Approfondimenti

“La Turchia respinge i siriani”

Dal 4 aprile la Grecia potrà rispedire i migranti irregolari che arrivano sulle sue coste in Turchia. Il cronoprogramma previsto nei negoziati Unione europea-Turchia sarà rispettato, nonostante le enormi perplessità sia in termini della legalità dell’accordo, che della preparazione delle forze dell’ordine greche a gestire la macchina dell’accoglienza. L’ultima accusa proviene da Amnesty International Gran Bretagna: secondo la ong, da metà gennaio dai campi profughi turchi sono stati espulse pressoché ogni giorno oltre 100 persone.

Un respingimento in piena violazione della legge internazionale sull’asilo, che impedisce ad un Paese terzo, considerato “sicuro” dall’Unione europea di allontanare i migranti altrove, dove non ci sono le condizioni per ospitarli. Paradossale, visto che dalla Siria i migranti scappano. Il Commissario europeo per l’immigrazione Dimitris Avramopoulos andrà in Turchia il 4 aprile per verificare quanto sta accadendo.

Il 6 aprile è atteso invece un documento della Commissione europea che indichi le strategie per rinnovare il Regolamento di Dublino, lo strumento che norma l’asilo in Europa. Tra i suoi vincoli, il Regolamento obbliga un richiedente asilo a fare domanda nel primo Paese europeo dove approda. Ed è proprio il principio che è stato messo in discussione dalla cancelliera Angela Merkel quando lo scorso anno ha invitato i siriani a cercare asilo in Germania.

Il 31 marzo la ong di base in Gran Bretagna Osservatorio siriano per i diritti umani ha poi accusato Ankara di aver respinto alcuni migranti in Siria. Rami Abdurrahman, il direttore del gruppo, ha raccontato anche al quotidiano EUobserver che “la guardia costiera turca spara alle persone che cercano di scappare dalla guerra”. L’osservatorio ha riportato diversi casi di persone uccise o ferite al confine con il Paese in guerra. Nonostante questo, il Parlamento di Atene venerdì 1 aprile ha ratificato una legge che dà il sostanziale via libera all’accordo.

Il primo luogo dove si vedranno le conseguenze dell’accordo sarà il campo di Idomeni, sul confine greco-macedone. Ufficialmente, le autorità greche stanno cercando di svuotarlo. Nella pratica, resta il punto di passaggio per intraprendere la rotta balcanica, ufficialmente chiusa da mesi. La stima delle ong è di 11 mila presenze ancora, di cui oltre la metà minori. “I profughi preferiscono questa libertà fangosa piuttosto che i campi militarizzati”, spiega l’inviato di Controradio Claudio Gherardini, ancora a Idonei. Un esempio di questi ultimi campi è quello di Salonicco, in cui al momento si trovano 400 persone. Le ultime notizie che arrivano dalla Turchia non fanno che aumentare la paura di tornare indietro.

Qui le foto scattate da Claudio Gherardini all’interno di Idomeni

[slideshow_deploy id=’34323′]

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 26/01/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 27/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 26/01/21 delle 19:48

    Metroregione di mar 26/01/21 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 27/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Stile Libero di mer 27/01/21

    Stile Libero di mer 27/01/21

    Stile Libero - 27/01/2021

  • PlayStop

    Music Revolution di mar 26/01/21

    Music Revolution di mar 26/01/21

    Music Revolution - 27/01/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di mar 26/01/21

    A casa con voi di mar 26/01/21

    A casa con voi - 27/01/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 26/01/21

    Ora di punta di mar 26/01/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 27/01/2021

  • PlayStop

    Esteri di mar 26/01/21

    1-Effetto Joe Biden. Negli Stati Uniti la casa bianca annuncia una serie di decreti contro la discriminazione della popolazione afroamericana.…

    Esteri - 27/01/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di mar 26/01/21

    Sunday Blues di mar 26/01/21

    Sunday Blues - 27/01/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mar 26/01/21

    Considera l'armadillo mar 26/01/21

    Considera l’armadillo - 27/01/2021

  • PlayStop

    Jack di mar 26/01/21

    Jack di mar 26/01/21

    Jack - 27/01/2021

  • PlayStop

    Stay Human di mar 26/01/21

    Stay Human di mar 26/01/21

    Stay human - 27/01/2021

  • PlayStop

    Favole al microfono di dom 24/01/21

    Antica leggenda Mohawk trascritta dal nostro ascoltatore Giorgio e letta da Marco Sambinello

    Favole al microfono - 27/01/2021

  • PlayStop

    Cult di mar 26/01/21

    ira rubini, cult, himmelweg, roberto abbati, teatro due parma, elfo puccini milano, juan mayorga, lydia cevedalli, note per la shoa,…

    Cult - 27/01/2021

  • PlayStop

    A come America del mar 26/01/21

    A come America del mar 26/01/21

    A come America - 27/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di mar 26/01/21

    Prisma di mar 26/01/21

    Prisma - 27/01/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mar 26/01/21

    Rassegna stampa internazionale di mar 26/01/21

    Rassegna stampa internazionale - 27/01/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mar 26/01/21

    Il demone del tardi - copertina di mar 26/01/21

    Il demone del tardi - 27/01/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 26/01/21

    Fino alle otto di mar 26/01/21

    Fino alle otto - 27/01/2021

  • PlayStop

    Indie-Re di mar 26/01/21

    ..In questa puntata di Indie Re, Cecilia Paesante ha intervistato due artisti indipendenti italiani da far conoscere agli ascoltatori delle…

    Radio Muse Indie-re - 27/01/2021

Adesso in diretta