Approfondimenti

Ancora violenze tra cristiani e musulmani

Tensione alle stelle in queste ore a Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, dove il Papa andrà in visita apostolica a fine mese. Alcuni quartieri sono stati dati alle fiamme e diverse persone sono state massacrate in una nuova esplosione di violenza settaria nel Paese tra cristiani e musulmani.

Testimoni locali raccontano di aver trovato numerosi cadaveri abbandonati nelle strade con le gole tagliate. Gli scontri sono scoppiati alcuni giorni fa, in un quartiere a maggiornaza musulmana, sotto assedio da parte delle milizie cristiane. In altre zone, interi isolati sono stati dati alle fiamme dalla popolazione di fede musulmana e altre sono state saccheggiate.

La situazione nell’ex colonia francese, uno dei Paesi più poveri e instabili dell’Africa, è precipitata dopo la deposizione del presidente Francois Bozize in un colpo di stato organizzato dai ribelli musulmani Seleka, nel marzo del 2013.

Un forte appello alla parti coinvolte affinché si ponga fine a questo ciclo di violenze è stato rivolto dal Papa dopo l’Angelus di ieri. Bergoglio ha inoltre annunciato la decisione di aprire il 29 novembre, proprio nella Cattedrale più importante del Centrafica, quella di Bangui, la Porta Santa della Misericordia, con una settimana di anticipo rispetto alla data dell’8 dicembre, inizio ufficiale dell’Anno Santo della Misericordia.

La visita del Papa in Centrafrica è la prima di un pontefice in un paese in guerra. Pare che in molti all’interno del suo entourage abbiano sconsigliato la visita nel paese; Bergoglio vorrebbe però assolutamente portare a termine il progetto.

La sua visita assume una importanza e un significato particolare, proprio in relazione al conflitto religioso tra cristiani e musulmani in Centrafrica. Di fatto, in quel paese, sono in gioco interessi enormi legati a materie prime come oro, diamanti e petrolio e la religione è una sorta di pretesto. Prima della deposizione di Bozizè, cristiani e musulmani convivevano in modo pacifico. I cristiani erano la stragrande maggioranza e i musulmani poco più del dieci per cento della popolazione.

  • Autore articolo
    Raffaele Masto
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 24/09/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 24/09/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 23/09/2022 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 24/09/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 24/09/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 24/09/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 24/09/2022

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 24/09/2022

  • PlayStop

    Chassis di sabato 24/09/2022

    Dal 2002 va in onda Chassis-Il contenitore di pellicole di Radio Popolare. Un programma pensato per informare ed evocare con…

    Chassis - 24/09/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 24/09/2022

    L’ultima notte. La maratona elettorale in diretta dalla sede di Fondazione Feltrinelli, con Radio Popolare; il Festival della fotografia etica;…

    Good Times - 24/09/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 24/09/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 24/09/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 24/09/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 24/09/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 23/09/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 24/09/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 23/09/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 24/09/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di venerdì 23/09/2022

    Parliamo di aborto in vista della manifestazione del 28 settembre: intervista a Lisa Canitano, ginecologa e attivista, fondatrice dell'associazione Vita…

    Sui Generis - 24/09/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di venerdì 23/09/2022

    Parliamo di aborto in vista della manifestazione del 28 settembre: intervista a Lisa Canitano, ginecologa e attivista, fondatrice dell'associazione Vita…

    Sui Generis - 24/09/2022

  • PlayStop

    Camere Oscure di venerdì 23/09/2022

    Camere Oscure è la trasmissione che Radio Popolare dedica alla campagna elettorale. Da lunedì 12 a venerdi' 24 settembre, tutti…

    Camere Oscure - 24/09/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 23/09/2022

    1-Libano. La grave crisi economica spinge le famiglie a prendere le navi della morte. Nell’ultimo naufragio al largo delle coste…

    Esteri - 24/09/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 23/09/2022

    (9 - 200) Dove andiamo a sentire il tipico friccicorino delle ultime ore della campagna elettorale. Poi nella rubrica dei…

    Muoviti muoviti - 24/09/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 23/09/2022

    Genetica della patata e Bergamoscienza. Con Astrid Serughetti, Andrea Bellati e Luca Perri

    Di tutto un boh - 24/09/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 23/09/2022

    Il magazine musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 24/09/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di venerdì 23/09/2022

    Con Claudia Taccani, avvocata e responsabile dello Sportello legale di Oipa e Annamaria Procacci di Enpa abbiamo parlato di Anche…

    Considera l’armadillo - 24/09/2022

  • PlayStop

    Pronto, Hanoi?

    quando telefonare in Vietnam diventa un'impresa insuperabile e allora ci consoliamo con una puntata densissima di Y Factor

    Poveri ma belli - 24/09/2022

Adesso in diretta