Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 27/01 delle ore 09:29

    GR di lun 27/01 delle ore 09:29

    Giornale Radio - 27/01/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 27/01

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 27/01/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 27/01 delle 07:15

    Metroregione di lun 27/01 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 27/01/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Prisma di lun 27/01 (seconda parte)

    Prisma di lun 27/01 (seconda parte)

    Prisma - 27/01/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 27/01 (prima parte)

    Prisma di lun 27/01 (prima parte)

    Prisma - 27/01/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 27/01

    Rassegna stampa internazionale di lun 27/01

    Rassegna stampa internazionale - 27/01/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 27/01

    Prisma di lun 27/01

    Prisma - 27/01/2020

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 27/01

    Di Lunedi di lun 27/01

    DiLunedì - 27/01/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 27/01 (terza parte)

    Fino alle otto di lun 27/01 (terza parte)

    Fino alle otto - 27/01/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 27/01 (seconda parte)

    Fino alle otto di lun 27/01 (seconda parte)

    Fino alle otto - 27/01/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 27/01 (prima parte)

    Fino alle otto di lun 27/01 (prima parte)

    Fino alle otto - 27/01/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 27/01

    Fino alle otto di lun 27/01

    Fino alle otto - 27/01/2020

  • PlayStop

    Batteristi eclettici - Bollicine del 26/1/20 (seconda parte)

    una puntata dedicata a quei batteristi che si sono poi cimentati in progetti solisti o in band alternative, a partire…

    Bollicine - 27/01/2020

  • PlayStop

    Batteristi eclettici - Bollicine del 26/1/20 (prima parte)

    una puntata dedicata a quei batteristi che si sono poi cimentati in progetti solisti o in band alternative, a partire…

    Bollicine - 27/01/2020

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di dom 26/01

    a cura di Alessandro Achilli. Musiche di Syd Barrett, Liberation Music Orchestra, Keith Tippett Group, Taste, Aqsak Maboul, The Westbrook…

    Prospettive Musicali - 27/01/2020

  • PlayStop

    Sacca del Diavolo di dom 26/01

    Sacca del Diavolo di dom 26/01

    La sacca del diavolo - 27/01/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 26/01 (terza parte)

    Sunday Blues di dom 26/01 (terza parte)

    Sunday Blues - 27/01/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 26/01 (seconda parte)

    Sunday Blues di dom 26/01 (seconda parte)

    Sunday Blues - 27/01/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 26/01 (prima parte)

    Sunday Blues di dom 26/01 (prima parte)

    Sunday Blues - 27/01/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 26/01

    Sunday Blues di dom 26/01

    Sunday Blues - 27/01/2020

  • PlayStop

    Bollicine di dom 26/01 (prima parte)

    Bollicine di dom 26/01 (prima parte)

    Bollicine - 27/01/2020

  • PlayStop

    Bollicine di dom 26/01 (seconda parte)

    Bollicine di dom 26/01 (seconda parte)

    Bollicine - 27/01/2020

  • PlayStop

    Domenica Aut di dom 26/01

    Domenica Aut di dom 26/01

    DomenicAut - 27/01/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

Distrutta la targa della “partigiana Lia”

A Milano è stata distrutta la targa che ricorda Gina Galeotti Bianchi, la partigiana Lia. Una figura storica ed emblematica della Resistenza e della Liberazione. A lei, ad esempio, è dedicato lo spettacolo teatrale del regista e attore Renato Sarti, “Nome di battaglia, Lia”.

Il fatto è accaduto nel quartiere di Niguarda dove un parco pubblico è stato dedicato alla partigiana. L’intestazione del giardino è fatta con una targa di marmo, analoga a quelle con l’indicazione dei nomi delle strade. Nella tarda serata del 1 luglio è stata trovata spezzata in due, spaccata di netto, proprio al centro.

L’Associazione nazionale partigiani ha diffuso la notizia e non ha dubbi: si tratta di un atto deliberato, una provocazione di stampo neo fascista.

“Una gravissima provocazione neo fascista che si manifesta in un quartiere popolare, che ha avuto una storia antifascista molto significativa”, ha detto a Radio Popolare Roberto Cenati, presidente dell’Anpi di Milano.

“Dai riscontri che abbiamo sembra sia stato un atto deliberato e supponiamo che si inserisca nel clima che si sta verificando a Milano e in provincia di Milano.

“Mi riferisco alla “Festa del Sole” che si svolgerà ad Abbiategrasso il 6 e 7 luglio, all’inaugurazione di una nuova sede di Casa Pound in piazza Firenze a Milano. E poi il fatto che si sia colpita una donna simbolo della Resistenza, da tutti conosciuta come la partigiana Lia, ci fa sorgere una profonda inquietudine”.

Gina Galeotti Bianchi fu la prima caduta dell’insurrezione contro i nazifascisti che ci fu a Milano: la rivolta, il 24 aprile del 1945, iniziò proprio a Niguarda. La partigiana Lia era uscita con l’amica, e staffetta partigiana, Stellina Vecchio, per portare ai compagni l’ordine di insurrezione: venne uccisa da una raffica di mitra, sparata da un camion di soldati tedeschi in fuga. Era incinta di un bambino che lei era convinta sarebbe nato “in un Paese libero“, come disse all’amica Stellina Vecchio.

  • Autore articolo
    Alessandro Principe
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni