Approfondimenti

I numeri e la propaganda di Renzi

Non che i progressi nell’economia italiana non ci siano stati.

Ma il modo in cui il presidente del Consiglio, Matteo Renzi ha esaltato i risultati del Governo in economia sa di propaganda.

Dalla crescita del Prodotto Interno Lordo al lavoro, dalla riduzione del deficit e degli sprechi alla diminuzione delle tasse. Qualcosa si muove nell’economia italiana. Ma sembra essere ancora troppo poco per rispondere agli effetti della lunga crisi. Secondo quanto afferma Renzi l’Italia sarebbe fuori dal tunnel.

Un’analisi più dettagliata dei dati economici suggerisce che non sia così.

Come spiega Andrea Di Stefano, direttore della rivista Valori. Iniziamo dal dato del Pil: il Governo vanta la crescita dello 0,8 percento, certificata dall’Istat.

“Meglio delle previsioni” ha scritto Renzi: “a inizio 2015 avevamo ipotizzato un +0,7 percento”.

L’inversione di tentenza è positiva, in valori assoluti però siamo tra i 200 e i 250 miliardi di Euro al di sotto dei livelli del 2000” spiega Di Stefano.

A questi ritmi di crescita occorrerebbero tempi lunghissimi per recuperare.

Ascolta qui Di Stefano

DI STEFANO PIL

Una valutazione simile si può fare sul rapporto deficit/Pil. Quest’anno è sceso al 2.6 percento, sotto al 3 percento fissato come dato minimo dalle norme europee. Eppure l’avanzo primario e l’indebitamento sono peggiorati nel 2015 rispetto al 2014, ci dice Di Stefano.

Ascolta qui Di Stefano

DI STEFANO DEFICIT

Numeri quantomeno interpretabili quindi. Un altro esempio è quello delle tasse. Sono diminuite, afferma Renzi.

“Se tariffe, tributi e prestazioni sanitarie aumentano – replica Di Stefano – alla fine il saldo non è positivo”

Ascolta Di Stefano

DI STEFANO TASSE

Il vero cavallo di battaglia di Renzi è il lavoro. E i toni del presidente del Consiglio sui risultati del jobs act sono trionfanti:

“Il boom del jobs act è impressionante – ha scritto Renzi – Nei due anni del nostro Governo abbiamo raggiunto l’obiettivo di quasi mezzo milione di posti di lavoro stabili in più”

Il vero e principale fattore che ha determinato una crescita dei contratti stabili, più che il jobs act è il finanziamento alle imprese per le assunzioni. E i dati sull’occupazione resi noti da Inps e Istat non possono nascondere una realtà drammatica: l’occupazione giovanile non cresce. I nuovi assunti sono in maggioranza over 50.

Ascolta Di Stefano

DI STEFANO LAVORO

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sab 31/10/20

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 31/10/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 30/10/20 delle 19:48

    Metroregione di ven 30/10/20 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 31/10/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 31/10/20

    I Girasoli di sab 31/10/20

    I girasoli - 31/10/2020

  • PlayStop

    Sabato Libri di sab 31/10/20

    Sabato Libri di sab 31/10/20

    Sabato libri - 31/10/2020

  • PlayStop

    Itaca di sab 31/10/20

    Itaca di sab 31/10/20

    Itaca - 31/10/2020

  • PlayStop

    Itaca Rassegna di sab 31/10/20

    Itaca Rassegna di sab 31/10/20

    Itaca – Rassegna Stampa - 31/10/2020

  • PlayStop

    Mash-Up di sab 31/10/20

    Mash-Up di sab 31/10/20

    Mash-Up - 31/10/2020

  • PlayStop

    Doppia Acca di ven 30/10/20

    Doppia Acca di ven 30/10/20

    Doppia Acca - 31/10/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di ven 30/10/20

    con Andrea Cegna. - punto metro..- Roberto Festa dagli USA..- comitato bresciano "non sta andando tutto bene"..- Claudio Agostoni in…

    A casa con voi - 31/10/2020

  • PlayStop

    Esteri di ven 30/10/20

    1-Coronavirus. La Francia di nuovo in Lockdown. Ma da lunedì gli studenti riprendono la scuola dopo due settimane di vacanza.…

    Esteri - 31/10/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di ven 30/10/20

    Ora di punta di ven 30/10/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 31/10/2020

  • PlayStop

    Follow Friday di ven 30/10/20

    Vincenzo De Luca cosplayer di se stesso, i trending topic della settimana, la campagna elettorale di Ordinary Girls per i…

    Follow Friday - 30/10/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di ven 30/10/20

    Uno di Due di ven 30/10/20

    1D2 - 31/10/2020

  • PlayStop

    Jack di ven 30/10/20

    Jack di ven 30/10/20

    Jack - 31/10/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo ven 30/10/20

    Considera l'armadillo ven 30/10/20

    Considera l’armadillo - 31/10/2020

  • PlayStop

    Stay Human di ven 30/10/20

    Stay Human di ven 30/10/20

    Stay human - 31/10/2020

  • PlayStop

    Memos di ven 30/10/20

    L’antropologo Marco Aime, dell’università di Genova, commenta l’intervista di ieri a Arjun Appadurai, antropologo statunitense di origine indiana. I temi:…

    Memos - 31/10/2020

  • PlayStop

    Grazia Giardiello e Barbara Cappi, Balene

    GRAZIA GIARDIELLO E BARBARA CAPPI - BALENE - presentato da BARBARA SORRENTINI

    Note dell’autore - 31/10/2020

  • PlayStop

    Cult di ven 30/10/20

    ira rubini, cult, segni mantova 2020, tiziana ricci, tiepolo, gallerie d'italia milano, manifestazione assenza spettacolare, piazza scala, lavoratori spettacolo, silvia…

    Cult - 31/10/2020

  • PlayStop

    C'e' Luce di ven 30/10/20

    Jacopo Bencini, di Italian Climate Network, è, insieme a Marirosa Iannelli e Stefano Caserini, uno dei curatori di un importante…

    C’è luce - 31/10/2020

Adesso in diretta