Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mer 26/02 delle ore 15:30

    GR di mer 26/02 delle ore 15:30

    Giornale Radio - 26/02/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 26/02

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 26/02/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 26/02 delle 07:15

    Metroregione di mer 26/02 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 26/02/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Due di due di mer 26/02

    Due di due di mer 26/02

    Due di Due - 26/02/2020

  • PlayStop

    Notte Vulnerabile di mar 25/02

    Notte Vulnerabile di mar 25/02

    Notte vulnerabile - 26/02/2020

  • PlayStop

    Jack di mer 26/02

    Jack di mer 26/02

    Jack - 26/02/2020

  • PlayStop

    Radio Session 26-02-20

    a cura di Matteo Villaci

    Radio Session - 26/02/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 26/02

    Considera l'armadillo mer 26/02

    Considera l’armadillo - 26/02/2020

  • PlayStop

    L'altro martedì 25/02/2020

    40 anni in diretta! 1980 - 2020�..Conducono Eleonora Dall’Ovo e Ira Rubini..Speciale Libri dalle 21.30 alle 22.00..Dopo anni di collaborazione…

    L’Altro Martedì - 26/02/2020

  • PlayStop

    Memos di mer 26/02

    Razionalità e panico, paura e sicurezza; e poi regola, eccezione, contagio, immunità. E’ il lessico della crisi da coronavirus. Una…

    Memos - 26/02/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore 26/02/20

    GIULIANA CHIARETTI - ESSERE MILANO - presentato da AGNESE MIRALTA

    Note dell’autore - 26/02/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 26/02 (seconda parte)

    Cult di mer 26/02 (seconda parte)

    Cult - 26/02/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 26/02 (prima parte)

    Cult di mer 26/02 (prima parte)

    Cult - 26/02/2020

  • PlayStop

    Barrilete Cosmico di mer 26/02

    Come il Corona Virus ha risvolti sulla vita quotidiana degli sportivi; Melloblocco anche quest'anno non si farà, i perché; Rubrica…

    Barrilete Cosmico - 26/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 26/02 (terza parte)

    Prisma di mer 26/02 (terza parte)

    Prisma - 26/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 26/02 (seconda parte)

    Prisma di mer 26/02 (seconda parte)

    Prisma - 26/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 26/02 (prima parte)

    Prisma di mer 26/02 (prima parte)

    Prisma - 26/02/2020

  • PlayStop

    La stella e il calamaro

    Scritta da Roberto Piumini e narrata da Massimo Bacchetta

    Favole al microfono - 26/02/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 26/02

    Rassegna stampa internazionale di mer 26/02

    Rassegna stampa internazionale - 26/02/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 26/02

    Il demone del tardi - copertina di mer 26/02

    Il demone del tardi - 26/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 26/02 (terza parte)

    Fino alle otto di mer 26/02 (terza parte)

    Fino alle otto - 26/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 26/02 (seconda parte)

    Fino alle otto di mer 26/02 (seconda parte)

    Fino alle otto - 26/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 26/02 (prima parte)

    Fino alle otto di mer 26/02 (prima parte)

    Fino alle otto - 26/02/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

La Cina mutante di A Yi

Arriva per la prima volta in Italia A Yi, esponente della nuova generazione di autori “noir” cinesi, divenuta particolarmente originale e produttiva negli ultimi anni. Il suo romanzo “E adesso?” è già stato tradotto in varie lingue e descrive, senza tralasciare le regole di genere, una “Cina mutante” che A Yi tratteggia con uno stile caratteristico, duro e tagliente, che non fa sconti a nessuno.

Nato nel 1976, a Ruichang, nella provincia dello Jiangxi, A Yi (il cui vero nome è Ai Guozhu) ha scelto la scrittura piuttosto tardi, a 32 anni, dopo avere fatto il poliziotto, il giornalista sportivo e il redattore per una rivista letteraria che dava spazio ad autori emergenti.

Successivamente, è passato a dirigere una collana di narrativa per una grande casa editrice cinese e nel 2008 ha dato alle stampe la sua prima opera, una raccolta di racconti dal titolo “Storie grigie.”
Ma è nel 2010, con “Un uccello mi ha visto“, altra raccolta in cui A Yi confermava definitivamente il suo stile inconfondibile, a procurargli il favore del pubblico e della critica cinesi e successivamente internazionali.

In “E adesso?” si racconta la storia di un adolescente cinese che, dopo una vita apparentemente normale, decide di uccidere, dando un’inevitabile e avventurosa alla sua esistenza. Ma il romanzo tocca anche macrotemi sociali come la differenza fra città e campagna in Cina, le conseguenze indivduali e collettive della politica dl figlio unico e molto altro.

A Yi ci ha raggiunto nella postazione di Radio Popolare a BookPride 16 subito dopo il suo incontro con il pubblico, per un’intervista in diretta in cui ha accettato di parkarci di scrittura, sport, cambiamenti globali e anche censura.

Ascolta l’intervista di Ira Rubini a A Yi

Cult: intervista a A Yi

  • Autore articolo
    Ira Rubini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni