Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 24/02 delle ore 13:30

    GR di lun 24/02 delle ore 13:30

    Giornale Radio - 24/02/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 24/02

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 24/02/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 24/02 delle 07:15

    Metroregione di lun 24/02 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 24/02/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 24/02

    Note dell'autore di lun 24/02

    Note dell’autore - 24/02/2020

  • PlayStop

    Cult di lun 24/02 (seconda parte)

    Cult di lun 24/02 (seconda parte)

    Cult - 24/02/2020

  • PlayStop

    Cult di lun 24/02 (prima parte)

    Cult di lun 24/02 (prima parte)

    Cult - 24/02/2020

  • PlayStop

    Doppio Click di lun 24/02

    Doppio Click di lun 24/02

    Doppio Click - 24/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 24/02 (terza parte)

    Prisma di lun 24/02 (terza parte)

    Prisma - 24/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 24/02 (seconda parte)

    Prisma di lun 24/02 (seconda parte)

    Prisma - 24/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 24/02 (prima parte)

    Prisma di lun 24/02 (prima parte)

    Prisma - 24/02/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 24/02

    Rassegna stampa internazionale di lun 24/02

    Rassegna stampa internazionale - 24/02/2020

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 24/02

    Ilaria Di Capua, la più nota virologa italaian, ha lanciato un .. messaggio, "siate la soluzione, non il problema", noi…

    DiLunedì - 24/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 24/02 (terza parte)

    approfondimento Coronavirus, lettura intervista (terza parte)

    Fino alle otto - 24/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 24/02 (seconda parte)

    l'edicola di Popolare Network, il brano del giorno (seconda parte)

    Fino alle otto - 24/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 24/02 (prima parte)

    il risveglio di Popolare Network, l'edicola, la rubrica accadde oggi (prima parte)

    Fino alle otto - 24/02/2020

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di dom 23/02 (seconda parte)

    Reggae Radio Station di dom 23/02 (seconda parte)

    Reggae Radio Station - 24/02/2020

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di dom 23/02 (prima parte)

    Reggae Radio Station di dom 23/02 (prima parte)

    Reggae Radio Station - 24/02/2020

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di dom 23/02 (seconda parte)

    Prospettive Musicali di dom 23/02 (seconda parte)

    Prospettive Musicali - 24/02/2020

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di dom 23/02 (prima parte)

    Prospettive Musicali di dom 23/02 (prima parte)

    Prospettive Musicali - 24/02/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 23/02 (terza parte)

    Sunday Blues di dom 23/02 (terza parte)

    Sunday Blues - 24/02/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 23/02 (seconda parte)

    Sunday Blues di dom 23/02 (seconda parte)

    Sunday Blues - 24/02/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 23/02 (prima parte)

    Sunday Blues di dom 23/02 (prima parte)

    Sunday Blues - 24/02/2020

  • PlayStop

    Comizi D'Amore di dom 23/02

    Comizi D'Amore di dom 23/02

    Comizi d’amore - 24/02/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

Fine della storia, non della memoria

Torna Juan Belmonte nell’ultimo romanzo di Luis Sepulveda. Lo scrittore cileno, tanto amato sia dai grandi che dai bambini, esiliato dopo essersi ribellato alla dittatura di Augusto Pinochet pagando in prima persona con un’incarcerazione e con la prigionia della donna che amava, poi liberata fingendosi morta, con La fine della storia (Guanda) torna a fare i conti con alcuni aspetti della propria biografia. Lo aveva già fatto dodici anni fa con Un nome da torero, libro in cui compare per la prima volta l’ex guerrigliero Belmonte, alla ricerca della moglie tra Berlino e la Terra del Fuoco. Un noir, tratto da episodi reali.

Nel nuovo romanzo si legge di un’altra missione molto ardua, a cui viene chiamato da vecchi compagni di guerriglia convertiti allo spionaggio, coinvolgeno tra le zone descritte l’Unione Sovietica della Seconda Guerra Mondiale, il Cile di oggi e quello degli anni ’70-’80, incontrando cosacchi, spie e criminali spietati. Ma anche persone per bene che insieme a lui avevano sostentuo Salvador Allende. Anche qui compare la moglie in differenti momenti chiave. E il tormento e la rabbia di Belmonte sono il motore per portare avanti un’azione vendicativa e riparatoria.

Scorrevole e intrigante La fine della storia ti rincorre fino all’ultima pagina, raccogliendo elementi di verità uniti a una forma romanzata che assomiglia a quella cinematografica. Un linguaggio non estraneo all’autore di Le rose di Atacama, Il vecchio che leggeva romanzi d’amore (a cui seguì la trasposizione cinematografica di Rolf De Heer), Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare (diventato un film di animazione di Enzo D’Alò, sceneggiato e narrato con la voce dello stesso Sepulveda) solo per citare tre romanzi tra i più di quaranta pubblicati, perchè lui stesso diresse il film Nowhere nel 2002 e dedicato ancora una volta a una storia legata alla dittatura.

Ascolta qui l’intervista a Luis Sepulveda

sepulveda_fine-della-storia

  • Autore articolo
    Barbara Sorrentini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni