Approfondimenti

Il Pd deve fare un governo con il M5s

Il Pd dovrebbe tentare di formare un governo con il M5s. Un esecutivo con un programma politico di legislatura allargato a Liberi e Uguali.

Dovrebbe farlo per diverse ragioni. Noi ne elenchiamo un paio. La prima è che in questo modo milioni di voti di persone di sinistra (sia quelli andati ai 5 stelle, sia quelli che sono rimasti al Partito Democratico) troverebbero un senso compiuto.

Il governo che nascerebbe dovrebbe infatti tenere conto soprattutto delle istanze sociali di quelle fasce di popolazione e di quei segmenti della società italiana che non vogliono sentirsi escluse o che possono e vogliono includere.

Dall‘abbandonato Meridione (che ha votato in massa per i 5 stelle) e dall’Isola Progressista del Modello Milano potrebbe nascere un’originale alleanza per il rilancio del Paese basata sulla ricerca di soluzioni dei gravi problemi sociali (disoccupazione, sviluppo, scuola, servizi sociali) e modellata dai valori (e dal pragmatismo) del riformismo meneghino.

La seconda ragione è che un governo del genere terrebbe lontano dalla stanza dei bottoni Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, li costringerebbe all’opposizione per cinque anni, allontanerebbe lo spettro di un egemonia politica della Destra.

Invece che essere la morte del Pd, quel governo potrebbe essere il modo per evitarne il collasso prima e il decesso poi. Potrebbe essere una chance per recuperare il proprio popolo perduto

Certo: il rapporto con il M5s non deve essere di vassallaggio. Se i dirigenti del movimento pensassero a questo farebbero un grosso errore. Luigi Di Maio dovrebbe fare comunque un passo indietro rispetto alla presidenza del consiglio e pensare a un personalità che possa rappresentare le parti. Ma se ci fossero le condizioni di “parità”, il tentativo dovrebbe essere fatto.

Ma il Pd ha intenzione di seguire questa strada?

Per quello che ne sappiamo, Matteo Renzi ha altri programmi. E’in silenzio da tempo, ma è evidente che l’opzione M5s è quella che non predilige. Lui guarda a Silvio Berlusconi, ai “moderati”, a ereditare, in prospettiva, gli elettori di Forza Italia.

Gli altri dirigenti del Pd su di un governo con i Cinque Stelle sono attendisti. Nessuno – da Maurizio Martina in giù – sembra crederci veramente. Dovrebbero farlo invece. Sarebbe un mossa in grado di ribaltare il disastroso risultato del 4 marzo e di fermare il declino del partito.

Con lungimiranza, con lo sguardo ai bisogni del paese, con l’idea di ricostruire una sinistra, i dirigenti del Pd dovrebbero fare questa coraggiosa scelta.

  • Autore articolo
    Michele Migone
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 28/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 29/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 27/05/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 27/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Snippet di sabato 28/05/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 29/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 28/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 29/05/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 28/05/2022

    La trasmissione di musica brasiliana di Radio Popolare in onda dal 1995! Da nord a sud, da est ad ovest;…

    Avenida Brasil - 29/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di sabato 28/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 29/05/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 28/05/2022

    La trasmissione è un appuntamento con l’arte e la fotografia e con le ascoltatrici e gli ascoltatori che vogliono avere…

    I girasoli - 29/05/2022

  • PlayStop

    Stay human di sabato 28/05/2022

    Ogni sabato dalle 16.30 alle 17.30, musica e parole che ci tirano su il morale in compagnia di Claudio Agostoni…

    Stay human - 29/05/2022

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 28/05/2022

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 29/05/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 28/05/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 29/05/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 28/05/2022

    Peace, brass and love: la festa della Banda degli ottoni a scoppio; l’intervista di Ira Rubini a Davide Enia; la…

    Good Times - 29/05/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 28/05/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 29/05/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 28/05/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 29/05/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 28/05/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 29/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 27/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 29/05/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 27/05/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 29/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 27/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 29/05/2022

  • PlayStop

    Ep. 10 – Life After Death – Una realtà inaccettabile

    Life After Death – Una realtà inaccettabile

    Who shot ya - 29/05/2022

  • PlayStop

    Ep. 7 – Our Side Till We Die – Conflitto Tra Coste

    Our Side Till We Die – Conflitto Tra Coste

    Who shot ya - 29/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 27/05/2022

    1- Egitto. Lo sciopero della fame di Alaa Abdel Fattah, una sfida lanciata al Presidente Al Sisi. Da 56 giorni…

    Esteri - 29/05/2022

  • PlayStop

    Lezioni di antimafia di venerdì 27/05/2022

    “Giustizia, Diritti e Memoria” È il titolo del nuovo e sesto ciclo di lezioni di antimafia che inizia martedì 15…

    Lezioni di antimafia - 29/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 27/05/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 29/05/2022

Adesso in diretta