Approfondimenti

I resti di Patrice Lumumba tornano finalmente a casa in Congo

lumumba

Dalle strade di Bruxelles, al villaggio di Onalua, nel cuore della RDC. Migliaia di congolesi commossi hanno accompagnato con musiche e danze la bara con i resti di Patrice Emery Lumumba.

Quello che fu il primo ministro del Congo belga alla proclamazione dell’indipendenza, nel 1960, torna a casa più di 61 anni dopo il suo omicidio. Di lui rimane ben poco. Un solo dente, conservato come un trofeo di caccia da uno dei poliziotti belgi che si occuparono di far sparire il corpo. Dopo il colpo di stato del settembre 1960, l’eroe dell’indipendenza fu arrestato a Kinshasa dagli uomini di Mobutu e portato nella ricca provincia meridionale del Katanga, che aveva dichiarato la secessione con l’appoggio degli ex coloni.
Qui, il 17 o il 18 gennaio ’61, fu fucilato con due compagni d’armi. Il suo corpo fu poi smembrato e dissolto nell’acido. Se oggi sappiamo a grandi linee quello che è successo, in realtà ci sono moltissime ombre sull’assassinio di Lumumba. Non si sa chi ha premuto il grilletto ed è persino impossibile sapere con certezza se il dente che è stato consegnato alla famiglia durante una cerimonia di Stato a Bruxelles, il 20 giugno, sia veramente il suo.
La restituzione, insomma è soprattutto simbolica.

Quando il primo ministro belga ha consegnato alla famiglia il cofanetto di velluto blu con la reliquia, che è poi stato riposto in una bara, ha rinnovato le scuse del governo per il ruolo giocato dal Belgio nell’omicidio.
Molto probabilmente, fu il ‘discorso dell’indipendenza’ che Lumumba fece a braccio davanti al re del Belgio il 30 giugno 1960 a segnare il suo destino. Il primo ministro criticò ferocemente la colonizzazione, evocando tutte le sofferenze, i soprusi e le discriminazioni subiti dai congolesi. Celebrando la lotta per l’indipendenza e rivendicando una futura gestione più equa delle risorse del paese. Un vero affronto per la casa reale, che pensava di poter continuare a sfruttare le ricchezze del Congo grazie a un governo compiacente.

Oggi la RDC rimane un paese diviso e il personaggio di Lumumba non mette d’accordo tutti. Ma nessuno può negare che sia stato un padre della nazione e che negli anni sia diventata una vera icona culturale panafricana. Il tentativo di cancellarne la memoria è fallito, al punto che la questione è stata centrale, in Belgio, durante Black Lives Matters. E l’accoglienza riservata alle sue spoglie in patria è un chiaro segnale dell’importanza di questa restituzione.

Dopo due giorni di cerimonie nel suo villaggio natale, la reliquia inizierà un tour di nove giorni nel paese fino ad arrivare a Kinshasa il 30 giugno. È qui, nel memoriale che gli è dedicato, che Patrice Lumumba sarà inumato alla fine di tre giorni di lutto nazionale.

  • Autore articolo
    Luisa Nannipieri
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 04/07/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 07/04/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 04/07/2022 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 07/04/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    From Genesis To Revelation di martedì 05/07/2022

    From Genesis to Revelation è una trasmissione dedicata al rock-progressive: sebbene sporadicamente attiva già da molti anni, a partire dall’estate…

    From Genesis To Revelation - 07/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di lunedì 04/07/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 07/04/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di lunedì 04/07/2022

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 07/04/2022

  • PlayStop

    La Portiera di lunedì 04/07/2022

    Dopo aver rivoltato la redazione della radio come un calzino durante le vacanze invernali, Cinzia Poli ritorna in portineria per…

    La Portiera - 07/04/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di lunedì 04/07/2022

    Frenesia alimentare, quando gli animali si abbuffano. Desc con Zeina Ayache e Andrea Bellati

    Di tutto un boh - 07/04/2022

  • PlayStop

    Midnight Ramblers di lunedì 04/07/2022

    60 anni fa. La nostra storia inizia dalla data che ha ispirato questo documentario: 12 luglio 1962, quando i Rolling…

    Midnight Ramblers - 07/04/2022

  • PlayStop

    Poveri ma in ferie di lunedì 04/07/2022

    quando affrontiamo l'inizio della stagione estiva, elargiamo alcuni consigli sulle vacanze sostenibili e poi ci imbarchiamo in un volo (pindarico,…

    Poveri ma belli - 07/04/2022

  • PlayStop

    Odara Caetano Veloso #80 di lunedì 04/07/2022

    Odara in yoruba vuol dire bello, positivo, luminoso. Odara è una canzone di Caetano Veloso dell’album Bicho, del 1977. Caetano…

    Odara – Caetano Veloso #80 - 04/07/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 04/07/2022

    Oggi inizia Cult Estate, il quotidiano culturale estivo di Radio Popolare in onda dalle 10.00 alle 11.30! Fra gli argomenti:…

    Cult - 07/04/2022

  • PlayStop

    Radiosveglia di lunedì 04/07/2022

    La Radiosveglia di oggi: rassegna stampa dei principali quotidiani, con le riflessioni sulla strage della Marmolada, l'apertura della fitta settimana…

    Radiosveglia - 07/04/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di lunedì 04/07/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 07/04/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 03/07/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 07/03/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 03/07/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 07/03/2022

  • PlayStop

    L'artista della settimana di domenica 03/07/2022

    Ogni settimana Radio Popolare sceglierà un o una musicista, un gruppo, un progetto musicale, a cui dare particolare spazio nelle…

    L’Artista della settimana - 07/03/2022

Adesso in diretta