Approfondimenti

La libertà secondo Liliana Cavani

A Milano per partecipare a un incontro con il pubblico a Bellissima, la fiera dell’editoria e della cultura indipendente, e per presentare la proiezione al Cinema Beltrade del suo “I cannibali”, girato a Milano, Liliana Cavani ci ha raggiunto durante Il Suggeritore, nella postazione mobile di Radio Popolare a Bellissima, insieme al regista Eugenio Cappuccio.

Si è rivelata l’ccasione per una conversazione sulla libertà d’espressione, non solo nel cinema ma in tutte le forme d’arte, sul disorientamento rispetto alla politica e alla cultura, sulla difficoltà per chi vuole affermare qualcosa con la propria opera d’arte di trovare visibilità.

Qualche ricordo di Liliana Cavani ci ha però anche aiutato a ricordare come fosse l’Italia appena qualche decennio fa: a metà degli anni ’70 “Il portiere di notte” fu tagliato dalla censura di allora non tanto per la sua provocazione politica ma perché in una scena di sesso l’attrice stava sopra il suo partner!

“I cannibali” documentava la Milano del 1969, quella dei grandi flussi migratori e dei mutamenti sociali, che si sarebbero riprodotti di lì a qualche tempo anche nel resto del paese. Lo aveva notato anche Luchino Visconti, che Liliana Cavani conosceva e della cui stima godeva, in “Rocco e i suoi fratelli.”

Il teatro è stato per Liliana Cavani soprattutto opera lirica, con tanti titoli di successo, fra cui la regia di “La Traviata” di Giuseppe Verdi alla Scala di Milano, con la direzione di Riccardo Muti e Tiziana Fabbricini che debuttava nel ruolo che era stato della Callas.

La recente regia di “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo ha permesso a Liliana Cavani di misurarsi anche con la grande prosa: di Eduardo la regista ricorda come ogni sera le repliche dei suoi spettacoli fossero diverse, inimitabili.

Ascolta l’intervista a Liliana Cavani per Il Suggeritore

liliana cavani a Bellissima

  • Autore articolo
    Ira Rubini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 02/12/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 12/02/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 02/12/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 12/02/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di venerdì 02/12/2022

    I fatti più importanti della giornata sottoposti al dibattito degli ascoltatori e delle ascoltatrici.

    Quel che resta del giorno - 12/02/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 02/12/2022

    1-Ucraina. La Russia chiede ai membri della nato di riconoscere i territori annessi prima dei colloqui pace. Ma la partita…

    Esteri - 12/02/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 02/12/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 12/02/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 02/12/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 12/02/2022

  • PlayStop

    Jack Box di venerdì 02/12/2022

    Jack Box è lo scatolone musicale di Jack del venerdi, dal quale estraiamo i suoni che hanno caratterizzato la settimana,…

    Jack Box - 12/02/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 02/12/2022

    Il magazine musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 12/02/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di venerdì 02/12/2022

    Ospite Barbara Capponi in arte Babas a parlare del suo libro Come addomesticare un umano, illustrato da Andrea Ferolla, prefazione…

    Considera l’armadillo - 12/02/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 02/12/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 12/02/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 02/12/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: Marco Baliani parla con Pasolini in „Corpo…

    Cult - 12/02/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 02/12/2022

    Oggi cominciamo con un’intervista speciale su come vengono organizzate le liste d’attesa a Multimedica, un’azienda privata convenzionata con il SS…

    37 e 2 - 12/02/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 02/12/2022

    LA STRAGE DEI CICLISTI Marco Scarponi, fratello del ciclista Michele Scarponi e presidente della fondazione a lui intitolata Claudio Magliulo…

    Prisma - 02/12/2022

  • PlayStop

    Note dell’autore di venerdì 02/12/2022

    Un appuntamento quasi quotidiano, sintetico e significativo con un autore, al microfono delle voci di Radio Popolare. Note dell’autore è…

    Note dell’autore - 12/02/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 02/12/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 12/02/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 02/12/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 12/02/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di venerdì 02/12/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa internazionale - 12/02/2022

Adesso in diretta