Approfondimenti

Francia, terroristi all’attacco di una chiesa

Ancora un attacco terroristico in Francia. Questa volta il fatto è avvenuto a Saint-Etienne-du-Rouvray, comune di 28 mila abitanti vicino a Rouen, in Normandia. Due uomini armati di coltello, tra le 9 e le 9.45, hanno preso d’assalto una chiesa e preso in ostaggio cinque persone: il prete, due suore e due fedeli. Il parroco e uno dei due fedeli sarebbero stati sgozzati, secondo le prime ricostruzioni. Il prete, padre Jacques Hamel di 86 anni, è deceduto, mentre il parrocchiano sarebbe in condizioni molto critiche. Gli altri tre ostaggi sono stati liberati.

Intorno alle 11 sono intervenute le teste di cuoio francesi che hanno ucciso entrambi gli assalitori. Al momento non si conoscono le identità dei due assalitori ma secondo Le Point i due avrebbero immediatamente rivendicato la loro appartenenza allo Stato Islamico e avrebbero agito gridando “Allah Akhbar”.

La direzione antiterrorismo della Procura di Parigi ha preso in carico l’indagine attraverso la SDAT e la DGSI. La presa in ostaggio alla chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray è stata definita da Pierre-Henry Brandet, portavoce del ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve, “un dramma per tutta la comunità cattolica e cristiana della Francia”. Cazeneuve e il presidente Francois Hollande sono arrivati sul luogo dell’attacco.

Da Papa Francesco sono arrivate parole di cordoglio. Il pontefice si è unito “al dolore e all’orrore” dei fedeli.

I DUE ASSALITORI – L‘Isis rivendica l’attentato compiuto vicino a Rouen. Uno dei due attentatori secondo quanto riferito in conferenza stampa, è stato fermato in Turchia mentre cercava di raggiungere la Siria e in seguito tratto in arresto in Francia. Nel marzo 2016 era stato sottoposto al “braccialetto elettronico”, la forma di controllo per chi è agli arresti domiciliari. L’autorità antiterrorismo aveva fatto appello, senza fortuna, a questa decisione. Un uomo, presumibilmente un complice, si trova ora in stato di fermo. Entrambi i terroristi sono nati e cresciuti a Rouen.

LA FILIERA JIHADISTA IN NORMANDIA – La regione francese già dal novembre 2014 si trova al centro di un forte processo di radicalizzazione. Lo racconta Le Parisien in un’inchiesta che mette al centro Maxime Hauchard, oggi 24enne. Originario di Bosc-Roger-en-Roumois (Eure), Hauchard è stato identificato come uno dei tagliagole che ha ucciso 18 ostaggi siriani il 17 agosto 2013. è uno dei terroristi più ricercati al mondo, in cima alla lista dei più pericolosi anche per gli Stati Uniti. Intorno a Hauchard si è creata una rete di francesi radicalizzati, che avevano – scrive Le Parisien – la loro base in una moschea salafita di Saint-Etienne-du-Rouvray, il paese dove è avvenuto l’attentato oggi. Sempre secondo il quotidiano parigino, la cellula era composta da diversi giovani che hanno cercato di raggiungere la Siria e che da novembre 2014 sono sotto continuo monitoraggio della Direzione generale della sicurezza interna.

 

 

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 25/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 25/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 24/06/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 25/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 25/06/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 25/06/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 25/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 24/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 25/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 24/06/2022

    1-Stati Uniti. Dopo una lunga crociata reazionaria abolito il diritto all’aborto federale. La sentenza della Corte suprema sarà applicata nella…

    Esteri - 25/06/2022

  • PlayStop

    The Game di venerdì 24/06/2022

    Puntata speciale dedicata alla memoria di Stefano Rodotà (1933-2017), il grande giurista e intellettuale morto il 23 giugno di cinque…

    The Game - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 24/06/2022

    Dove si parla, e in alcuni casi si scopre, di come si possa parlare "corsivo". Ebbene sì. Poi ospitiamo lo…

    Muoviti muoviti - 25/06/2022

  • PlayStop

    Intervista a Pierfrancesco Favino di Barbara Sorrentini

    Al Bardolino Film Festival che si è tenuto la scorsa settimana, Barbara Sorrentini ha intervistato Pierfrancesco Favino, in occasione della…

    Clip - 24/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 24/06/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 25/06/2022

  • PlayStop

    L'Europa in casa nostra di venerdì 24/06/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 25/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 24/06/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 25/06/2022

  • PlayStop

    Luca Crovi e Peppo Bianchessi, Il libro segreto di Long John Silver

    LUCA CROVI, PEPPO BIANCHESSI – IL LIBRO SEGRETO DI LONG JOHN SILVER – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 24/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 24/06/2022 delle 12:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 25/06/2022

  • PlayStop

    Cult di venerdì 24/06/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: il Pesaro Film Festival 22, le nuove…

    Cult - 25/06/2022

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 24/06/2022

    Fame nel mondo, quale è la reale situazione; i medici di medicina generale; cosa sta succedendo a livello di pandemia;…

    37 e 2 - 24/06/2022

  • PlayStop

    Varoufakis: l’austerità dell’Europa è una guerra ai lavoratori

    Intervista negli studi di Radio Popolare all'ex ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis, oggi portavoce del movimento Diem25 su guerra,…

    Clip - 24/06/2022

  • PlayStop

    Prisma di venerdì 24/06/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 9.00 alle 10.30. Il venerdì dalle…

    Prisma - 25/06/2022

Adesso in diretta