Approfondimenti

Guerra tra Israele e Gaza: “A nessuno interessa della gente, dei civili”

Israele Gaza ANSA

Tra Israele e Gaza è scoppiata la guerra. Tra i 2mila e i 5mila missili sono stati lanciati ieri mattina molto presto. Una vastissima offensiva, non solo con razzi, ma anche con un’operazione via terra oltre i confini della striscia. E questa è la cosa veramente senza precedenti, diversi miliziani di Hamas – infatti – sono entrati nel territorio israeliano e hanno occupato alcuni villaggi. Martina Stefanoni ha raccolto ieri la testimonianza di una donna di Gaza:

“Alle 6.30 questa mattina eravamo a casa, ci stavamo preparando per portare i miei nipoti a scuola, stavamo facendo colazione e all’improvviso abbiamo sentito le bombe. I bambini hanno iniziato a piangere, la gente stava dormendo tutti hanno gridato, non sapevamo cosa stava succedendo. Per la strada c’era la polvere, le bombe era tutto molto confuso, la gente ha iniziato a correre.

Come succede sempre in queste situazioni, dopo anni e anni di violenza e conflitti in questa zona, la prima cosa che abbiamo pensato è stata che dovevamo lasciare le nostre case perché sappiamo cosa succede poi. La situazione era veramente brutta, da nessuna parte eravamo al sicuro. Non potevamo nemmeno camminare per le bombe che continuavano a cadere. Abbiamo cercato di chiamare il taxi per andare via, ma nessuno ci rispondeva.

Poi intorno alle 11.30 siamo riusciti a trovare un taxi e scappare, ma c’erano tantissime persone che cercavano di andarsene, quasi tutte le donne con i bambini, non solo dal nostro quartiere, da tutta la striscia.

La cosa veramente triste è che a nessuno interessa della gente, dei civili. Prima che riuscissimo a scappare abbiamo visto che hanno bombardato un ospedale, il più grande ospedale nel nord della striscia. C’era un lavoratore – non so se fosse un medico – è stato ucciso… e c’erano tantissimi feriti. Non sappiamo che succederà, nessun posto è sicuro…”

  • Autore articolo
    Martina Stefanoni
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR venerdì 23/02 15:29

    Le notizie. I protagonisti. Le opinioni. Le analisi. Tutto questo nelle 16 edizioni quotidiane del Gr. Un appuntamento con la redazione che vi accompagna per tutta la giornata. Annunciati dalla “storica” sigla, i nostri conduttori vi racconteranno tutto quello che fa notizia, insieme alla redazione, ai corrispondenti, agli ospiti. La finestra di Radio Popolare che si apre sul mondo, a cominciare dalle 6.30 del mattino. Da non perdere per essere sempre informati.

    Giornale Radio - 23-02-2024

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 23/02/2024

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra in profondità, scova notizie curiose, evidenzia punti di vista differenti e scopre strane analogie tra giornali che dovrebbero pensarla diversamente.

    Rassegna stampa - 23-02-2024

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 23/02/2024 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione ai fatti che riguardano la politica locale, le lotte sindacali e le questioni che riguardano i nuovi cittadini. Da Milano agli altri capoluoghi di provincia lombardi, senza dimenticare i comuni più piccoli, da dove possono arrivare storie esemplificative dei cambiamenti della nostra società.

    Metroregione - 23-02-2024

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jack Box di venerdì 23/02/2024

    Jack Box è lo scatolone musicale di Jack del venerdi, dal quale estraiamo i suoni che hanno caratterizzato la settimana, gli approfondimenti musicali del periodo, in un ora che suona tanto e in cui si parla poco. Dalle 15:30 alle 16:30, ogni venerdi.

    Jack Box - 23-02-2024

  • PlayStop

    Jack di venerdì 23/02/2024

    Per raccontare tutto quello che di interessante accade oggi nella musica e in ciò che la circonda. Anticipazioni e playlist sui canali social di Matteo Villaci.

    Jack - 23-02-2024

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di venerdì 23/02/2024

    Per riascoltare Considera l'armadillo noi e altri animali in onda alle che oggi ha ospitato Sara D'Angelo di @porcikomodi, @Vitadacani, @rete dei Santuari degli Animali liberi per parlare della nuova iniziativa per sollecitare il @ministero della salute, ma anche di aste di asini

    Considera l’armadillo - 23-02-2024

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 23/02/2024

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa di manutenzione, che parte dal sottoscala con l’ambizione di arrivare al roof top con l’obiettivo dichiarato di trovare scorciatoie per entrare nelle stanze del lusso più sfrenato e dell’abbienza. Ma anche uno spazio per arricchirsi culturalmente e sfondare le porte dei salotti buoni, per sdraiarci sui loro divani e mettere i piedi sul tavolo. A cura di Alessandro Diegoli e Disma Pestalozza

    Poveri ma belli - 23-02-2024

  • PlayStop

    Cult di venerdì 23/02/2024

    Cult è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Cult è cinema, arti visive, musica, teatro, letteratura, filosofia, sociologia, comunicazione, danza, fumetti e graphic-novels… e molto altro! Cult è in onda dal lunedì al venerdì dalle 11.30 alle 12.30. La sigla di Cult è “Two Dots” di Lusine. CHIAMA IN DIRETTA: 02.33.001.001

    Cult - 23-02-2024

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 23/02/2024

    Se non è febbre, quasi. 37 e 2 è la trasmissione dedicata ai temi della sanità, dell’invalidità e della non autosufficienza. Dalle storie di vita reale ai suggerimenti su come sopravvivere nei meandri della burocrazia. Conducono Vittorio Agnoletto e Elena Mordiglia.

    37 e 2 - 23-02-2024

  • PlayStop

    Uscita di Sicurezza di venerdì 23/02/2024

    Dopo la strage di Firenze il governo batterà delle norme noi proponiamo un sondaggio ad ascoltatori e ascoltatrici: soluzione economica o penale? Ovvero ci vuole il ripristino delle medesime condizioni di salario e direttori c tutti i lavoratori sullo stesso sito o cantiere o ci vuole l’omicidio sul lavoro?

    Uscita di Sicurezza - 23-02-2024

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 23/02/2024

    DUE ANNI DI GUERRA IN UCRAINA commenti di Sergio Romano ambasciatore, editorialista del Corriere della Sera, Mara Morini docente di politiche dell’Europa Orientale all’Università di Genova e Irma Gjinaj capomissione dell'ong Cesvi in Ucraina INCENDIO PALAZZO A VALENCIA aggiornamenti con Giulio Maria Piantadosi LA RESISTENZA AL LAVORO. UNA SERATA A MILANO IN RICORDO DEGLI SCIOPERI DEL MARZO 1944 ce ne parla Carlo Ghezzi vicepresidente Nazionale Anpi CLIMITOLOGIE, TUTTE LE BUFALE CHE CI RACCONTANO SUL CAMBIAMENTO CLIMATICO la rubrica di Sara Milanese DOMANI A MILANO LA MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER LA PALESTINA a Prisma parla Khader Tamimi presidente della comunità palestinese di Milano In studio Lorenza Ghidini, in redazione Massimo Alberti

    Prisma - 23-02-2024

  • PlayStop

    Note dell’autore di venerdì 23/02/2024

    Un appuntamento quasi quotidiano, sintetico e significativo con un autore, al microfono delle voci di Radio Popolare. Note dell’autore è letteratura, saggistica, poesia, drammaturgia e molto altro. Tutto concentrato in sei minuti, più o meno il tempo di un caffè!

    Note dell’autore - 23-02-2024

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di venerdì 23/02/2024

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni - per informarvi sui principali avvenimenti internazionali e su tutto quanto resta fuori dagli spazi informativi più consueti. Particolare attenzione ai temi delle libertà e dei diritti.

    Esteri – La rassegna stampa internazionale - 23-02-2024

Adesso in diretta