Approfondimenti

La sinistra milanese verso il Sala-bis: la posizione dei Verdi

Verdi Milano - Sala Bis

I Verdi e le alleanze per il Sala bis. In questi giorni a Prisma stiamo ospitando alcune delle forze politiche del centro sinistra interessate dalla ricandidatura di Beppe Sala alle comunali del 2021.
La coalizione che sosterrà Sala sarà larga e dovrebbe contenere la lista civica del sindaco, il Pd, una lista di sinistra e una lista con dentro Azione, Italia Viva, +Europa e Radicali. I Verdi non hanno ancora deciso se entrare o no nella coalizione che sosterrà Sala, Milano in Comune resterà all’opposizione. Fuori anche il Movimento 5 Stelle con un suo candidato sindaco.

Per i Verdi è iniziata l’operazione di riavvicinamento. Partono da posizioni molto critiche verso questi quattro anni di amministrazione. L’intervista a Elena Grandi, co-portavoce nazionale e vicepresidente del Municipio 1.

I Verdi in questi quattro anni hanno criticato piuttosto duramente Sala su diverse questioni, e il Sindaco stesso è stato duro nei vostri confronti. L’annuncio della ricandidatura cambia qualcosa?

L’annuncio della ricandidatura, per molti versi, è una bella certezza e bene o male ce l’aspettavamo. L’annuncio della candidatura è stato accompagnato da un video in cui Sala dice una cosa molto interessante rispetto al passato e al futuro, ovvero che la sua idea di Milano non sarà un’idea di chiudere – o di continuare – su un modello, ma di rinnovare. L’esperienza del COVID ha spostato tante cose. Sicuramente questa percezione del Sindaco è confortante e molto interessante anche per noi Verdi. Ovviamente non abbiamo mai pensato di non avere un dialogo con Sala, lo avremo. Ci confeonteremo su tanti punti e ci sarà modo di parlare e di discutere anche di punti criticati da parte nostra. Il dialogo è sempre aperto.

A fine settembre sembrava più probabile la possibilità che ci fosse un vostro candidato, piuttosto che il sostegno al primo turno di un candidato del centrosinistra, che ora è Sala.

La situazione è tutta in fieri. Noi siamo intenzionati a trovare un punto di caduta che sia quello di accordi e anche di un’unità. Noi in questi mesi abbiamo preso certe posizioni anche perché a Milano adesso c’è una base molto attiva che ha seguito in quest’ultimo anno e mezzo alcune vicende. Noi ci stiamo incontrando quotidianamente con tutti, anche con Sala.

Non avete ancora deciso se sostenere Sala al primo turno?

Siamo molto aperti in questo momento, e aspettiamo un dialogo insieme ai Verdi Europei, che sappiamo Sala stima molto. È fondamentale un dialogo per capire quante sono le cose che noi Verdi riteniamo fondamentali e che anche lui sta dichiarando tali. I temi forti portati avanti dai Verdi e dagli ecologisti – che sono soprattutto quelli dell’inquinamento, del benessere e dell’inclusività – sono talmente legati al fenomeno del COVID che niente potrà più essere come prima. La dichiarazione di Sala è molto aperta e innovativa rispetto alla visione della città, per cui certamente ci parleremo. Ad oggi tuttavia non abbiamo una posizione definitiva.

A Sala si contesta spesso l’operato sull’edilizia, l’urbanistica e gli investimenti internazionali. Qual è il vostro bilancio del primo mandato del Sindaco sotto questo punto di vista?

Se per alcuni aspetti ci sono state cose di grande novità, per altri abbiamo avuto delle posizioni piuttosto critiche. È su queste che spero e sono certa ci sarà modo di confrontarsi. Il problema dell’impatto ambientale dell’usura del suolo a Milano sta diventando un tema fondante. Punti come la questione dello stadio di San Siro sono cose su cui noi abbiamo preso posizione, che va verso la preservazione e il non consumo di altro suolo, della riduzione dell’impatto che comporterebbero cantieri enormi come quelli. È una città che ha fatto peraltro cose molto interessanti e innovative anche a livello europeo: pensiamo alla food policy, al progetto sul piano area clima, la questione dei trasporti con mezzi elettrici. Il tasto più dolente è quello di ripensare una città dove il cemento non debba essere sempre uno strumento di ripresa.

Saranno queste le condizioni che porrete al Sindaco negli incontri che avrete?

La parola “condizioni” non mi piace. Non ne poniamo e spero che non ne vengano poste. Quando si dialoga si pensa a un modello della città nuovo. Milano ha tanti progetti e su alcuni si potranno trovare tante soluzioni. Per esempio la Goccia, un’area molto vasta con un’archeologia industriale straordinaria, su cui ci sono aperte ancora tante possibilità. O ancora San Siro, su cui secondo me Sala non ha mai avuto una posizione categoria, è una faccenda molto aperta. Secondo me si può trovare insieme dei punti con cui racconteremo una città che valorizza l’esistente e che mette a disposizione beni comuni in maniera differente. Senza il dialogo le decisioni non si prendono.

Foto dalla pagina Facebook Verdi – Europa Verde Milano

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 01/07/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 01/07/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 01/07/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 07/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 01/07/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 07/01/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di venerdì 01/07/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 07/01/2022

  • PlayStop

    Serve & Volley di venerdì 01/07/2022

    Musica e parole per chiudere in bellezza il palinsesto dei giovedì! Con Marco Sambinello e Niccolò Guffanti.

    Serve&Volley - 07/01/2022

  • PlayStop

    News della notte di giovedì 30/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 01/07/2022

  • PlayStop

    Chassis di giovedì 30/06/2022

    con Giancarlo Giannini, Antonio Capuano, Tommaso Ragno, Mario Martone e Ippolita Di Majo, dal Pesaro Film Festival. Walter Leonardi presenta…

    Chassis - 01/07/2022

  • PlayStop

    Esteri di giovedì 30/06/2022

    1 – Una Cina, un sistema. In occasione del 25esimo anniversario dell’indipendenza di Hong Kong, la visita di Xi Jinping…

    Esteri - 01/07/2022

  • PlayStop

    The Game di giovedì 30/06/2022

    1) Governo Draghi e caro-bollette: oggi il consiglio dei ministri ha prorogato bonus sociale e taglio dell’Iva. Il commento di…

    The Game - 01/07/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 25/06/2022

    Speciale AGENDA BRASIL - Festival Internazionale di Cinema Brasiliano 2022 alla sua nona edizione milanese dal 6 all'8 luglio. Ospiti…

    Avenida Brasil - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di giovedì 30/06/2022

    Dove si analizza la prima giornata di POS obbligatorio cercando di cogliere le motivazioni dei clienti e quelle dei commercianti.…

    Muoviti muoviti - 01/07/2022

  • PlayStop

    Di tutto un Boh. Squali marci, formaggi coi vermi e Pompei.

    con Andrea Bellati e Margherita Fruzza

    Di tutto un boh - 01/07/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di giovedì 30/06/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 01/07/2022

  • PlayStop

    Snippet di sabato 25/06/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 25/06/2022

  • PlayStop

    Jack di giovedì 30/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 01/07/2022

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mercoledì 29/06/2022

    Jazz Ahead 179 - Playlist: 1. Earthlings, Anteloper, Pink Dolphins, International Anthem, 2022 2. Delfin Rosado, Anteloper, Pink Dolphins, International…

    Jazz Ahead - 29/06/2022

  • PlayStop

    Raul Montanari, Il Cristo zen

    RAUL MONTANARI – IL CRISTO ZEN – presentato da SANDRO GILIOLI

    Note dell’autore - 01/07/2022

  • PlayStop

    Frigoriferi in bolla

    quando gli ascoltatori danno prova di grande sapienza domestica, salutiamo Gilberto Dindini della Cedola e continuiamo a tenere una sciarpa…

    Poveri ma belli - 01/07/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di giovedì 30/06/2022 delle 12:50

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 01/07/2022

Adesso in diretta