Approfondimenti

Il presidente Anpi indagato per un presidio antifascista

C’è anche il presidente dell’Anpi di Pavia Claudio Spairani tra i cinquanta indagati per aver partecipato al presidio antifascista del 5 novembre scorso.

Quella sera un intero quartiere di Pavia divenne zona rossa, la Questura autorizzò un corteo della destra neofascista per ricordare un militante missino ucciso negli anni Settanta e vietò il presidio degli antifascisti.

L’Anpi invitò alla disobbedienza civile e con gli antifascisti pavesi decise di manifestare lo stesso a ridosso della zona rossa. Parteciparono al presidio anche il sindaco di Pavia Massimo De Paoli e alcuni assessori.

Per permettere il passaggio del corteo neofascista la polizia caricò, gli antifascisti presero le manganellate, ci furono alcuni contusi e un ferito alla testa con otto giorni di prognosi, il docente di fisica e primo ricercatore del CNR Paolo Walter Cattaneo. Anche lui è tra gli indagati.

ferito-pavia-549x380
Paolo Cattaneo, ferito e indagato

Ora arriva il resto del conto con queste cinquanta denunce. Quella sera scese in piazza un fronte ampio, unitario, anomalo per certi versi, dal Pd, all’Anpi, alle associazioni antifasciste, i partiti della sinistra radicale, i centri sociali e tanti cittadini comuni. Tutti sfidarono il divieto della Questura.

“Le denunce sembrano una punizione esemplare verso chi ha scelto di stare in piazza nonostante i divieti” dicono alcuni tra gli antifascisti pavesi.

“C’è persino l’istigazione a delinquere, una cosa ridicola accusare l’Anpi di istigare a delinquere” ci dice rammaricato Claudio Spairani, il presidente dell’Anpi indagato. E la disobbedienza, il presidio fatto nonostante i divieti della Questura? “Rifarei tutto” dice Spairani.

L’intervista al presidente dell’Anpi di Pavia Claudio Spairani:

Claudio Spairani Anpi Pavia

Sono otto le accuse mosse contro gli antifascisti, sommate potrebbero arrivare a 35 anni di carcere. Si va dalla resistenza a pubblico ufficiale, all’istigazione a delinquere, all’istigazione a disobbedire alle leggi, alla violenza, all’oltraggio a pubblico ufficiale e a un corpo amministrativo, politico o giudiziario dello Stato.

“Vengono contestati reati disapplicati da decenni, come l’istigazione a disobbedire alle leggi” dice Luca Casarotti, giurista, anche lui dell’Anpi pavese. “Per come sono andate le cose era ipotizzabile una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale, il resto è sconcertante”.

L’intervista a Luca Casarotti:

Luca Casarotti giurista

  • Autore articolo
    Roberto Maggioni
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di giovedì 30/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 30/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di giovedì 30/06/2022 delle 19:47

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 30/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di giovedì 30/06/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 30/06/2022

  • PlayStop

    The Game di giovedì 30/06/2022

    Soldi, lavoro, avidità, disoccupazioni: il grande gioco dell’economia smontato ogni giorno da Raffaele Liguori.

    The Game - 30/06/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 25/06/2022

    Speciale AGENDA BRASIL - Festival Internazionale di Cinema Brasiliano 2022 alla sua nona edizione milanese dal 6 all'8 luglio. Ospiti…

    Avenida Brasil - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di giovedì 30/06/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 30/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di giovedì 30/06/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 30/06/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di giovedì 30/06/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 30/06/2022

  • PlayStop

    Snippet di sabato 25/06/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 25/06/2022

  • PlayStop

    Jack di giovedì 30/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 30/06/2022

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mercoledì 29/06/2022

    Jazz Ahead 179 - Playlist: 1. Earthlings, Anteloper, Pink Dolphins, International Anthem, 2022 2. Delfin Rosado, Anteloper, Pink Dolphins, International…

    Jazz Ahead - 29/06/2022

  • PlayStop

    Raul Montanari, Il Cristo zen

    RAUL MONTANARI – IL CRISTO ZEN – presentato da SANDRO GILIOLI

    Note dell’autore - 30/06/2022

  • PlayStop

    Frigoriferi in bolla

    quando gli ascoltatori danno prova di grande sapienza domestica, salutiamo Gilberto Dindini della Cedola e continuiamo a tenere una sciarpa…

    Poveri ma belli - 30/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di giovedì 30/06/2022 delle 12:50

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 30/06/2022

  • PlayStop

    Cult di giovedì 30/06/2022

    A Bari “Lungomare di libri” in collaborazione col Salone del Libro di Torino, “Timpani”il laboratorio di ascolto musicale di “Welcome…

    Cult - 30/06/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di giovedì 30/06/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 30/06/2022

  • PlayStop

    Prisma di giovedì 30/06/2022

    IL VERTICE NATO SACRIFICA I CURDI. Orietta Moscatelli analista della rivista di geopolitica Limes, Eddi Marcucci attivista e combattente con…

    Prisma - 30/06/2022

  • PlayStop

    La NATO abbandona gli alleati curdi nelle mani di Erdogan

    La data del 29 giugno 2022 ha come filo conduttore l’ISIS, perché a Parigi è arrivata la sentenza del processo…

    Clip - 30/06/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di giovedì 30/06/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 30/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di giovedì 30/06/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 30/06/2022

Adesso in diretta