA ALZATI – VOLEVO FARE LA CORRIDORA. LA VITA, LA PASSIONE, LE BATTAGLIE DELLA CAMPIONESSA DI CICLISMO MORENA TARTAGLI –…

    Note dell’autore - 07/01/2022

  • PlayStop

    I risparmi de Maria Cazzetta

    quando chiediamo agli ascoltatori dei loro vani tentativi di risparmiare piccole cifre per poi finire a spenderne di maggiori, tra…

    Poveri ma belli - 07/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 01/07/2022 delle 12:46

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 07/01/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 01/07/2022

    a Welcome to Socotra i Cantieri Teatrali Koreja propongono „Alessandro „, La mostra „Luna Park dell‘anima, Coney Island“ di Maurizio…

    Cult - 07/01/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 01/07/2022

    I conflitti d’interesse in medicina; la vita di una persona disabile a Sesto S. Giovanni; cosa sta accadendo nelle RSA;…

    37 e 2 - 07/01/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 01/07/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 10.30. Il venerdì dalle…

    Prisma - 01/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 01/07/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 10.30. Il venerdì dalle…

    Prisma - 07/01/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 01/07/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 07/01/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 01/07/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 07/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 01/07/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 07/01/2022

Adesso in diretta