Approfondimenti

I diritti dei bambini con mamma o papà in carcere


I bisogni dei 100 mila bambini che ogni giorno entrano in carcere per incontrare papà o mamma detenuti diventano diritti. Il Protocollo, firmato nel 2014 e ora ratificato dal Ministero della Giustizia, è un documento unico in Europa, che impegna il sistema penitenziario a confrontarsi con la presenza quotidiana del bambino in carcere. Una presenza che nei più piccoli può generare forte disagio. Si tratta allora di rendere questi bambini visibili, in modo da garantire loro tutela e un’attenzione specifica da parte degli agenti penitenziari, che necessitano di una formazione specifica in proposito.

“Sono un gruppo di bambini un po’ speciale, certo, ma è fondamentale che non siano stigmatizzati, che non si sentano diversi dai loro coetanei – dice Lia Sacerdote, presidente dell’associazione Bambinisenzasbarre.

“Questo protocollo è dedicato ai bisogni specifici che i figli dei detenuti hanno quando entrano in carcere: hanno bisogno di spazi ma anche di essere accolti da agenti penitenziari preparati. Prima del Protocollo questi bambini erano invisibili, ora sono visibili, e rispettando i loro diritti si rispettano anche quelli degli adulti – dice Sacerdote.

“L’articolo 1 mette il bambino al centro, una rivoluzione culturale per il mondo carcerario. Ad esempio questo significa che il genitore deve poter uscire di cella nei momenti importanti della vita del suo bambino: deve poter essere presente il primo giorno di scuola, al compleanno, alle cerimonie religiose.  Solitamente i ‘permessi per necessità’ vengono dati per i lutti: la patrola ‘necessità’ deve dunque cambiare significato.

“Dentro il carecere i bambini devono avere la possibilità di muoversi, o di portare con sè degli oggetti personali come per esempio un gioco o un disegno. Il bambino che entra in carcere viene sottoposto a un ‘controllo’ (non si chiama ‘perquisizione’) ma per lui è complicato capire perchè deve abbandonare i suoi oggetti. Nel percorso che i piccoli fanno dall’ingresso a quando incontrano il genitore l’attenzione degli adulti è fondamentale: quando siamo in presenza di bambini il nostro atteggimento cambia. In questo senso diciamo che devono diventare ‘visibili’ – spiega Lia Sacerdote di Bambinisenzasbarre.

“Nessuno lo sa, ma alle 8 del mattino fuori dalle carceri c’è una coda di bambini che devono incontrare i loro genitori. Il carcere non è un luogo chiuso, appartiene a tutti noi. Per questo tutti abbiamo una responsabilità sociale nei confronti di questi bambini” – conclude Sacerdote.

Ascolta l’intervista integrale di Lorenza Ghidini a Lia Sacerdote, presidente di Bambinisenzasbarre

Lia Sacerdote

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 23/04/21 delle 07:15

    Metroregione di ven 23/04/21 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 23/04/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Serve And Volley di ven 23/04/21

    Serve And Volley di ven 23/04/21

    Serve&Volley - 23/04/2021

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 22/04/21

    Rotoclassica di gio 22/04/21

    Rotoclassica - 23/04/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di gio 22/04/21

    News Della Notte di gio 22/04/21

    News della notte - 23/04/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 22/04/21

    A casa con voi di gio 22/04/21

    A casa con voi - 23/04/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 22/04/21

    Ora di punta di gio 22/04/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 23/04/2021

  • PlayStop

    Esteri di gio 22/04/21

    1- Giornata della Terra. Per far dimenticare gli anni Trump, gli Stati Uniti hanno promesso di ridurre le emissioni di…

    Esteri - 23/04/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di gio 22/04/21

    Sunday Blues di gio 22/04/21

    Sunday Blues - 23/04/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di gio 22/04/21

    Uno di Due di gio 22/04/21

    1D2 - 23/04/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 22/04/21

    Considera l'armadillo gio 22/04/21

    Considera l’armadillo - 23/04/2021

  • PlayStop

    Jack di gio 22/04/21

    Jack di gio 22/04/21

    Jack - 23/04/2021

  • PlayStop

    Lezioni di antimafia: Gianrico Carofiglio

    Settimo incontro del nuovo ciclo di “Lezioni di antimafia” ideato dalla Scuola di Formazione “Antonino Caponnetto” e coordinato da Raffaele…

    Lezioni di antimafia - 23/04/2021

  • PlayStop

    Stay Human di gio 22/04/21

    Stay Human di gio 22/04/21

    Stay human - 23/04/2021

  • PlayStop

    Memos di gio 22/04/21

    Quali segnali arrivano dalla Germania della grande transizione politica, del passaggio da Angel Merkel ai suoi eredi? Memos è tornato…

    Memos - 23/04/2021

  • PlayStop

    Tiziano Tussi, Storia senza memoria

    TIZIANO TUSSI- STORIA SENZA MEMORIA - presentato da CLAUDIO AGOSTONI

    Note dell’autore - 23/04/2021

  • PlayStop

    Cult di gio 22/04/21

    ira rubini, cult, marco cacciola, massimo menunni, legge delega spettacolo, fotografia sociale, casa delle donne, tiziana ricci, bergamo film meeting,…

    Cult - 23/04/2021

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 22/04/21

    37 e 2 di gio 22/04/21

    37 e 2 - 23/04/2021

  • PlayStop

    Prisma di gio 22/04/21

    La giornata mondiale della terra con Stefano Caserini ed Emanuele Bompan. Novità del decreto Covid, microfono aperto . Che fine…

    Prisma - 23/04/2021

Adesso in diretta