Approfondimenti

Crisi. Dietro le parole, la lotta per le poltrone, dai soldi europei ai vaccini

renzi crisi

Ascoltando le parole pronunciate in pubblico dai leader politici dopo le consultazioni con il presidente della Camera, una sintesi la si poteva immaginare. Anzi, si poteva immaginare un “punto di caduta”, espressione che è tornata a circolare con forza nel Palazzo.

Siamo disposti a fare la nostra parte su un documento scritto” ha detto Renzi. Prima di lui aveva parlato Vito Crimi: “Solennemente e pubblicamente sottoscritto” aveva detto il portavoce dei 5 Stelle a proposito del programma del nuovo governo. Quasi che i due si fossero divisi una frase da pronunciare un pezzo per uno. Stabilire tutto prima, scrivere tutto. Il contratto, insomma, l’altra parola che ritorna per dire che, a parole, si vorrebbe definire anzitutto il cosa fare e poi il chi lo debba fare. Nella cornice del “no ai veti”. Anche Zingaretti ha elencato un che fare e dai soldi europei alla sanità alle riforme, chi non lo sottoscriverebbe?

Allora perché litigano? Verrebbe da chiedersi ascoltandoli Per i soldi europei. E per gli “assetti”. Cioè i posti di potere.

Renzi vuole cambiare il Recovery Plan, la gestione della pandemia e in particolare le vaccinazioni. La scuola e la giustizia. Ma come si fa a fare queste cose senza il potere, è la domanda rivolta a Renzi. Lunghissima risposta per dire che no, ora si discute delle cose. Poi dei nomi. Quindi, tradotto, i posti sono tema cruciale. Da Conte in giù. Zingaretti cita Conte solo per dire che si deve ripartire dalla maggioranza che lo ha sostenuto. Il 5 Stelle aveva appena finito di dire che Conte non si discute. Renzi ha detto che va bene Conte o un istituzionale. Ecco, qui le parole divergono parecchio.

Conte è in discussione, circolano nomi, a sera spunta Gentiloni, commissario europeo all’economia, critico col recovery ma piddino. Un “punto di caduta”, appunto. E poi Boschi al posto di Azzolina alla scuola e i due cavalli di battaglia di Renzi, i soldi europei, per cui Italia Viva vuole un ministero o una figura creata ad hoc, tipo un ministro del recovery plan, magari, indicibile adesso, con lo stesso Renzi.

E un commissariamento del commissario al COVID, Arcuri, magari con l’attuale consulente del ministero della Salute, Ricciardi, a cui dare la gestione dei vaccini. Recovery e vaccini sono le vetrine che Renzi sogna. Gli altri lo sanno e non gliele vogliono concedere.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 01/03/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 03/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 01/03/21 delle 07:15

    Metroregione di lun 01/03/21 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 03/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    DOC di lun 01/03/21

    DOC 29 - AFRAID OF FAILING - Il primo documentario italiano sull’Hikikomori, termine giapponese che significa "stare in disparte", fenomeno…

    DOC – Tratti da una storia vera - 01/03/2021

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 01/03/21

    Note dell'autore di lun 01/03/21

    Note dell’autore - 03/01/2021

  • PlayStop

    Cult di lun 01/03/21

    Cult di lun 01/03/21

    Cult - 03/01/2021

  • PlayStop

    Sui Generis di lun 01/03/21

    Il 2 marzo del 2016 Berta Cáceres, ambientalista e attivista honduregna, veniva assassinata. La casa editrice Capovolte ha pubblicato il…

    Sui Generis - 03/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di lun 01/03/21

    Covid, terza ondata in arrivo? Con il virologo Fabrizio Pregliasco. Microfono aperto: come avete imparato a convivere col virus e…

    Prisma - 03/01/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 01/03/21

    Rassegna stampa internazionale di lun 01/03/21

    Rassegna stampa internazionale - 03/01/2021

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 01/03/21

    Di Lunedi di lun 01/03/21

    DiLunedì - 03/01/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 01/03/21

    Il risveglio di Popolare Network, l'edicola. La rubrica accadde oggi a cura di Elena Mordiglia: 1 marzo 1969 – Durante…

    Fino alle otto - 03/01/2021

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di dom 28/02/21

    Reggae Radio Station di dom 28/02/21

    Reggae Radio Station - 03/01/2021

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di dom 28/02/21

    ..A cura di Fabio Barbieri. Terje Rypdal, Danilo Rea, Shinya Fukumori Trio, Sven Helbig, Murray Perhaia, Tomasz Stanko Quartet, Keith…

    Prospettive Musicali - 01/03/2021

  • PlayStop

    Sacca del Diavolo di dom 28/02/21

    Sacca del Diavolo di dom 28/02/21

    La sacca del diavolo - 01/03/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 28/02/21

    Sunday Blues di dom 28/02/21

    Sunday Blues - 01/03/2021

  • PlayStop

    Bollicine di dom 28/02/21

    Bollicine di dom 28/02/21

    Bollicine - 01/03/2021

  • PlayStop

    Domenica Aut di dom 28/02/21

    Domenica Aut di dom 28/02/21

    DomenicAut - 01/03/2021

  • PlayStop

    Italian Girl di dom 28/02/21

    Italian Girl di dom 28/02/21

    Italian Girl - 01/03/2021

  • PlayStop

    L'artista della settimana di dom 28/02/21

    Gianmaria Testa - a cura di Niccolò Vecchia

    L’Artista della settimana - 01/03/2021

Adesso in diretta