Approfondimenti

Greenpeace contro Generali: “non finanziare le energie fossili”

Greenpeace contro Generali

Blitz di Greenpeace all’assemblea degli azionisti della compagnia assicurativa Generali a Trieste. Gli ambientalisti chiedono di non investire più nel settore dei combustibili fossili.

Gli attivisti hanno srotolato uno striscione e hanno portato dei sacchi di carbone.

Radio Popolare ha intervistato Luca Iacoboni, responsabile campagna energia e clima di Greenpeace Italia:

A Trieste abbiamo aperto l’assemblea degli azionisti di Generali. Abbiamo portato dei finti minatori, dei carrelli di carbone e dei sacchi di carbone ed infine abbiamo aperto un grandissimo striscione con scritto “Generali, basta assicurare il carbone e il cambiamento climatico”. Questa protesta nasce da una campagna internazionale che chiede a Generali e a tantissime altre compagnie assicurative di uscire dal settore dei combustibili fossili, iniziando proprio dal carbone, e di difendere il clima e i cittadini.

Generali dice che il suo investimento nel settore è limitato e che ha trovato una strategia sui cambiamenti climatici in linea con gli accordi di Parigi

Sì, Generali ha trovato una strategia un paio di mesi fa che noi abbiamo già commentato dicendo che era un “buon primo passo, ma decisamente troppo timido” e se Generali pensa che quella possa essere la fine del proprio impegno a combattere i cambiamenti climatici si sbaglia assolutamente. In particolare quelle che loro chiamano eccezioni o minima esposizione del gruppo assicurativo sono in realtà alcuni degli impianti più inquinanti d’Europa. Stiamo parlando, ad esempio, di una miniera che si trova al confine tra Polonia e Repubblica Ceca che si chiama Turow e che già oggi inquina l’acqua di oltre 30mila persone ed è una miniera che verrà a breve ingrandita, così come la centrale a carbone di Opole, che è la più grande espansione attualmente in costruzione in Europa. Poco importa che riguardino una piccola percentuale degli asset di Generali, anzi questo dovrebbe rendere solamente più facile per loro uscire da questo business che è troppo sporco.

Nel complesso che ruolo giocano le compagnie di assicurazione nel problema dei cambiamenti climatici?

Giocano un grosso ruolo. Ad oggi i cambiamenti climatici sono una grande voce negativa nei bilanci delle compagnie assicurative, perchè gli impatti dei cambiamenti climatici, i disastri climatici, vanno a toccare anche i cittadini e le compagnie assicurative. Avrebbe quindi una doppia valenza quella di mettersi invece dalla parte dei cittadini e smettere di finanziare ed assicurare tutte queste fonti che contribuiscono ad alimentare fortemente i cambiamenti climatici. Il ruolo di tutte le compagnie assicurative è primario sia in termini di investimenti, quindi di soldi che vengono direttamente investiti in questo settore, e sia anche in termini di copertura assicurativa, perchè Generali oggi offre polizze assicurative a impianti, centrali e miniere di carbone e, qualora smettesse di farlo, qualche altra compagnia assicurativa dovrebbe subentrare. Qualora tutte le compagnie, o tante compagnie assicurative, iniziassero ad uscire da questo settore, il settore avrebbe ancora meno salute della già poca di cui oggi gode.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di domenica 22/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 22/05/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 22/05/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 22/05/2022

  • PlayStop

    La domenica dei libri di domenica 22/05/2022

    La domenica dei libri è la trasmissione di libri e cultura di Radio Popolare. Ogni settimana, interviste agli autori, approfondimenti,…

    La domenica dei libri - 22/05/2022

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 22/05/2022

    30 anni fa, 30 anni dopo, la strage di Capaci. Cosa sappiamo realmente del perché c'è stata? Cosa sappiamo di…

    Va Pensiero - 22/05/2022

  • PlayStop

    Apertura musicale classica di domenica 22/05/2022

    Scaletta: 1. Pyotr Ilyich Tchaikovsky - Souvenir de Florence, Op. 70: II. Adagio cantabile e con moto (Jascha Heifetz, Gregor…

    Apertura musicale classica - 22/05/2022

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 21/05/2022

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 22/05/2022

  • PlayStop

    Snippet di sabato 21/05/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 22/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 21/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 22/05/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 21/05/2022

    La trasmissione di musica brasiliana di Radio Popolare in onda dal 1995! Da nord a sud, da est ad ovest;…

    Avenida Brasil - 22/05/2022

  • PlayStop

    Speciale Musica di Chris Cornell

    a cura di Niccolò Vecchia

    Gli speciali - 22/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di sabato 21/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 22/05/2022

  • PlayStop

    Pop Up Live di sabato 21/05/2022

    PopUp Live! Alberto Nigro e Andrea Frateff-Gianni – storici conduttori di PopUp – daranno vita a una trasmissione itinerante con…

    Pop Up Live - 22/05/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 21/05/2022

    - GALLERIE D'ITALIA si espande. Oggi si apre un nuovo museo a Napoli e una ha aperto a Torino con…

    I girasoli - 22/05/2022

  • PlayStop

    Stay human di sabato 21/05/2022

    Daniele Sanzone degli A67 ci racconta come è nato #Jastemmma, il loro nuovo lavoro (una decina di canzoni che hanno…

    Stay human - 22/05/2022

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 21/05/2022

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 22/05/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 21/05/2022

    DOC 73 - I CRIMINI DI JIMMY SAVILE - Uno dei più famosi dj e presentatori britannici, idolo di famiglie…

    DOC – Tratti da una storia vera - 22/05/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 21/05/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 22/05/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 21/05/2022

    Il Polo del Novecento di Torino ospita la mostra “Più moderno di ogni moderno. Le geografie di Pier Paolo Pasolini”;…

    Good Times - 22/05/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 21/05/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 22/05/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 21/05/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 22/05/2022

Adesso in diretta