Approfondimenti

Elezioni in Austria, tutto da rifare

La Corte costituzionale austriaca ha deciso di far ripetere il ballottaggio delle elezioni presidenziali del 22 maggio, vinto da Alexander Van der Bellen, sostenuto dai Verdi, per circa 30mila voti su Norbert Hofer, candidato del partito di destra populista Fpoe. La decisione arriva a una settimana dal previsto insediamento presidenziale di Van Der Bellen. Che ora sarà invece congelato.

Era stata proprio la Fpoe a presentare il ricorso, lamentando numerose irregolarità nel conteggio dei voti postali. Voti che erano stati decisivi per la vittoria del candidato verde.

Secondo la Corte costituzionale non ci sono stati brogli. Ci sono state però delle irregolarità procedurali durante il conteggio dei voti postali in 14 distretti – come l’apertura anticipata delle schede o il conteggio in assenza del commissario. Si tratta di quasi 78 mila schede, un numero superiore ai voti che separano vincitore e sconfitto. Inoltre la Corte ha condannato l’invio da parte del ministero dell’Interno alla stampa di alcuni risultati parziali – coperti da embargo – ad urne ancora aperte.

Perché però far ripetere il voto e non procedere invece ad un riconteggio delle schede? Su questo risultato non devono esserci ombre, spiega Gerhard Mumelter, giornalista del quotidiano austriaco Der Standard e collaboratore di Internazionale.

Ascolta qui l’intervista a Gerhard Mumelter

mumelter per sito

Nelle prime dichiarazioni a caldo, Van der Bellen si è detto fiducioso di poter vincere anche questo ballottaggio. Hofer ha mostrato voglia di tornare in campagna elettorale. La data del nuovo voto ancora non è stata annunciata, dovrebbe essere a fine settembre oppure la prima settimana di ottobre.

Van Der Bellen 50,3%, Hofer 49,7%: qui eravamo rimasti neanche un mese e mezzo fa. Risultato che ora viene completamente rimesso in discussione. Un nuovo colpo di scena, in un’elezione che già aveva riservato parecchie sorprese. E aveva praticamente diviso in due l’Austria. Uno dei primi compiti del nuovo presidente, dicevano a caldo i sostenitori di Van der Bellen (ma non solo) sarebbe dovuto essere proprio quello di ri-unire il Paese, lasciando alle spalle gli scontri verbali della campagna elettorale. Che ora, probabilmente, sta per ricominciare.

  • Autore articolo
    Flavia Mosca Goretta
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 03/06

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 06/03/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 03/06 delle 19:49

    Metroregione di mer 03/06 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 06/03/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di mer 03/06

    1-Stati Uniti: Cortei pacifici all’ ottavo giorno di proteste per la morte di George Floyd. Il capo del Pentagono Mark…

    Esteri - 06/03/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 03/06

    Ora di punta di mer 03/06

    Ora di punta – I fatti del giorno - 06/03/2020

  • PlayStop

    Tempi Diversi di mer 03/06 (quarta parte)

    Tempi Diversi di mer 03/06 (quarta parte)

    Tempi diversi - 06/03/2020

  • PlayStop

    Tempi Diversi di mer 03/06 (terza parte)

    Tempi Diversi di mer 03/06 (terza parte)

    Tempi diversi - 06/03/2020

  • PlayStop

    Tempi Diversi di mer 03/06 (seconda parte)

    Tempi Diversi di mer 03/06 (seconda parte)

    Tempi diversi - 06/03/2020

  • PlayStop

    Tempi Diversi di mer 03/06 (prima parte)

    Tempi Diversi di mer 03/06 (prima parte)

    Tempi diversi - 06/03/2020

  • PlayStop

    Radio Session (Stay Human) 03-06-20 (seconda parte)

    a cura di Claudio Agostoni (seconda parte)

    Radio Session (Stay Human) - 06/03/2020

  • PlayStop

    Radio Session (Stay Human) 03-06-20 (prima parte)

    a cura di Claudio Agostoni (prima parte)

    Radio Session (Stay Human) - 06/03/2020

  • PlayStop

    Memos di mer 03/06

    Il Covid-19 e le città. Come la pandemia cambia la vita urbana? Il caso di Napoli oggi a Memos con…

    Memos - 06/03/2020

  • PlayStop

    Memos di mar 02/06

    Il Covid-19 e le città. Come la pandemia cambia la vita urbana? Il caso di Napoli oggi a Memos con…

    Memos - 06/03/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore - 03/06/20

    MATTEO MAZZA E SIMONE SORANNA - DREAMWORKS ANIMATION - presentato da BARBARA SORRENTINI

    Note dell’autore - 06/03/2020

  • PlayStop

    Cult di mer 03/06

    ira rubini, cult, maurizio principato risonanze, mare culturale urbano milano, andrea capaldi, tiziana ricci, foto e femminisimo nell'italia anni '70,…

    Cult - 06/03/2020

  • PlayStop

    Barrilete Cosmico di mer 03/06

    Andiamo negli Stati Uniti in fiamme per la morte di George Floyd con Nausicaa Dell'Orto, giocatrice di football americano e…

    Barrilete Cosmico - 06/03/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 03/06 (terza parte)

    Come regolarizzare badanti e colf, i consigli di Maurizio Bove della Cisl. I vostri racconti di spostamenti e due ospiti…

    Prisma - 06/03/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 03/06 (seconda parte)

    L'app Immuni si sperimenterà in Puglia, Abruzzo, Marche e Liguria, come funziona e come si stanno attrezzando le Regioni con…

    Prisma - 06/03/2020

  • PlayStop

    Prisma di mer 03/06 (prima parte)

    Libertà di viaggiare in Italia e di arrivo dai paesi Shengen da oggi. Andiamo alla Stazione Centrale con Filippo Robbioni…

    Prisma - 06/03/2020

  • PlayStop

    Lettere dal bosco-300 storie di animali

    Scritta da Tunn Tellegen e narrata da Elena Mordiglia

    Favole al microfono - 06/03/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 03/06

    Rassegna stampa internazionale di mer 03/06

    Rassegna stampa internazionale - 06/03/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 03/06

    Il demone del tardi - copertina di mer 03/06

    Il demone del tardi - 06/03/2020

Adesso in diretta