Approfondimenti

Cosmo presenta a RadioPop il nuovo disco “La terza estate dell’amore”

la terza estate dell'amore cosmo

Cosmo è tornato. Lo ha fatto il 21 Maggio con “La terza estate dell’amore”, un disco che, per citare il suo sito ufficiale, nasce da “una necessità di socialità e amore collettivo che si fa sempre più forte“. Si capisce subito che il disco è di quelli importanti. È stato un piacere quindi parlarne con lui a Jack, in una chiacchierata che ha toccato la sua genesi, il momento di cui è figlio e la realtà nella quale si inserisce.

Cosa rappresenta per te questo disco?

Mi sono reso conto, di aver messo in questo disco tutto quello che non si è potuto fare, tutto quello che ci è mancato, tutto quello che più ci ha ferito in questo ultimo anno e mezzo. Con questo disco ho cercato di esorcizzare il presente e di esprimere la mia voglia di futuro.

Nella prima parte del disco si nota molto la tua volontà di fare musica senza cercare di scrivere canzoni che debbano per forza diventare delle Hit.

Sì, la musica alla fine è solo musica. Non dev’essere un mezzo per un fine.
Questo periodo mi ha dato una spinta nella direzione in cui stavo già andando, quindi se già avevo dei dubbi prima figurati dopo tutto quello che è successo. Voglio fare quello che voglio, non so perché, ma quello che ho assorbito da questo periodo è questo.
Le certezza vanno fatte crollare.

Raccontaci la genesi di questo disco, quando hai iniziato a vedere questo progetto e quando hai capito che era finito?

La svolta musicale per me è avvenuta soprattutto grazie ai DJ set e agli ascolti. Questo disco, come gli altri è frutto della nuova musica che ho ascoltato in questo periodo. Alla fine del 2019 volevo iniziare a cambiare il suono dei miei set, volevo un sound più ricercato, più rallentato. All’inizio della primavera 2020 ho deciso seriamente di cominciare a lavorare al disco, ma è arrivata la pandemia, che mi ha bloccato completamente.
Insieme a Ivreatronic e altri amici abbiamo creato una radio online che è andata in onda per tutto il mese di aprile e ovviamente, facendo radio, mi sono ritrovato a mettere musica che non avrei mai suonato. È stata una bellissima esperienza, mi ha costretto a vedere la musica come l’ho sempre vissuta: senza confini di genere, senza limiti o paura di osare.
Quando poi a maggio hanno riaperto le “gabbie” è esploso tutto, ho scritto “la terza estate dell’amore” nel giro di sette mesi.

Per lanciare la terza estate dell’amore hai sfruttato delle installazioni artistiche che si trovano in alcuni dei punti più importanti per la musica live in Italia.
È interessante vedere la continuità nella tua volontà di volerti riappropriare degli spazi che ci sono stati negati, soprattutto quelli della musica dal vivo.

Non poter suonare dal vivo è stata una delle più grosse mancanze durante la pandemia, fortunatamente cominciamo a vedere la luce in fondo al tunnel.
Adesso sentiamo l’adrenalina che comincia a salire perché ci rendiamo conto che, per quanto rigidi e surreali siano i protocolli, presto si ripartirà. Penso che tutte queste privazioni si trasformeranno in una bella energia. La prima cosa da rivendicare saranno gli spazi. Soprattutto lo spazio pubblico che è stato interdetto come mai prima d’ora. Questo periodo di negazioni mi ha fatto capire quanto sia importante il modo in cui occupiamo lo spazio con i nostri corpi. Mi chiedo perché siamo costretti a vivere in dei luoghi dove si rischia di morire tutti i giorni perché le città e gli spazi pubblici sono impostati in modo da dare priorità ai mezzi di trasporto piuttosto che alle persone.

Come hai impiegato il tempo che non hai potuto passare sul palco?

Come tante persone mi sono dedicato completamente alla mia famiglia, abbiamo addirittura fatto il terzo figlio. Questa è un’altra cosa che è scaturita dalla scorsa primavera, abbiamo pensato ancora uno e poi basta, è nata tre settimane fa.
Mi sono dedicato soprattutto a questo.

Possiamo aspettarci di rivederti presto dal vivo?

Sì, succederà! A breve ci saranno notizie e allora faremo veramente dei degeneri!

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 18/05/2022 delle 19:49

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 19/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di mercoledì 18/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mercoledì 18/05/2022

    I suoni dell’architettura. A cura di Roberto Centimeri e Riccardo Salvi.

    Gimme Shelter - 19/05/2022

  • PlayStop

    Il giusto clima di mercoledì 18/05/2022

    Con Fabio Ciconte parliamo della grande industria agricola e alimentare mondiale, con Samantha Pilati, meteorologa dell'Osservatorio Milano Duomo, dell’ondata di…

    Il giusto clima - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    1-Guerra in Ucraina. La commissione Europea svela il suo progetto per riarmare il continente. Bruxelles vuole spendere di più nel…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    The Game di mercoledì 18/05/2022

    1) Indipendenti da Mosca, ma non ancora dal nucleare e dal carbone. Il piano europeo Re-PowerEu punta a ridurre la…

    The Game - 19/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di mercoledì 18/05/2022

    Dove si parla della lettera dell'assessore al turismo della regione Liguria Gianni Berrino a Google perché le recensioni dei ristoranti…

    Muoviti muoviti - 19/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mercoledì 18/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 19/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di mercoledì 18/05/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 19/05/2022

  • PlayStop

    Jack di mercoledì 18/05/2022

    Live di Bandabardò e Cisco, Live di Galeffi

    Jack - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gianumberto Accinelli, Dagli animali si impara. Le invenzioni tecnologiche che abbiamo copiato dal regno animale

    GIANUMBERTO ACCINELLI - DAGLI ANIMALI SI IMPARA. LE INVENZIONI TECNOLOGICHE CHE ABBIAMO COPIATO DAL REGNO ANIMALE - presentato da CECILIA…

    Note dell’autore - 18/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di mercoledì 18/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 19/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 18/05/2022

    il Festival di Cannes, l'intervista ad Arianna Bacheroni protagonista della serie “Bang Bang Baby“, il libro “Il custode del bosco”…

    Cult - 19/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 18/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 19/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 18/05/2022

    GUERRA IN UCRAINA, AGGIORNAMENTI E ANALISI Con Nico Piro, inviato speciale Rai, in Afghanistan, ora di ritorno dalla Russia, che…

    Prisma - 19/05/2022

Adesso in diretta