Approfondimenti

La strategia di Renzi, unire il centro e guardare volentieri a destra

Renzi Leopolda ANSA

“Se ci si trovasse in una situazione in cui al candidato presidente del centrodestra mancano 40 voti e a quello del centrosinistra molti di più, se il nome fosse presentabile… ecco allora sì, potremmo votarlo”.

Il dirigente di Italia Viva alla Leopolda lo dice chiaramente: l’ipotesi che il prossimo presidente della Repubblica possa essere del centrodestra e venire eletto coi voti renziani è una delle ipotesi in campo, e non tra le più improbabili.

Certo, spiegano alla Leopolda, l’opzione principale rimane un presidente espressione di un’ampia maggioranza parlamentare. Ma c’è, oggi, nei discorsi, nei sentimenti, negli scenari proposti, quasi quasi più disponibilità a dialogare con il centrodestra che con il centrosinistra.

“Io con il Pd non ci parlo più” dice un deputato. Del resto l’avversario numero 1 della Leopolda numero 11 è stato Giuseppe Conte, e in subordine il Partito Democratico che stringe l’alleanza coi 5 Stelle.

Nella sua arringa difensiva sul caso Open, sabato, Renzi ha citato tre politici indicandoli come nemici: il già demolito Conte, Bersani, D’Alema. Di sinistra alla Leopolda non rimane più niente, né nell’estetica né nei contenuti. E vale a tutti i livelli. Basta cogliere i discorsi:

“In Toscana si deve provare a fare le alleanze” dice un militante a un gruppo di amici.
“Con la destra?”
“E certo, il Pd non ci vuole nemmeno vedere”.
Tutto, dal blu macroniano che è proposto anche per le mascherine in offerta, alla scelta degli ospiti, da Malagò a Carlo Nordio, al sindaco di Genova Bucci, dice una cosa: oggi Renzi sicuramente non si propone più come un leader di centrosinistra e probabilmente mai più lo farà.

È un politico che si colloca al centro per rivendicare mani libere su tutto, senza limiti.
E l’alleanza con il centrodestra è possibile non solo su singoli, benché cruciali temi come l’elezione del Capo dello Stato. L’alleanza con il centrodestra è possibile anche dopo le elezioni, per fare un governo insieme. Certo, Giorgia Meloni rimane un problema a oggi, meno però ad esempio lo è la Lega. “Con una Lega versione Giorgetti, perché no?”.

Per questo la strategia renziana prevede di archiviare prima o poi l’esperienza fallimentare di Italia Viva per aggregare tutto quel che si muove al centro. “Per arrivare a quanto, al dieci per cento?” chiediamo al dirigente renziano:
“Il dieci per cento è sufficiente -risponde cinico- per fare l’ago della bilancia”.
Il calcolo è questo. Uscire da una situazione disperata raccogliendo abbastanza per contare tanto, tantissimo, molto più dei voti che si riuscirà ad aggregare.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sab 04/12/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 12/04/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 03/12/21 delle 19:48

    Metroregione di ven 03/12/21 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 12/03/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sab 04/12/21

    Avenida Brasil di sab 04/12/21

    Avenida Brasil - 12/04/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di sab 04/12/21

    News Della Notte di sab 04/12/21

    News della notte - 12/04/2021

  • PlayStop

    Speciale George Harrison

    a cura di Niccolò Vecchia

    Gli speciali - 12/04/2021

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 04/12/21

    I Girasoli di sab 04/12/21

    I girasoli - 12/04/2021

  • PlayStop

    Stay Human di sab 04/12/21

    Stay Human di sab 04/12/21

    Stay human - 12/04/2021

  • PlayStop

    Senti un po' di sab 04/12/21

    Senti un po' di sab 04/12/21

    Senti un po’ - 12/04/2021

  • PlayStop

    DOC di sab 04/12/21

    DOC di sab 04/12/21

    DOC – Tratti da una storia vera - 12/04/2021

  • PlayStop

    Ollearo.con di sab 04/12/21

    Ollearo.con di sab 04/12/21

    Ollearo.con - 12/04/2021

  • PlayStop

    Good times di sab 04/12/21

    Erica Mou sulla nostra poltrona ci racconta il suo libro preferito; il Porretta Film Festival; la mostra "TANIA BRUGUERA. LA…

    Good Times - 12/04/2021

  • PlayStop

    Piovono radio di sab 04/12/21

    Piovono radio di sab 04/12/21

    Piovono radio - 12/04/2021

  • PlayStop

    Itaca di sab 04/12/21

    Itaca di sab 04/12/21

    Itaca - 12/04/2021

  • PlayStop

    Itaca Rassegna di sab 04/12/21

    Itaca Rassegna di sab 04/12/21

    Itaca – Rassegna Stampa - 12/04/2021

  • PlayStop

    Mash-Up di sab 04/12/21

    buone vibrazioni - ORBITAL GHALI SIBILLA ALERAMO GIORGIO POI..BILL EVANS ZERO CALCARE..LUCIO DALLA and many more

    Mash-Up - 12/04/2021

  • PlayStop

    Doppia Acca di ven 03/12/21

    Doppia Acca di ven 03/12/21

    Doppia Acca - 12/04/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di ven 03/12/21

    News Della Notte di ven 03/12/21

    News della notte - 12/03/2021

  • PlayStop

    psicoradio di ven 03/12/21

    psicoradio di ven 03/12/21

    Psicoradio - 12/03/2021

  • PlayStop

    Esteri di ven 03/12/21

    1-Crisi Ucraina. Verso un vertice Putin- Biden. ..Nell’agenda del Cremlino l’espansione della Nato verso est. ( Emanuele Valenti) ..2-Macron d’Arabia.…

    Esteri - 12/03/2021

  • PlayStop

    Monica Pais, Con i loro occhi. Cani, gatti (e non solo): piccolo manuale per un'adozione consapevole

    MONICA PAIS - CON I LORO OCCHI. CANI, GATTI (E NON SOLO): PICCOLO MANUALE PER UN'ADOZIONE CONSAPEVOLE – presentato da…

    Note dell’autore -

Adesso in diretta