Approfondimenti

Il più grande sciopero dei trasporti nel Regno Unito

trasporti regno unito

Il Regno Unito si prepara al più grande sciopero generale dei trasporti su rotaia degli ultimi 30 anni. Le manifestazioni inizieranno dopo la mezzanotte di oggi e proseguiranno nei prossimi giorni, in particolare giovedì 23 e sabato 25 giugno. Soltanto il 20% dei treni sarà operativo sulle linee principali e nelle zone urbane. E potrebbero esserci disagi anche nei restanti giorni della settimana.

Martedì si bloccherà anche la metropolitana di Londra. Circa 10.000 lavoratori hanno fatto sapere che aderiranno allo sciopero, mentre Transport for London, l’organizzazione che si occupa dei trasporti della City, ha consigliato ai cittadini di muoversi in bicicletta o a piedi.

Promotore degli scioperi il sindacato britannico che si occupa del settore dei trasporti, la National Union of Rail, Maritime and Transport Workers, meglio conosciuta come RMT, ed è prevista l’adesione di oltre 40.000 dipendenti di 13 operatori ferroviari diversi.

Alla base delle contestazioni ci sarebbero disaccordi sulle retribuzioni, che con l’aumento dell’inflazione risultano non adeguate, e licenziamenti avvenuti durante l’emergenza sanitaria. Una fonte della RMT ha riferito al quotidiano britannico The Daily Telegraph che il sindacato potrebbe far proseguire le azioni di disturbo fino a Natale.

Le rivendicazioni hanno fatto scontrare duramente non soltanto le associazioni di categoria con i vertici delle compagnie dei trasporti private, ma anche con il Governo conservatore che in questi mesi ha scelto di non partecipare alle contrattazioni. I sindacati hanno più volte richiesto la presenza del segretario di Stato dei trasporti Grant Shapps che ha tuttavia sempre rimesso le negoziazioni nelle mani dei datori di lavoro.

Louise Haigh del partito labourista, segretaria di Stato ombra per i trasporti del Regno Unito, questa mattina ha detto alla BBC che la partecipazione del Governo alle trattative è fondamentale, mentre fino a oggi questo avrebbe solo boicottato un eventuale accordo.

Negli ultimi giorni le negoziazioni tra Network Rail, la società britannica che opera come gestore dell’infrastruttura delle linee ferrate britanniche, e la RMT sono andate avanti ma entrambe le parti hanno ammesso che non c’erano gli spazi per raggiungere un’intesa in breve tempo.

Secondo i dirigenti della Network Rail, le interruzioni del servizio costeranno all’industria circa 150 milioni di sterline di mancati introiti. Nei prossimi mesi altri sindacati potrebbero aderire agli scioperi, in una mossa che porterebbe a una generalizzata immobilità dei trasporti in tutto il Regno Unito.

Eleonora Panseri
  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mercoledì 06/07/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 07/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 06/07/2022 delle 19:49

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 07/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    La Portiera di mercoledì 06/07/2022

    Dopo aver rivoltato la redazione della radio come un calzino durante le vacanze invernali, Cinzia Poli ritorna in portineria per…

    La Portiera - 07/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mercoledì 06/07/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 07/06/2022

  • PlayStop

    Addio a Lisetta Carmi, la fotografa degli ultimi

    Ci ha lasciato all'eta' di 98 anni Lisetta Carmi, fotografa di fama internazionale e sorella dell'artista Eugenio Carmi. Viveva da…

    Clip - 07/06/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di mercoledì 06/07/2022

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 07/06/2022

  • PlayStop

    Midnight Ramblers di mercoledì 06/07/2022

    Il 12 luglio del 1962 i Rolling Stones suonarono il loro primo concerto, al Marquee di Londra. Esattamente 60 anni…

    Midnight Ramblers - 07/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di mercoledì 06/07/2022

    Quando magnanimi regaliamo biglietti dei concerti, tra pub e fantasmi vi portiamo in giro per Dublino, facciamo un saltello a…

    Poveri ma belli - 07/06/2022

  • PlayStop

    Cult Estate di mercoledì 06/07/2022

    A Cult Estate di oggi: Lucilla Giagnoni con "Anima Mundi" al Festival di Villa Arconati, Elisa Pol con Sosta Palmizi…

    Cult - 07/06/2022

  • PlayStop

    Odara-Caetano Veloso #80 - 3

    Joao Gilberto

    Odara – Caetano Veloso #80 - 06/07/2022

  • PlayStop

    Radiosveglia di mercoledì 06/07/2022

    La rassegna stampa dei quotidiani in edicola oggi inizia con la politica e le analisi su quel che potrà succedere…

    Radiosveglia - 07/06/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di mercoledì 06/07/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 07/06/2022

  • PlayStop

    Music revolution di martedì 05/07/2022

    La musica è rivoluzione.  A volte perché è stata usata per manifestare un’idea, altre volte perché ha letteralmente scardinato lo…

    Music Revolution - 07/05/2022

  • PlayStop

    Giocare col fuoco di martedì 05/07/2022

    Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie di e con Fabrizio Coppola Un contenitore di musica e letteratura senza alcuna preclusione…

    Giocare col fuoco - 07/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di martedì 05/07/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 07/05/2022

Adesso in diretta